16 ottobre 2015

Vivere Da Sportivi. A scuola di Fair Play

Video Festival sul Fair Play nello Sport

Gli studenti autori degli spot e dei video finalisti di “Vivere da Sportivi - A Scuola di Fair Play”, sono stati protagonisti a Roma del Video Festival 2015, patrocinato dal Csi
Vivere Da Sportivi. A scuola di Fair Play

Roma, 16 ottobre 2015Grande successo e commozione per il Video Festival di “Vivere da Sportivi. A Scuola di Fair Play”, la campagna di sensibilizzazione sui valori etici dello sport rivolta ai ragazzi delle scuole superiori di secondo grado italiane, che si è svolto a Roma il 14 e il 15 ottobre 2015.

 

La serata inaugurale del Video Festival, patrocinato dal Centro Sportivo Italiano, del 14 ottobre si è tenuta presso l’Auditorium del Comando Genio dell’Esercito Italiano alla Cecchignola, dove sono intervenuti numerosi rappresentanti delle istituzioni nazionali coinvolte, sia militari che civili. Presenti il Sottocapo dello Stato Maggiore dell’Esercito Generale di Corpo d’Armata Giovan Battista Borrini, il Comandante del Genio Generale di Brigata Pietro Tornabene, il Generale di Brigata Claudio Fàzari a capo del Dipartimento Sport, il Tenente Colonnello Gianfranco Paglia, consigliere del Ministro della Difesa Roberta Pinotti e membro della squadra Paralimpica, il Vice Segretario Generale del CONI Carlo Mornati, il Presidente dell’A.M.O.V.A. Associazione Medaglie d'Oro al Valore Atletico Michele Maffei, il Presidente del Comitato Nazionale per il Fair Play Ruggero Alcanterini.

 

La cerimonia di premiazione del 15 ottobre si è tenuta invece presso la Scuola Superiore della Polizia di Stato alla presenza di molti rappresentanti delle istituzioni nazionali ed internazionali, della scuola, del mondo accademico, dei media e del mondo dello sport. Presenti il Direttore della Scuola Superiore della Polizia di Stato Enzo Calabria, il Presidente dell'Osservatorio Nazionale per le Manifestazioni Sportive Alberto Intini, il Capo della Segreteria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza a Roma Prefetto Vincenzo Panico, l’Onorevole Laura Coccia, il Presidente di Coni Servizi Franco Chimenti, il Presidente di Coni Lazio Riccardo Viola, il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico e Vice Presidente del Comitato Roma 2024 Luca Pancalli, l’Assessore alle Politiche Sociali e allo Sport della Regione Lazio Rita Visini, la vedova dell'Ispettore della Polizia di Stato Filippo Raciti Marisa Raciti, il rettore dell’Università di Roma Tor Vergata Giuseppe Novelli, l’atleta e ambasciatrice per lo sport Fiona May, un nutrito gruppo di atleti delle Fiamme Oro.

 

Particolarmente incisivi gli interventi della Signora Raciti e dell’Onorevole Laura Coccia che sono entrati in piena sintonia con le emozioni destate dai sorprendenti video proposti dai ragazzi.

 

Presenti anche i membri del Comitato Promotore della campagna “Vivere da Sportivi. A Scuola di Fair Play” : la Presidente Monica Promontorio, Carlo Santoro, Raimondo Cappa, Cosimo Tudisco, Bruno Intreccialagli, Fabrizio Feliciani.

 

La campagna ha visto coinvolte circa 7000 scuole italiane in un concorso dove gli studenti con i propri insegnanti hanno realizzato video spot e filmati sulla tematica del fair play. I ragazzi, con i propri elaborati, hanno lanciato un appello sulla necessità di cambiare la cultura dello sport, inteso non solo come terreno di confronto agonistico, ma come scuola di vita, sottolineando i valori del rispetto dell'avversario e delle regole, della lotta contro il doping, dell’integrazione dei disabili, della lotta al razzismo e della non violenza. Da qui la necessità di restituire centralità alla funzione educativa dello sport per stimolare nei ragazzi quei valori etici e sociali indispensabili alla crescita individuale e collettiva, come fattore di salute e socializzazione, come diritto inalienabile dei popoli, senza distinzione alcuna di razza, religione, nazionalità, cultura, territorio.

 

I PREMI

 

  • Medaglia del Presidente del Senato

Allo spot “AIUTO O DANNO” dell’ISTITUTO ZENALE E BUTINONE DI TREVIGLIO di BERGAMO

Uno spot girato magistralmente. Breve e incisivo. I tempi e la suggestione dell’immagine finale risultano estremamente efficaci. Per la capacità di proporre con chiarezza, drammaticità ma anche con spirito propositivo il problema sociale dell’uso di sostanze dopanti.

 

  • Medaglia del Presidente della Camera dei Deputati

Al video “LA LEVA CALCISTICA DELLA CLASSE ’98” del LICEO GALILEO GALILEI di MACOMER, NUORO

Un reportage può essere ben fatto ma non riuscire a suscitare riflessioni od emozioni. Ma se ci si mette il cuore … le cose sono diverse. Per l’incisività del video che affronta in maniera diretta il tema dell’integrazione nella vita quotidiana di chi risulta diverso.

