Welfare
16 marzo 2016

Progetto 3SP: “Special Sports for Special People”

Progetto 3SP: “Special Sports for Special People”

Il Centro Sportivo Italiano partecipa, in qualità di partner, al progetto europeo 3SP: Special Sports for Special People”.
Il progetto, della durata di 24 mesi (1/1/2016-31/12/2017), coinvolge 10 partner provenienti da 6 paesi diversi: Italia, Regno Unito, Spagna, Croazia, Germania e Belgio.

Gli obiettivi del progetto:

-Promozione di attività fisica intesa come uno stile di vita sano e cittadinanza attiva, per sostenere il benessere dei giovani e, infine, il successo formativo;

-Rafforzare e/o sviluppare il ruolo dello sport e dell’attività fisica nella formazione e nell’istruzione, attraverso una più stretta e più strutturata collaborazione tra gli istituti di istruzione e lo sport;

-Promuovere le attività di volontariato nello sport, insieme con l’inclusione sociale, le pari opportunità e la consapevolezza dell’importanza della salute attraverso l’attività fisica, per aumentare la partecipazione allo sport per tutti.

In Italia il progetto prevede un impatto reale nazionale, perché i partner, che sono organizzazioni a livello nazionale, hanno sedi in quasi tutte le regioni italiane. Almeno 6 regioni e 9 antenne territoriali parteciperanno al progetto. 
Un totale di circa 68 membri del personale beneficerà direttamente delle attività di formazione del personale.
Almeno 55 di loro si occuperà della realizzazione di attività (sport/attività fisiche ed educative) con gli adolescenti per il collaudo dei kit didattici. Un totale di circa 330 adolescenti si impegneranno in attività sportive durante il test di kit educativi.
Un ulteriore gruppo di circa 600 ragazzi e 365 parti interessate saranno coinvolti nell’animazione, nell’ integrazione, in eventi principali, intermedi e finali di diffusione.
L’impatto del progetto avrà così un potenziale di oltre 13.500 associazioni sportive + 1.600 educative e sociali che possono beneficiare dei risultati del progetto nel prossimo futuro, con un pubblico totale di oltre 1.300.000 potenziali beneficiari a lungo termine.
Il CSI si ritiene soddisfatto per aver collaborato alla stesura di una proposta progettuale che, in seguito, è risultata ben contestualizzata e connessa ai documenti europei sullo sport (Libro Bianco dello Sport).