Attività Sportiva
1 settembre 2015

Primi risultati dal campionato nazionale di Atletica a Grosseto

Primi giornata di gara, a Grosseto, per il 18° campionato nazionale di atletica. Dopo la cerimonia d'apertura alla presenza del Vescovo di Grosseto, Rodolfo Cetoloni, il via alle gare è stato dato dai 1000 metri delle categorie Cadette e dal lungo dei ragazzi. All'interno della notizia, il link per i risultati.
Primi risultati dal campionato nazionale di Atletica a Grosseto

A poche ore dalla chiusura dei Campionati Mondiali di Atletica di Pechino, il Centro Sportivo Italiano porta in pista, dal 4 al 6 settembre, per il secondo anno consecutivo allo stadio “Carlo Zecchini” e al Campo Scuola “Bruno Zauli” di Grosseto, il 18º Campionato Nazionale di Atletica.

Numeri sempre maggiori per la manifestazione, che riporta in Toscana, dopo aver ospitato in primavera le finali degli sport di squadra e di ciclismo a Montecatini Terme, oltre mille e duecento atleti, (695 maschi e 551 femmine) in rappresentanza di 102 società sportive, 29 comitati provinciali, portabandiera di 12 diverse regioni italiane. La Lombardia e il Veneto, rispettivamente con 381 e 379 si contendono il primato del numero maggiore di atleti presenti, seguiti dal Trentino Alto Adige con 170 finalisti al via. La Toscana, regione ospitante, avrà in corsa per il titolo ben 121 atleti.

Tra le società partecipanti, spiccano la Polisportiva Dueville Vicenza, l’Atletica Union Creazzo, l’Atletica Ceriale di Savona e i pistoiesi dell’Atletica Casalguidi che con 61 atleti iscritti è la società più rappresentata a Grosseto. Tutti sul tartan maremmano pronti, comunque, a rincorrere i velocissimi milanesi dell’Atletica Ravello, che negli ultimi tre anni ha conquistato il primo posto nella speciale classifica generale per società e lo scorso anno davanti a Villazzano e Cassano d’Adda ha coronato il sogno di tanti ragazzi.

Sogno che il CSI conta di far vivere sempre a più giovani atleti in Italia, come sottolinea il Presidente Nazionale Massimo Achini, Abbiamo oggi una certezza ed un sogno. La certezza è quella di vivere a Grosseto una manifestazione splendida - dove sport è festa si fondono insieme - con ragazzi e ragazze che provengono da tutta Italia dopo essersi conquistati durante l’anno la qualificazione a questo appuntamento. Il sogno è quello di riportare l’atletica in tutti gli oratori d’Italia. Stiamo lavorando a questo obiettivo con la strettissima collaborazione della FIDAL e del presidente Giomi, in particolare. Lo sport oggi rappresenta una straordinaria occasione educativa per i giovani e far correre i valori dello sport è da sempre l’impegno del CSI.”

Gli atleti arancio-blu gareggeranno per tre giorni, dal venerdì alla domenica, suddivisi nelle nove categorie previste, nel regolamento maschili e femminili. Nel fitto programma sono previste gare di lanci, salti, velocità e fondo, con il lungo giovanile ad aprire le gare il venerdì mattina. Le finali dei 100 metri tutte previste al venerdì pomeriggio, poi le staffette 4x100 al mattino di sabato e la marcia (ragazzi e cadetti m/f) alla domenica mattina, in conclusione, quando sarà celebrata allo stadio la Santa Messa dal consulente ecclesiastico nazionale del Csi Don Alessio Albertini.
Il meeting nazionale del Csi vedrà gareggiare atleti con disabilità intellettivo relazionali o fisico sensoriali, che si misureranno anche quest'anno in corsia al fianco delle guide o dei colleghi normodotati.

Nella mattinata di martedì 1 Settembre si è tenuta la presentazione alla stampa della manifestazione presso la sala consiliare del Comune di Grosseto, dove sono intervenuti il vicesindaco e assessore allo sport del comune grossetano, Paolo Borghi, il presidente del Csi Toscana, Carlo Faraci, il responsabile della commissione tecnica nazionale per l’atletica leggera Csi, Pietro Albanese, il delegato provinciale del CONI Daniele Giannini, il neo commissario del comitato locale CSI,Alfonso Nardella, il direttore tecnico regionale del Csi Toscana Marcello Tognoni