Dal Consiglio Nazionale le basi per il 2009

Dal Consiglio Nazionale le basi per il 2009
L’ultimo week end di novembre ha visto riunirsi a Roma i vertici di governo del Centro Sportivo Italiano. Al Consiglio Nazionale erano presenti 30 consiglieri nazionali, 14 presidenti regionali, e sei componenti del collegio dei revisori dei conti e della direzione nazionale. Una rappresentanza massiccia, geograficamente significativa, per deliberare sugli importanti temi messi all’ordine del giorno. Numerose le delibere adottate, dal bilancio preventivo sulla prossima stagione, alle nomine dei direttori delle Scuole Nazionali - Eugenio Imperatori e Vittorio Ferrero quali direttori della SNAD, Giuseppe Basso e Rossella Graziano quali direttori della SNES; e delle commissioni tecniche dell’attività sportiva. Dopo ampio dibattito sui temi della politica sportiva, sono stati confermati per il prossimo anno alcuni eventi clou del Csi, come l’Oratorio Cup, la Maratona Pellegrinaggio in Terra Santa, e la partecipazione estiva al Meeting di Rimini. Si è inoltre affrontato l’argomento Gemellaggi, Tour delle Regioni, Conferenza organizzativa, Master dei presidenti, e la nomina di Santo Gagliano a commissario straordinario del CSI Sardegna.
Le due giornate di lavoro – undici ore complessive nelle tre sedute - hanno fatto registrare tantissimi interventi attorno al tavolo, ed anche dei simpatici fuori programma come il saluto di Claudio Toti, presidente della Lottomatica Roma. Il numero uno della Virtus nel sottolineare l’importanza di un dialogo tra sport di vertice e sport di base, ha menzionato il lancio del codice etico sportivo promosso dalla società cestistica lo scorso anno, e richiamato l’attenzione sulla responsabilità sociale dei gruppi sportivi che oggi sono costretti a fare anche un servizio di supplenza della famiglia.
Calorosa l'accoglienza riservata anche al commendatore Filippo Dragotto, rappresentante dell’Unione Italiana Ciechi e ipovedenti. Dragotto ha brevemente illustrato il significato della Convenzione tra CSI e UIC, subito controfirmata da Achini, e sottolineata con un grande applauso dai presenti. Momenti di relax al sabato sera, vissuti insieme tra la bella piece teatrale "Il Giullare pellegrino", messa in scena dalla compagnia Jobel, ed il momento di convivialità offerto dal comitato della Vallecamonica, un bel mix di gusto sportivo, sapori del palato ed un brindisi beneaugurante al Csi.