Convenzioni, perché?

Convenzioni, perché?

La stipula di una Convenzione è la sottoscrizione di una serie di accordi tra una Federazione Sportiva Nazionale (o una Disciplina Sportiva Associata) e il Centro Sportivo Italiano. Nell’atto di Convenzione si regolano i rapporti riguardanti una determinata disciplina sportiva e gli argomenti trattati possono spaziare: dalla visione strategica per promuovere e/o aumentare la specifica pratica sportiva nel Paese in sinergia con le istituzioni, gli enti locali, le scuole… alla costruzione o ristrutturazione di impianti sportivi, alla promozione dello studio, della conoscenza e divulgazione di un determinato sport attraverso dibattiti, seminari, corsi e manifestazioni… fino a trattare particolari aspetti dell’attività sportiva e della formazione degli operatori.

Unico schema valido riconosciuto dal CONI per la stipula delle convenzioni è il cosiddetto “Modello Convenzione FSN_DSA_EPS delibera n. 324 Giunta Nazionale del 27 luglio 2015” che di fatto supera quelli utilizzati in passato e cioè in uso prima del corrente quadriennio olimpico. In estrema sintesi questo modello si compone di due parti ben distinte: la prima che riprende gli estremi degli enti firmatari ed enuncia i criteri generali del rapporto; la seconda, invece, costituita da una serie di allegati, che contiene precisi vincoli tecnico-regolamentari della disciplina sportiva in questione.

Di questo nuovo modello, alcune novità di un certo rilievo vanno evidenziate in quanto creano l’ossatura comune di ogni accordo:

il riconoscimento delle sanzioni comminate dagli Organi giudicanti definiti da un’unica tabella di sanzioni FSN/CSI;

la dichiarazione della struttura operativa tecnica di livello nazionale e territoriale;

le modalità relative al doppio tesseramento di atleti e tecnici e quelle di partecipazione alle attività formative.

Seppure sia possibile stipulare convenzioni anche a carattere territoriale e/o regionale, ogni convenzione firmata a livello nazionale, impegna tutti i Comitati CSI al rispetto delle disposizioni in essa contenute e ha la forza di modificare o derogare qualsiasi Regolamento contrario.

Il dibattito, quindi, rimane aperto: l’utilità delle convenzioni è sempre percepita? E’ giusto seguire la sola normativa tecnica delle federazioni senza tenere conto delle peculiarità educative del nostro progetto? L’applicazione delle norme di convenzione avviene regolarmente sul territorio? Sarebbe possibile un’attività sportiva senza accordi sportivi? L’attuale “modulo” base è migliorabile? Come? 

(cdp)