27 marzo 2020

#StorieDiSport del 27 marzo

Sportivi ogni giorno nel tempo del Coronavirus

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive
#StorieDiSport del 27 marzo

Scelti per voi dai social CSI

Csi Brescia e Radio Bruno Brescia lanciano il concorso #torneremopresto
CSI Brescia e Radio Bruno Brescia, con la speranza che presto ritorni tutto alla normalità, hanno lanciato il concorso “torneremo presto”. Si può partecipare inviando una frase dedicata allo sport utilizzando l’hashtag #torneremopresto.   

Campioni nello sport

Campioni nello sport

Papa Francesco dona 30 respiratori agli ospedali delle zone colpite dal Covid-19
Papa Francesco ha affidato 30 respiratori acquistati nei giorni scorsi all’Elemosineria Apostolica perché questa ne possa fare dono ad alcune strutture ospedaliere nelle zone più colpite dalla pandemia di Covid-19. Lo ha fatto alla vigilia della straordinaria preghiera universale che oggi, venerdì 27 marzo, alle ore 18, unirà i cattolici di tutto il mondo, collegati con piazza San Pietro.

Il futuro dello sport

Milano: in cantiere grandi sogni
A Milano gli allenamenti da casa con i tutorial del Csi e la creatività delle società sportive sono un vero successo. Contest artistici per rifare il logo, tombolate on line con tutti gli atleti, chi ha lanciato challenge “padri – figli” e chi convocazioni on line di tutta la squadra per stare un po’ insieme a distanza. Il Csi Milano ha pensato anche ai dirigenti sportivi in questo “fermo” di attività sportiva. Idee per migliorare la società sportiva. E un direttivo on line dedicato ai grandi sogni della prossima stagione sportiva.

 

Dai nostri inviati

Il CSI Cava consegna 70 mascherine al Convento S.Francesco
Il presidente del Csi Cava de’ Tirreni, Giovanni Scarlino, ha consegnato nelle mani del rettore del Convento di S.Francesco Don Pietro Isacco 70 mascherine che serviranno durante la consegna dei pasti per la mensa dei poveri. Un piccolo ma significativo gesto da parte del comitato metelliano per gli operatori che quotidianamente sono impegnati nell’assistenza delle persone bisognose e per gli utenti della mensa stessa.

Chi gioca nel contest #StorieDiSport?

Una corsa senza ostacoli
Non ci sono ostacoli insuperabili. Sembra dirci Giovanni (CSI Sasso Marconi Bologna), che, dopo il bronzo agli assoluti di Ancona, continua gli allenamenti a casa regalandoci questo suo video! Buon lavoro e in bocca al lupo! 

Lo sport da leggere

Lo sport da leggere

Terribile splendore. La più bella partita di tennis di tutti i tempi
Marshall Jon Fisher
Il 20 luglio 1937 il campo centrale di Wimbledon è «verde e teso come un panno da biliardo». È il giorno della finale interzone di Coppa Davis e di fronte a quattordicimila spettatori va in scena la più bella partita di tennis di tutti i tempi: l’imberbe proletario dai capelli rossi Don Budge affronta l’idolo del pubblico, il barone von Cramm. Sul finire della Grande depressione, alle soglie della Seconda guerra mondiale, il significato dell’incontro tra l’americano numero uno al mondo e l’elegante aristocratico tedesco travalica i confini dello sport: Budge si batte per la gloria della patria, von Cramm per la sua stessa vita. Inviso al regime nazista, sorvegliato dalla Gestapo, la strategia di sopravvivenza del barone funziona sulla base dei successi collezionati sul campo. Von Cramm però sembra teso, il suo volto meno luminoso del solito. Poco prima del match una telefonata imprevista deve averlo messo in agitazione: «Era Hitler, voleva augurarmi buona fortuna».