13 febbraio 2018

Con ASviS ecco #2030whatareUdoing?

Al via la campagna di Sviluppo Sostenibile per stimolare il cambiamento che consentirebbe all’Italia di centrare gli Obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU

Obiettivo della campagna è dare spazio ai racconti delle organizzazioni aderenti all’ASviS , tra cui il Csi, che, attraverso azioni e progetti, contribuiscono al raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile. L’hashtag è il brand della campagna é fondamentale per raccogliere tutti i contributi, che verranno caricati su una pagina dedicata del sito e i più significativi presentati al Festival dello sviluppo sostenibile.
Con ASviS ecco #2030whatareUdoing?

Negli ultimi tempi è cresciuta la sensibilità della società italiana ai temi dello sviluppo sostenibile. Per stimolare e far circolare idee virtuose e modelli di comportamento in grado di incidere sulla realtà del nostro Paese. Con questa campagna Asvis chiede alle imprese, alle istituzioni, alle organizzazioni e alle persone di raccontarci attraverso post, foto, progetti, grandi e piccole azioni che realizzano una maggiore sostenibilità sociale, economica, ambientale.

Cosa stai facendo - come singolo, come società sportiva, come Csi - per contribuire a raggiungere i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile entro il 2030? Con questa domanda, l’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (ASviS) lancia oggi la campagna di sensibilizzazione #2030whatareUdoing?, per incoraggiare le organizzazioni, le aziende, le istituzioni e tutti gli utenti della rete a raccontare progetti, iniziative, azioni, ma anche comportamenti e gesti quotidiani che ognuno compie per fare la sua parte nel rispetto dei principi dell’Agenda 2030 dell’Onu, che l’Italia ha sottoscritto nel 2015 insieme ad altri 192 Paesi, e contribuire al raggiungimento dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile e dei relativi target: dalla riduzione della povertà e della fame, alla buona salute per tutti, dall’educazione di qualità alla lotta alle disuguaglianze e alle discriminazioni di genere, dalla protezione dell’ambiente alla lotta alla disoccupazione, dal cambiamento climatico all’eliminazione degli sprechi.

Con questa campagna, l’ASviS, che con i suoi oltre 180 aderenti, fra cui il Centro Sportivo Italiano, è la più grande rete di organizzazioni della società civile mai creata in Italia, chiede a chiunque voglia contribuire a diffondere la cultura della sostenibilità di pubblicare su Facebook o Twitter, con l’hashtag #2030whatareUdoing, un post che racconti attraverso un video o un’immagine, un progetto che testimoni cosa fa concretamente per aiutare il Paese ad accelerare il cammino verso la sostenibilità economica, sociale e ambientale.

 “E’ urgente innescare quel cambiamento culturale indispensabile affinché i cittadini esigano dalla politica di uscire dalla logica del breve termine per guardare al futuro del Paese, garantire il benessere alla generazione presente e a quelle che verranno e rendere il mondo più sostenibile da tutti i punti di vista: sociale, economico, ambientale”, spiega il Portavoce dell’ASviS, Enrico Giovannini. “Spero che con questa campagna si attivi un processo virale ricco di testimonianze: oggi la gente è molto più attenta e impegnata sui temi della sostenibilità e il Paese è pieno di ottimi esempi e di esperienze positive”.

 La campagna #2030whatareUdoing? proseguirà fino alla seconda edizione del Festival dello Sviluppo Sostenibile, che si svolgerà in tutta Italia dal 22 maggio al 7 giugno. Le migliori pratiche che emergeranno verranno valorizzate nell’ambito di quella che, con centinaia di eventi su tutto il territorio nazionale, sarà la più grande manifestazione organizzata per sensibilizzare e stimolare riflessioni sui temi della sostenibilità.

La campagna #2030whatareUdoing? prosegue quella lanciata da Fondazione Lavazza alla fine dello scorso anno in occasione della presentazione del Calendario 2018, alla quale l’ASviS ha contribuito con contenuti e diffusione sul web.

Ti potrebbe interessare anche