13 ottobre 2010

In Campania Casa Comitato fa tappa a Sessa

Si è conclusa il 13 ottobre la tappa campana del tour nazionale “Casa Comitato”, tenutasi a Sessa Aurunca, con la partecipazione anche del comitato di Aversa e di diversi dirigenti regionali. Momento clou pomeridiano conn il convegno Uno sport per la vita, in cui sono intervenuti il sindaco aurunco Luciano Di Meo, il numero uno nazionale Massimo Achini oltre ai presidenti dei due comitati, Antonio Sasso e Luciano De Santis.

Si è conclusa nel migliore dei modi una delle più belle pagine della storia del CSI di Sessa Aurunca, con la tappa di Casa Comitato, tenutasi nello splendido Salone dei Quadri, arredata dai preziosi dipinti del pittore locale Luigi Toro. All’appuntamento campano è intervenuto  il numero uno nazionale Massimo Achini, sempre pronto ad ascoltare le esigenze del territorio. Dopo una breve visita nel centro storico della cittadina campana un melting-pot tra architettura romana, medievale e barocca, il Consiglio territoriale ha accompagnato la Presidenza presso la sede della società G.S. San Martino in Fasani, storico sodalizio ciessino. Dopo i saluti e ringraziamenti di rito non è mancato un tradizionale quanto  improvvisato momento sportivo con un’amichevole partita di calcio a 5, con atleti e dirigenti, che, seppure in abiti non “regolamentari”, si sono mossi con disinvoltura.
Il ritorno nella cittadina aurunca è stato un toccasana dopo la breve, ma intensa sfida conclusasi con un salomonico pareggio. In Municipio prima dell’inizio del convegno i due comitati ospitanti, Sessa Aurunca ed Aversa, quest’ultima capitanata dal giovanissimo presidente Luciano De Santis, ex volontario del servizio civile nazionale, hanno passato in rassegna le rispettive attività tecniche e formative. Quindi Salvatore Maturo, membro della Presidenza nazionale, in veste di moderatore, dopo un piccolo momento di preghiera presieduto dall’attuale Consulente Ecclesiastico del comitato Don Michelangelo Tranchese, ha aperto il convegno “Uno Sport per la vita”.
E’ toccato poi ad Antonio Sasso, storico presidente del CSI Sessa mettere in risalto l’azione propositiva del comitato sul territorio, nonostante le mille difficoltà. Difficoltà evidenziate anche dall’altro comitato ospitante, nonostante le quali, parole di De Santis, “si è avuto un incremento esponenziale delle società affiliate negli ultimi anni”. Non poteva mancare l’intervento di uno dei co-fondatori del comitato di Sessa, Don Cosma Capomaccio che ha voluto ribadire l’ inarrestabile forza degli operatori locali. Il sindaco di Sessa Aurunca, Luciano Di Meo, ha ricordato i suoi trascorsi giovanili nell’Associazione, sottolineando più volte la straordinaria azione promotrice nei vari sport svolta dal CSI di Sessa Aurunca. Il microfono è passato al presidente nazionale Achini che dopo aver ringraziato ancora i comitati ospitanti si é schierato accanto all’azione educatrice della Chiesa offrendo l’impegno e l’esperienza maturata nel tempo., stigmatizzando i recenti osceni episodi di violenza occorsi al Ferraris di Genova in occasione di Italia-Serbia. Le conclusioni sono state affidate al presidente Regionale il professor Pasquale Scarlino che ha auspicato che il convegno possa essere un punto di partenza per il rilancio del comitato aurunco e una conferma per quello aversano. L’assise s’è conclusa con la consegna dei premi ricordo e con un gustoso buffet offerto dal CSI sessano, che tra un anno  celebrerà il 50mo.