31 maggio 2017

La Junior Tim Cup all’Olimpico

Sorteggiati i gironi della finale 2017

Ad estrarre le 16 squadre nei 4 gironi di qualificazione sono stati: Cristiano Lombardi della Lazio, Edoardo Soleri della Roma, e lo youtuber Federico Betti in arte “MikeShowSha”
La Junior Tim Cup all’Olimpico

Roma, 31 maggio 2017 – Allo stadio Olimpico di Roma è stato sorteggiato il calendario della finale della Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 under 14 sostenuto da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano. Domani le 16 squadre finaliste, provenienti dalle città i cui club militano in Serie A TIM, saranno pronte a sfidarsi per conquistare il trofeo della stagione 2016/2017.

Le 16 finaliste che domani si contenderanno il trofeo 2016/2017 sono state così sorteggiate:

Girone A

Parrocchia Santa Lucia (Pescara)

Parrocchia San Cosimo di Struppa (Genova)

Oratorio Salesiano (Cagliari)

Oratorio Cernusco (Milano)

 

Girone B

Oratorio Don Guanella (Napoli)

Parrocchia San Paolo (Sassuolo)

Oratorio Santi Filippo e Giacomo (Verona)

Parrocchia San Matteo Molinella (Bologna)

 

Girone C

Oratorio Albino (Bergamo)

Parrocchia Santa Maria a Ponterosso (Firenze)

Oratorio Don Valter (Empoli)

Parrocchia S. Maria SS del Rosario (Crotone)

 

Girone D

Parrocchia Sant’Osvaldo e San Paolo (Udine)

Oratorio San Vincenzo de Paoli (Palermo)

Oratorio San Luigi (Torino)

Parrocchia N. S. di Guadalupe (Roma)

 

Erano presenti i vertici del tridente delle sigle promotrici da 5 stagioni di questo entusiasmante progetto.

“Davvero bello iniziare in questa giornata splendida – esordisce il dg della Lega Serie A, Marco Brunelli - Spero siate contenti. Bello. È un’occasione unica per vivere il senso magico del calcio. Fate in modo che sia un’esperienza fantastica. Il calcio sa esser bello, come in questo stadio abbiamo visto negli ultimi 15 giorni con due eventi straordinari: Juve-Lazio finale di Tim Cup e la recentissima festa di uno dei più grandi campioni del calcio italiano. Questo progetto ci rende orgogliosi, perché il bello del calcio lo troviamo in voi, ragazzi di oratorio per un condensato di emozioni. Passone gioia e voglia di divertirsi. Ciò ci riempie di felicità”. 

Cristiano  Habetswallner, responsabile Sponsorship TIM: “E’ sempre un momento emozionante. Di questo progetto straordinario mi piace sottolineare una cosa. Siete arrivati qui non solo perché sapete giocare a pallone, ma perché è un importante momento educativo. Non è infatti solo un torneo sportivo, ma diventa confronto sul cyberbullismo, per le primissime volte in Italia sull’iperconnessione. Ecco per la prima volta abbiamo iniziato a parlarne con voi. Ne sono orgoglioso. Sedici squadre, solo una squadra solleverà la coppa. Ma stando qui avete già vinto tutti”.

A dare il benvenuto anche il presidente del Csi, Vittorio Bosio. “Ringrazio subito Cristiano e Marco, senza di loro non saremmo riusciti a realizzare questo evento così grande. E con loro vorrei ricordare il mio predecessore Massimo Achini che con loro ha costruito questo straordinario progetto. Vorrei ringraziare tutti i ragazzi che vi hanno partecipato. Grazie alle società di serie A. Credo che sia bellissimo che lo sport professionistico dialoghi con il mondo degli oratori. Ora che siete qui all’Olimpico la vittoria l’avete già in tasca. Divertitevi!”La cerimonia, all’insegna dell’unione tra calcio professionistico ed oratoriale, ha visto poi la partecipazione di due ospiti d’eccezione come Edoardo Soleri dell’A.S. Roma e Cristiano Lombardi della S.S. Lazio che hanno risposto alle domande dei ragazzi e portato la propria testimonianza. Con loro anche Federico Betti in arte “MikeShowSha”, uno degli youtuber italiani più seguiti con oltre 1 milione di iscritti al suo canale, che ha incoraggiato i giovani calciatori a credere in se stessi coltivando le proprie passioni. I tre ospiti hanno poi ricevuto la speciale maglia con la scritta “Uno di Noi”, per poi partecipare alla foto di gruppo con i capitani degli oratori.

«Immagino che tutti voi abbiate un idolo dal quale trarre ispirazione, come per me è stato Totti – sono state le parole del campione d’Italia Primavera, Soleri - Ho avuto il privilegio di conoscerlo e di avere da lui molti consigli. È molto umile.

Al romanista ha fatto eco il laziale Lombardi: «Credeteci sempre. Io, alla vostra età, non ho avuto la fortuna di partecipare a un’iniziativa splendida come la Junior TIM Cup, ma da piccolo anche io ho conosciuto qualche campione e sognavo, come voi, di diventare un calciatore professionista. Non sempre vincono i più bravi: a volte ha la meglio chi ha più voglia di sacrificarsi e impegnarsi. Poi ci vuole fortuna come me, aggregato come ultimo attaccante in prima squadra e quest’anno addirittura in rete al debutto con l’Atalanta a Bergamo».

Mike ShowSha ha voluto offrire la propria esperienza: «Sono contentissimo di essere qui perché sento tutto il vostro entusiasmo e la vostra energia. Questo è un evento incredibile e voi ne siete le 16 squadre finaliste, quindi meritate un grande applauso e un incoraggiamento. Siete in un’età in cui è importante divertirsi e coltivare amicizie, e il calcio serve per entrambe le cose. Coltivate questa passione vivendola come un sogno e non come un’ossessione». Al termine del sorteggio, i tre ospiti d’eccezione hanno ricevuto la speciale maglia con la scritta “1 di Noi” per poi parte cipare alle foto di gruppo con i capitani degli oratori.

Tutte le emozioni della Junior TIM Cup sono raccontate sul sito www.juniortimcup.it e attraverso l’hashtag #juniortimcup.

 

 

La Junior Tim Cup all’Olimpico