Siglato protocollo di intesa tra Ministero Salute e Enti di Promozione Sportiva

Il Ministro della Salute Livia Turco ha siglato il 22 gennaio il Protocollo di Intesa tra Ministero della Salute e gli Enti di promozione sportiva CSI (Centro sportivo italiano), UISP (Unione italiana Sport per tutti) e US ACLI (Unione sportiva Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani) nell’ambito del Programma “Guadagnare salute - Rendere facili le scelte salutari”, finalizzato a promuovere e facilitare l’assunzione di abitudini salutari da parte della popolazione nell’ottica della prevenzione delle principali patologie croniche. 

Il Protocollo è volto ad incoraggiare il movimento e l’attività fisica quotidiana a scuola, nei luoghi di lavoro e nel tempo libero per tutta la popolazione, attraverso azioni di sensibilizzazione tese a diffondere la cultura del movimento e di stili di vita attivi.

Il contributo che gli Enti di promozione sportiva, che da decenni operano per la promozione dello sport per tutti, potranno offrire è quello di rendere noto il programma delle iniziative da loro già avviate e fortemente in sintonia con il programma Guadagnare salute e di recepire eventuali ulteriori indicazioni qualora il Ministero intenda affidare loro specifici progetti.

A tal fine tra il Ministero della Salute e gli Enti firmatari saranno realizzati incontri periodici per il monitoraggio e la valutazione delle iniziative intraprese.

“E’ un altro tassello di quella rete di alleanza che abbiamo iniziato a costruire con i tanti e diversi soggetti che abbiamo chiamato ad interagire nel programma Guadagnare Salute. Il movimento fisico - ha detto Livia Turco in occasione della firma del protocollo - è uno dei quattro grandi fattori di promozione della salute e questo protocollo d’intesa sancisce la collaborazione permanente tra il Ministero e le maggiori associazioni di promozione sportiva. L’attività fisica è molto importante. Penso che essa dovrebbe essere considerata un’attività da “prescrivere” regolarmente da parte del medico come una vera e propria “terapia” per mantenersi in buona salute a tutte le età”.