Dai regolamenti degli eventi al DOAS

Dai regolamenti degli eventi al DOAS

La piramide regolamentare per la gestione delle attività sportive del CSI prevede nell’ordine: 1) Il regolamento nazionale “Sport in Regola”; 2) Il regolamento dell’evento che si vuole organizzare (territoriale e/o regionale).

“Sport in Regola” costituisce il regolamento di riferimento, qualsiasi sia la tipologia di attività da strutturare; ai Comitati CSI è lasciata ampia facoltà di attenervisi strettamente (come nel caso dei “Campionati nazionali”) oppure di poter stabilire norme diverse, in maniera anche autonoma (come nel caso delle “attività istituzionali” o delle “attività a progetto” cfr. per le differenze NAS artt. 10; 11; 13 - pp. 10-11).

Sul piano teorico, quindi, ogni manifestazione territoriale o regionale – non rientrante nel circuito dei “Campionati nazionali” – può avere un regolamento tipico, contenente le norme di ammissione, quelle di partecipazione ed eventuali disposizioni tecnico-organizzative.

Ne consegue quanto stabilito dall’art 14 delle “Norme per l’attività sportiva” (p.11) ovvero che il regolamento di ciascuna manifestazione deve essere stilato nel rispetto di un preciso format di riferimento e deve sempre riportare indicazioni esatte non solo utili ai partecipanti all’evento, ma anche per il corretto censimento dell’attività stessa nei sistemi associativi di raccolta e validazione informatica (DOAS – Documentazione on-line Attività Sportiva).

Gli odierni canoni di riferimento per la suddivisone dell’attività in “Campionati nazionali”, “Attività istituzionali”, “Attività a progetto” possono dirsi ancora attuali? Possono essere ampliati e in che modo? Il DOAS è uno strumento utile e cosa andrebbe modificato? Il vigente format regolamentare di cui all’art 14 NAS rimane valido? Quali innovazioni possibili? Il sistema di validazione dell’attività tramite piattaforma DOAS – con regolamento, calendario e comunicati ufficiali – è idoneo? Sarebbe da ripensare in termini di risparmio di tempo per l’immissione dei dati ed efficacia dell’informazione? Come?

(cdp)