24 aprile 2017

Como e Bologna Judorate

J.C. Waylog Manutenta e San Mamolo società leader

A Cesena concluso il 15° Campionato nazionale di judo del Csi. Combattimenti di gran livello sia nelle categorie preagonistiche sia in quelle agonistiche. Oltre 500 finalisti, 55 i nuovi campioni nazionali
Como e Bologna Judorate

Una splendida organizzazione e un livello tecnico molto alto di combattimenti hanno caratterizzato la finale del 15° Campionato nazionale di judo del Csi, appena conclusosi al Palasport di Cesena. Nella mattinata di sabato 22 aprile, dopo la partecipata cerimonia di apertura la finale nazionale è entrata nel vivo con i combattimenti delle categorie preagoniste. Sono stati 41 i titoli nazionali assegnati nelle categorie giovanili. 
Nella classifica di società dei preagonisti, ottenuta assegnando diversi punteggi in base a i piazzamenti degli atleti, sul gradino più alto del podio la società J.C. Waylog Manutenta di Como che ha collezionato ben 156 punti. I bergamaschi della Polisportiva Colognola, con 88 punti, si sono piazzati al secondo posto, davanti al Judo Bu-Sen Tradate di Varese, 80 punti utili per il bronzo.

 
Domenica 23 aprile le gare degli agonisti, cinture e pesi diverse hanno concluso il 15° Campionato nazionale di judo del Centro Sportivo Italiano. Al termine di emozionanti combattimenti, alcuni di grande sofferenza, altri con tanti ippon portati dai judoka sui tatami, i bolognesi della Polisportiva San Mamolo 2000 hanno festeggiato anche quest’anno l’oro della classifica di società degli agonisti, grazie ai 208 punti complessivi. La società felsinea è tornata a casa con 26 medaglie e 4 kimono campioni nazionali Csi: Anna Checchi, Matteo Cantelli, Erika Bartolini ed Eleonora Pini.

Subito dietro d’argento i lariani della Asd Lenno che con 139 punti che hanno staccato i corregionali del Judo Club Samurai di Lecco. Nella classifica individuale sono 55 i nuovi campioni nazionali arancioblu nelle diverse categorie e classi di peso.  

Tutte le classifiche

Como e Bologna Judorate

Ti potrebbe interessare anche

Entra anche tu nel social CSI e commenta con

#VitaCSI