11 ottobre 2010

Casa Comitato a Teramo per la “sfida educativa”

Lunedì 11 ottobre nella tappa abruzzese protagonista il tema dell’intenzionalità educativa. “Continuate così” - ha detto il vescovo, Mons. Seccia – “Siete sulla strada giusta!”. All’incontro erano presenti i responsabili del Csi Lanciano-Ortona e dirigenti del CSI Bologna, gemellato con Teramo.

Il CSI Teramo rinnova il suo impegno in Diocesi a fianco del Vescovo. E' quanto emerso chiaramente nella tappa abruzzese di Casa Comitato, il tour della Presidenza nazionale che sta facendo tappa in tutte le regioni italiane, tenutasi lunedì 11 ottobre, nella sede del comitato teramano. Presenti S.E. Mons. Michele Seccia, il Presidente della Fondazione Giovanni Paolo II per lo Sport , Edio Costantini e il Presidente Provinciale del CSI, Angelo De Marcellis. 
Proprio De Marcellis ha introdotto la serata con un intervento che ha tracciato un bilancio consuntivo e prospettico “Il Comitato, nella stagione appena conclusasi, ha raggiunto importanti risultati collaborando con le agenzie educative che oggi vivono il periodo maggiore di crisi. Nella Scuola e nell'Università, abbiamo realizzato progetti che vedono il coinvolgimento di molti giovani. Da gennaio il protagonista dell'azione educativa sarà la famiglia; occorre, ora, rilanciare con forza il rapporto con la Parrocchia, con l'Oratorio, e, sul territorio, di tutti quei luoghi educativi, che intendano lo sport non solo come esercizio fisico, ma come occasione di crescita profonda per la persona”.
“Lo sport non ha bisogno di prestatori d'opera, ha la necessità di avere persone che nel cuore hanno quel quid in più - ha commentato Edio Costantini - l'elemento distintivo non è l'esposizione del logo o di una bandiera: il dirigente si distingue per l'intenzionalità educativa”.
Mons. Seccia si è complimentato con il Presidente De Marcellis e con gli operatori del Comitato “Siete sulla strada giusta - ha detto il Vescovo di Teramo-Atri - ed è tangibile come la vostra crescita sia al servizio della corresponsabilità educativa in Diocesi. Continuate così!”
Hanno poi preso la parola Andrea De David, Presidente del Comitato di Bologna, presente a Teramo nel segno di quel gemellaggio con il Comitato di Teramo che ha regalato tanti momenti di condivisione tra i ciessini abruzzesi e gli emiliani.
Il Presidente dell'altro Comitato ospite, quello di Lanciano-Ortona, Loris Monteamaro, ha sottolineato come quello di Teramo sia un bel riferimento per i comitati abruzzesi e che,  per questo, si stanno moltiplicando le occasioni di collaborazione.
Il Vescovo ha poi ricevuto il riconoscimento della Presidenza Nazionale per essersi contraddistinto nell'accompagnare il CSI Teramo nella sua azione pastorale. A consegnarlo è stato Alessandro Pellas, Consigliere di Presidenza Nazionale CSI.
Nel pomeriggio il momento dell'incontro tra le presidenze dei Comitati che hanno condiviso, anche grazie all'aiuto di materiale audiovisivo, molte iniziative realizzate in comune o autonomamente,  che possono essere riprodotte sui territori.
In particolare sono state analizzate le iniziative “Football in the sun”, organizzato dal Comitato di Bologna al quale hanno partecipato 5 società del Comitato di Teramo, il “Torneo Nazionale di Calcio a 11 over 35”, organizzato dal CSI di Teramo e quello di Lanciano-Ortona (vinto dalla Società Avis Budrio del Comitato di Bologna) e il “Gran Premio provinciale di Sci alpino”, realizzato dal CSI Teramo in collaborazione con l'Ufficio Scolastico Provinciale, nel territorio aquilano di Campo Felice.