Il 15 ottobre via alla Giornata Paralimpica

Il 15 ottobre via alla Giornata Paralimpica
Trentamila studenti, campioni olimpici e  paralimpici, rappresentanti istituzionali e testimonial del mondo dello sport e dello spettacolo si troveranno insieme anche quest’anno per la quarta edizione della Giornata Nazionale dello Sport Paralimpico che si svolgerà il 15 ottobre, nelle piazze delle undici città di Torino, Milano, Genova, Padova, Ravenna, Todi, Roma, Salerno, Bari, Trapani, Cagliari.
La Giornata Nazionale dello Sport Paralimpico, è una manifestazione sportiva organizzata dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e da Enel Cuore Onlus, durante la quale i campioni paralimpici invitano gli studenti delle scuole a conoscere e a praticare insieme le discipline paralimpiche in un momento di integrazione senza competizione. Le discipline paralimpiche che verranno praticate durante la manifestazione sono tantissime: atletica leggera, basket e minibasket in carrozzina, pallacanestro per disabili mentali, tennis e tennis-tavolo, adaptive rowing, hockey, scherma, tiro con l’arco, torball, bocce, show down ed altre attività sportive che rendono la manifestazione una vera kermesse dello sport integrato.
La Giornata Paralimpica è, infatti, il modo migliore per avvicinare i ragazzi disabili e le loro famiglie, alla pratica sportiva, a conferma di come lo sport sia come portatore di valori quali l’inclusione e l’integrazione. In ognuna delle 11 città, infatti, saranno decine i progetti di sport integrato, realizzati all'interno della scuole italiane, che verranno presentati nel corso dell'evento e che vedranno protagonisti tutti gli studenti, nessuno escluso.
Quest’anno per la prima volta la Giornata Paralimpica avrà la collaborazione in ciascuna delle 11 piazze del Centro Sportivo Italiano. “Questo appuntamento è un altro passo dell’alleanza tra Centro Sportivo Italiano e CIP –  ha spiegato il presidente nazionale del CIP, Luca Pancalli - Con gli enti, con il Csi, e con Massimo Achini abbiamo dei progetti condivisi da portare avanti assieme per migliorare le attività sportive per diversamente abili”. La Giornata Paralimpica verrà trasmessa in diretta su Sky Sport 24 con collegamenti e interviste dalle piazze di Roma e Milano. Un formidabile strumento comunicativo per promuovere una immagine positiva della disabilità. Il Comitato Italiano Paralimpico è impegnato a garantire a tutti i soggetti disabili il diritto alla pratica sportiva, quale efficace mezzo di integrazione e crescita personale attraverso la sfida con se stessi e con gli altri attraverso l’incontro-confronto formativo, affinché lo sport sia un diritto/opzione esercitabile da ogni cittadino.
 
A Modena la Commissione Sport e disabili
Il Centro Sportivo Italiano sul territorio italiano supporta tale attività, da quest’anno anche con un apposita commissione "Sport e Disabili".  Presieduta da Anna Maria Manara si è riunita sabato 10 ottobre presso la sede del Comitato di Modena per analizzare e discutere la bozza del questionario conoscitivo dell'Attività sportiva, formativa e progettuale nel settore disabili che verrà inviato nei prossimi giorni ai comitati territoriali e regionali. L'obiettivo del questionario, tra gli altri, è quello di valorizzare le esperienze passate e presenti nel settore, diffonderle e farle diventare un patrimonio associativo. Si è poi passati a parlare delle prossime tappe del lavoro della commissione in particolare dell'importante aspetto comunicativo nonché della realizzazione del programma di attività sportiva previsto. Ci si è soffermati in particolare su un'ipotesi di regolamento di attività di Calcio a 5 per Disabili psichici. Dopo la consolidata esperienza di alcuni comitati lombardi, sarà l'Emilia Romagna la prossima regione a sperimentare un campionato di Calcio a 5 per la categoria Diversamente abili, che interesserà alcune società sportive delle provincie di Reggio Emilia, Modena e Parma e che partirà alla fine del prossimo mese di ottobre.