Combattimenti: quale liceità?

Combattimenti: quale liceità?

Le molteplici discipline sportive marziali e di combattimento, nonché il pugilato e le attività di lotta, hanno lo scopo di mettere a confronto degli atleti che attraverso la competizione devono, nel rispetto delle regole, porre l’avversario nell’impossibilità di proseguire la gara. Talvolta ciò accade, entrando più nello specifico di alcuni sport, anche dopo colpi inferti con estrema violenza (un knock out, nel pugilato, ad esempio) comportanti una momentanea perdita di coscienza o l’impossibilità per l’atleta di proseguire l’incontro. In sostanza succede che il partecipante presterebbe il proprio consenso a subire offese nella propria integrità fisica nel momento in cui accetta il rischio connaturato alla specifica attività sportiva praticata. Numerose possono essere le obiezioni avanzabili a tale orientamento soprattutto di carattere educativo.

Il CSI, ma prima ancora lo Stato e il CONI, hanno il compito di tutelare e incrementare il patrimonio sportivo nazionale garantendo, innanzitutto, la buona salute di chi pratica un’attività sportiva. In particolare, un’associazione di matrice cristiana e di mission educativa, può accettare come possibile conseguenza di una qualsiasi attività di combattimento, il rischio di serie lesioni personali o addirittura la morte dell’atleta?

Da questa riflessione, derivano alcune domande: come si “giustifica” l’intenzionalità educativa della mission specifica del CSI, sapendo apriori rischi e pericoli verso cui alcune pratiche sportive di combattimento possono condurre gli atleti? Quali sono i limiti della “violenza-base” consentiti? Sono possibili programmi “educativi” per queste attività sportive? Le cosiddette discipline di combattimento “light” quale funzione possono realmente avere nella crescita dei più piccoli? Esistono margini di accostamento a queste attività tenuto conto della richiesta crescente che si registra dal tessuto della società civile? In che modo può esserci “obiezione di coscienza” da parte dei Comitati CSI?

(cdp)