24 novembre 2016

Il Csi protagonista al convegno “Sport: formazione, inclusione, opportunità di crescita”

A Cremona il presidente Bosio con Malagò

Il Museo del Violino ha ospitato il 24 novembre presso l’Auditorium “Giovanni Arvedi” il convegno organizzato dal settimanale Mondo Padano. All’appuntamento aperto dal sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti sono intervenuti oltre al numero uno del Csi e del Coni, il cavaliere Giovanni Arvedi, il presidente del Coni Lombardia Oreste Perri ed Antonio Bodini, presidente dell’associazione Baskin
Il Csi protagonista al convegno “Sport: formazione, inclusione, opportunità di crescita”

Lo sport come momento formativo della personalità, strumento privilegiato di aggregazione sociale e opportunità di crescita del territorio. Sono solo alcuni degli argomenti di cui si è parlato giovedì 24 novembre nella prestigiosa cornice dell’Auditorium “Giovanni Arvedi” del Museo del Violino nel corso del convegno: “Sport: formazione, inclusione, opportunità di crescita”, organizzato dal settimanale Mondo Padano.

All’appuntamento –aperto con l’intervento del sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti – hanno preso parte il presidente del Coni Giovanni Malagò, Vittorio Bosio, presidente del Centro Sportivo Italiano, il cavaliere Giovanni Arvedi, stella d’oro Coni per l’impegno profuso nel diffondere e sostenere i valori dello sport soprattutto a livello giovanile, Oreste Perri, massimo dirigente del Coni in Lombardia, e Antonio Bodini, presidente dell’associazione Baskin, realtà nata nel nostro territorio con l’intento di ampliare il concetto di sport al valore dell’inclusione sociale).

Testimonianze preziose e fondamentali quelle dei relatori - portavoce di un mondo dello sport che prima ancora del risultato si cura di far germogliare e crescere i concetti di lealtà, fair play, impegno e solidarietà – che in platea han trovato ad ascoltare le loro parole circa 200 studenti delle scuole superiori e una nutrita rappresentanza di educatori, dirigenti, tecnici e atleti invitati, nell’occasione, a rappresentare il movimento sportivo cremonese.

“L’agonismo non è in contrasto con i valori etici” – ha detto Bosio - Il nostro obiettivo dev’essere portare più gente a praticare sport, portare più ragazzi possibile fuori di casa. I social, il web, tanti strumenti impediscono ai ragazzi di uscire di casa. Perciò stiamo rilanciando la nostra proposta di attività giovanile. l Csi è il partito del fare, per il bene dei ragazzi. Bisogna socializzare, incontrarsi. Noi siamo per l’inclusione, l’apertura a tutti, senza distinzione di sorta. Lo sport è questo, il resto non ci deve riguardare».”

Il convegno si è chiuso con i riconoscimenti assegnati agli sportivi cremonesi dell’anno, premiati dal presidente Malagò.

Foto (Betty Poli)

Il Csi protagonista al convegno “Sport: formazione, inclusione, opportunità di crescita”