Calabria ok, con la GMG diocesana e le stelle del beach della Pace

Calabria ok, con la GMG diocesana e le stelle del beach della Pace
Dopo il successo riscosso in Calabria in luglio dalla GMG diocesana, negli stessi giorni di Sydney, cui ha dato ampio risalto anche la Rai, nella trasmissione di intrattenimento religioso “A sua immagine”, prosegue anche in agosto l’impegno del CSI e dei ragazzi calabresi.
Per il terzo anno consecutivo Pizzo Calabro sta infatti ospitando in questi primi giorni del mese la Coppa della Pace, il più grande torneo di beach volley della punta d’Italia, quest’anno alla sua quarta edizione.
Organizzatore dell’evento, come sempre, gli SbarbaGianni, un gruppo di giovani che ha avuto l’ispirazione di fondere il richiamo sportivo con la vocazione alla pace. Una vocazione che trova la sua premessa nella denominazione di Pizzo “Città per la Pace”, avendo aderito all’omonimo coordinamento nazionale dal dicembre 2003.
Fino al 10 agosto, la notte di S. Lorenzo, oltre al torneo di beach volley, sono previsti concerti e piece teatrali, allo scopo di coinvolgere il maggior numero di persone tra la popolazione presente, durante il periodo estivo, sulle magnifiche coste calabresi. Il bandierone della pace, che negli anni passati aveva vestito il Castello Murat e la villa comunale, quest’anno farà da cornice al campo da gioco principale, chiamato orma da tutti “centrale del Peace Volley”. Tali eventi ancora una volta verranno realizzati grazie al fondamentale sostegno del Lido "La Murena" (sede organizzativa). La manifestazione ci concretizzerà con l’apporto di un nutrito gruppo di partner, tra cui la Provincia di Vibo Valentia, assessorato allo sport e turismo, l’AVIS, l’ADMO e l’AIDO ed al cui interno ha un ruolo fondamentale il Centro Sportivo Italiano, che anche quest'anno si occuperà, insieme agli SbarbaGianni, dell'organizzazione e promozione della parte sportiva della Coppa.