3 aprile 2020

#StorieDiSport del 3 aprile

Sportivi ogni giorno nel tempo del Coronavirus

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive
#StorieDiSport del 3 aprile

Il futuro dello sport

Dalla Sardegna un bel calcio al Covid 19
Una porta, l’area di rigore, il Csi Sassari a centrocampo e un tridente all’attacco del Coronavirus. Insieme in campo, con i colori della sua maglia preferita, quella della Polisportiva Buddusò. E poi il logo del Centro Sportivo Italiano che, disegnato da un bambino, è ancora più bello. Ecco come Dario inizia a immaginare la prima nuova partita della sua squadra azzurra.

Campioni nello sport

Giusy Versace Csi passa il testimone: Restate a casa
Dal Csi Milano ci arriva il sorriso, il saluto ed il pensiero di Giusy Versace. campionessa della velocità paralimpica, grande amica dell’associazione. “Abbiamo il dovere si essere squadra. Ora più che mai per battere un avversario invisibile”. Spiega la sua esperienza dell’incidente. “Fui costretta a lungo a casa in sedie a rotelle. Ma per questo dico siate forti, propositivi, forti, ligi e rispettosi delle regole”. Per rilanciare ancora una volta sul rettilineo finale: “Modificate le abitudini, allenatevi allora a casa come me e soprattutto Restate a casa”.

Scelti per voi dai social CSI

Da Foggia "Una canzone per abbracciarti ancora"
La TMA Caputo Ippolito di Foggia, con ritmo e originalità, propone su Facebook un brano inedito che vuole essere un abbraccio carico d'affetto a ciascun bambino.

Dai nostri inviati

Da Napoli “paper challenge” a ritmo di musica
L’oratorio Immacolata (CSI Napoli) ha partecipato su Facebook la #stayathomechallenge. I ragazzi palleggiano con la carta igienica a tempo di musica carioca.

Lo sport da leggere

Lo sport da leggere

Donne in bicicletta. Una finestra sulla storia del ciclismo femminile in Italia
Antonella Stelitano
Grazie a uno scrupoloso lavoro di scavo e ricerca, impreziosito dalle testimonianze dirette delle protagoniste, Antonella Stelitano rende finalmente giustizia all’epopea del ciclismo femminile tricolore, fino a oggi colpevolmente trascurato dalla storiografia nonostante i grandi successi ottenuti sul piano sportivo e sociale. Sì, perché i chilometri percorsi da tante ragazze sprint – per anni sbeffeggiate, derise e addirittura insultate per la loro passione – hanno contribuito in maniera determinante non solo ad arricchire il palmarès di medaglie del ciclismo italiano, ma anche ad abbreviare il lungo e faticoso cammino verso l’emancipazione femminile. Attraverso racconti, foto e documenti inediti veniamo così a conoscenza di un mondo di fatica, sacrificio e dedizione che oggi, per la prima volta, ottiene il meritato riconoscimento.

Chi gioca nel contest #StorieDiSport?

Karate da casa: allacciate le cinture con il CSI Bologna
Karate per tutti. Il Maestro Gianni Bacilieri, responsabile Karate CSI Bologna ed Emilia Romagna, su Instagram offre qualche spunto utile per chi vuole allenarsi in questo periodo di quarantena.