 

  • Premio Speciale Polizia di Stato “Ispettore Filippo Raciti”

Allo spot “RUNNING FOR YOUR LIFE” dell’ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE FRANCESCO SAVERIO NITTI di PORTICI, NAPOLI

La lealtà con se stessi e gli avversari non è solo alla base del vero spirito dello sport ma anche della convivenza civile. La lealtà, nello sport come nella vita, è rispetto delle regole e dunque della legalità.

 

  • Premio Speciale Pontificium Consilium de Cultura

Al video “PASSA LA PALLA” dell’ISTITUTO SCOLASTICO BENEDETTO VARCHI di MONTEVARCHI, AREZZO

Video semplice nella struttura e coerente nella trattazione del tema scelto. Lo sguardo registico tiene conto della internazionalità delle relazioni, soprattutto tra i giovani, presentando l’attività sportiva non in quanto pratica agonistica ma come esperienza che spinge a superare le frontiere e a creare legami di solidarietà e di integrazione. Buona la sintesi e il messaggio conclusivo: proveniamo da luoghi e appartenenze diverse ma attraverso lo sport è possibile incontrarsi, perché lo sport, come sosteneva Nelson Mandela «ride in faccia a ogni discriminazione».

 

  • Premio Miglior Spot  2015 - Trofeo Fidia

A “LO SPORT È SALUTE” del LICEO ARTISTICO BRUNO MUNARI di VITTORIO VENETO, TREVISO

Andante con brio - Allegro risoluto. Se fosse un movimento di una sinfonia questo spot potrebbe essere così descritto. Semplice, diretto, molto assertivo, con i giusti contenuti.

 

  • Premio Miglior Video  2015 - Trofeo Union Printing

A “TOGETHER” del LICEO SCIENTIFICO FRANCESCO SEVERI di FROSINONE

Emozionare per far capire. Emozionare per far riflettere. Emozionare per migliorare. Se un filmato riesce in questo possiamo affermare che ha raggiunto il suo scopo. Per aver saputo avvincere e quindi trasmettere i valori basilari dello sport e del vivere in comunità, il premio per il miglior video va a

 

  • Premio Miglior Backstage 2015

Allo spot “L’UOMO … MACCHINA IMPERFETTA” del LICEO SCIENTIFICO STATALE ENRICO FERMI di SCIACCA, AGRIGENTO

Il Backstage non deve spiegare le finalità di un video. Un Backstage deve, coinvolgendo lo spettatore, dare un’idea precisa del lavoro svolto. Per essere riuscito a documentare e ben comunicare in maniera più che professionale le fasi salienti della realizzazione dello spot e a trasmettere le emozioni dei componenti del gruppo produttivo.

 

  • Premio Miglior Percorso Didattico 2015

Al video “MAKE IT FAIR” del LICEO SCIENTIFICO STATALE FERMI MONTICELLI di BRINDISI

Per aver saputo illustrare il passaggio, non facile, dei valori dello sport praticato e della sua etica alla quotidianità; per aver interpretato nel migliore dei modi lo stesso slogan di “Vivere da Sportivi” ovvero “Dallo sport alla scuola, alla vita”.

 

A margine del Video Festival, gli studenti ed i loro insegnanti hanno avuto l’occasione di visitare i centri sportivi dell’Esercito e della Polizia di Stato, così come le strutture monumentali del CONI, incontrando gli atleti e scambiando con loro esperienze.

 

Grande successo anche per il workshop intitolato “Questo gioco non deve finire!” che si è svolto presso il Centro di Preparazione Olimpica Acqua Acetosa “Giulio Onesti” dl CONI la mattina del 15 ottobre. Il workshop, coordinato dal Prof. Cosimo Tudisco e dal Dr. Bruno Intreccialagli, si è concluso con la cerimonia di consegna delle targhe per i filmati realizzati da alcuni Ospediali Pediatrici Italiani (Ospedale Pediatrico Giannina Gaslini di Genova, Fondazione Ospedale Salesi Onlus di Ancona, Centro Trapiano di Rene Pediatrico della Pediatria di Padova, Ospedale Bambino Gesù di Roma) che sono stati inseriti, grazie anche alla collaborazione con l’AOPI - Associazione Ospedali Pediatrici in Italia, in una sezione fuori concorso. La partecipazione degli studenti è stata al di là delle aspettative e sono state decine le domande fatte dai ragazzi agli atleti presenti, testimonial sportivi e professionisti del settore (i campioni Simone Giorgi, Anna Alberti, Nicolae Craciun e il Ten. Col. dell’Aeronautica Militare e Team Leader della squadra paralimpica italiana Marco Iannuzzi), relative all’attività sportiva praticata nell’arco di tutta la vita allo sport come terapia dei disagi psico-fisici, il tutto nel rispetto dei propri limiti e dei valori etici che sono alla base del concetto stesso dello sport.

Tutti i lavori sono online sul sito ufficiale di Vivere da Sportivi www.viveredasportivi.it e su quello dei media partner. Oltre alle tante istituzioni coinvolte, la Campagna ha avuto il prezioso sostegno come main sponsor di Fidia Farmaceutici, di Union Printing e di Lega Coop.