Welfare

EUROPEAN DAY OF AWAKENINGS - Giornata Europea dei Risvegli

Sono moltissimi i convegni e le manifestazioni legate alla "Giornata nazionale dei risvegli per la ricerca sul coma - Vale la pena" che quest'anno diventa europea
EUROPEAN DAY OF AWAKENINGS - Giornata Europea dei Risvegli

La “Giornata nazionale dei risvegli per la ricerca sul coma -  Vale la pena”, promossa dall’Associazione “Gli Amici di Luca onlus”, festeggerà, il prossimo 7 ottobre, la sua 17° edizione.
Quest'anno, però, si cambia connotazione: da Giornata nazionale a Giornata europea dei Risvegli.

Si tratta di un obiettivo condiviso da due progetti europei, che vedono l’Italia  come capofila attraverso l’Ente di formazione “Futura”, in collaborazione con l’associazione “Gli amici di Luca onlus”, entrambi finalizzati alla creazione di una rete di cooperazione europea sul coma e le gravi cerebrolesioni acquisite: L.U.C.A. - Links United for Coma Awakenings (partner: Belgio, Bulgaria, Grecia e Spagna) finanziato sul Programma Lifelong Learning e incentrato sull’apprendimento e la diffusione di buone pratiche; L.U.C.A.S. - Links United for Coma Awakenings through Sport (partner: Belgio, Cipro, Danimarca, Lituania, Portogallo, Spagna e, per l’Italia, anche il CSI - Centro Sportivo Italiano) cofinanziato dal Programma Erasmus+ dell’Unione Europea, per l’elaborazione e la condivisione di modelli di riabilitazione attraverso lo sport.


L’associazione Gli amici di Luca, presente nell’Osservatorio nazionale sul volontariato e nell’Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità, è impegnata nell'applicazione del piano di azione che ratifica la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità e sulle pari opportunità delle persone disagiate.

La Giornata Europea dei Risvegli si svolge con molti patrocini istituzionali, nazionali ed internazionali, e parte dall'esperienza della “Casa dei Risvegli Luca De Nigris, centro pubblico dell'Azienda Usl di Bologna di riabilitazione e ricerca innovativo unico nel suo genere in Europa.

Si cercherà di instaurare, tra i Paesi coinvolti, il confronto aperto e costante sulla tematica in questione, dal punto di vista medico, sociale, culturale; aumentare il numero degli Enti e dei Paesi europei coinvolti e di sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni alla tematica della riabilitazione delle persone uscite dal coma.

Particolare attenzione verrà data ai familiari e ai volontari che accompagnano queste persone nel nuovo progetto di vita; quest'ultimi vanno sostenuti con forza al fine di condividere con loro un ruolo sempre più attivo e consapevole nel percorso riabilitativo dei loro cari. 

La manifestazione si svolgerà contestualmente nei Paesi partner dei progetti e sarà accompagnata da una serie di iniziative che si svolgeranno attraverso azioni congiunte. Ad essere promosse le "buone pratiche" attraverso temi sociali, uniti a quelli clinici della ricerca e dell’alleanza terapeutica tra professionisti della sanità, operatori non sanitari, familiari e volontari, la convivenza con la malattia e la gestione dei pazienti.