16 marzo 2016

A Falcade 500 finalisti alla Diavolina Cup

Dal 17 al 20 marzo la Ski Area del San Pellegrino ospita il 18° Gran premio nazionale di sci del Centro Sportivo Italiano. Sulle nevi venete in palio tre trofei: Runners, Sleepers e Baby, diversificati a seconda delle età e delle capacità tecniche dei concorrenti. Domani sulla “Panoramica” i primi a scendere saranno i preti nel campionato dei sacerdoti sciatori
A Falcade 500 finalisti alla Diavolina Cup

Le Dolomiti e la Ski Area San Pellegrino sono pronte ad ospitare il 18° Campionato nazionale di sci del Centro Sportivo Italiano. Da giovedì 17 marzo fino a domenica 20 marzo, 508 atleti del Csi (187 donne e 321 uomini) si ritroveranno a Falcade, per disputare la Diavolina Cup, rappresentando 40 sci club di 16 comitati Csi con finalisti da 9 differenti regioni italiane (Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Piemonte, Campania, Valle d’Aosta, Abruzzo).

Consueto apripista del Campionato quest’anno in Veneto, a evidenziare il collegamento tra Chiesa e Sport, promosso dal Csi, sarà il campionato dei sacerdoti sciatori. Per i preti con gli sci sono in programma due prove di gigante giovedì mattina sulla pista ‘Panoramica’.

Nella giornata di giovedì il cartellone propone, oltre alla gara clericale, una serata-evento di presentazione al Palazzetto dello Sport di Piè Falcade, dove interverranno il direttore tecnico nazionale del Csi, Renato Picciolo, il consulente ecclesiastico nazionale del Csi, don Alessio Albertini e il responsabile della commissione tecnica nazionale sci Enrico Dago, che condurrà la successiva riunione tecnica con i dirigenti delle società sportive iscritte. A rappresentare il territorio, atteso Renzo Minella responsabile marketing della Ski Area San Pellegrino e vicepresidente del Consorzio turistico Dolomiti Stars oltre ai rappresentanti del Csi Feltre del Csi Belluno, che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento assieme al Comune di Falcade, allo Sci club Valbiois,  allo Ski College Veneto e all'istituto di Istruzione Superiore "U. Follador - De Rossi" di Falcade.  

Nel vivo delle gare si entra venerdì mattina alle ore 9.30 sulle piste del versante falcadino “Panoramica” e “Laresei” con lo Slalom gigante di apertura, che scremerà il nutrito gruppo di finalisti fra i più tecnici “Runners” e i più lenti “Sleepers”. Nel pomeriggio (ore 14) ci sarà lo slalom parallelo sulla pista “Le Buse” e, in serata, il Nordic Fitness: una prova libera e gratuita con sci da fondo presso il Centro Fondo “Pietro Scola” a Falcade. Sabato 19 marzo il programma della Diavolina Cup prevede una gara di slalom speciale per i Runners sulle porte tracciate sulla "Panoramica", la supergimkana per gli sciatori più piccoli che disputeranno il “Trofeo Baby” sulla pista "Le Buse", dove seguirà poi lo slalom parallelo degli Sleepers. Nella serata di sabato, il consulente ecclesiastico nazionale del Csi, don Alessio Albertini, celebrerà la Messa, seguita dalla tradizionale Festa delle regioni. Nella mattinata di domenica la Diavolina Cup premierà i campioni, dopo le decisive manches di gigante, valide per l’assegnazione dei Trofei Runners, Baby e Sleepers e dell'ambitissimo Trofeo Superteam riservato ai Comitati attraverso una speciale classifica ottenuta coi migliori punteggi ambosessi in ogni Trofeo. Alle 14 saranno premiati in piazza i campioni nazionali, che saluteranno Falcade e i 60 km di piste firmate Dolomiti Superski nella moderna stazione sciistica che nel cuore delle Dolomiti, Patrimonio Naturale Unesco,  coniuga il piacere degli sport invernali alla quiete di boschi e sentieri innevati.