Clericus Cup, sabato la finale Red Mat - NAM

Clericus Cup, sabato la finale Red Mat - NAM
Ancora loro. Proprio come nella finale del 2009, saranno Redemptoris Mater e North American Martyrs a contendersi la Coppa col Saturno nella finale della Clericus Cup edizione 2010. Archiviata la Coppa Italia, il Campionato di serie A e la Champions League, resta solo il campionato del mondo di calcio per seminaristi e sacerdoti a placare le crisi di astinenza da calcio degli appassionati, prima dell’inizio dell’avventura mondiale in Sud Africa.
Al fischio d’inizio della finale del torneo vaticano - previsto per sabato 29 maggio alle ore 11 sul campo A del Pontificio Oratorio di San Pietro (via di Santa Maria Mediatrice 24) - gli americani cercheranno di scacciare i fantasmi della precedente edizione, nella quale persero in finale per 1 a 0 (gol di Tisato). Quest’anno la compagine neocatecumenale, sembra addirittura più in forma rispetto allo scorso anno. L’undici di Mister Paolo Santarelli ha superato infatti la regular season a punteggio pieno (21 punti in sette partite) e la Gregoriana nei quarti di finale con un controverso 3-2. Match su sui ancora si discute su blog e portali sportivi, complice anche un fallo di reazione del tedesco della Gregoriana, Matias Kugler, che ha emulato il “calcione” di Francesco Totti su Mario Balotelli nella finale di Coppa Italia. In semifinale (giocata proprio sabato scorso) il Redemptoris Mater ha avuto bisogno dei tempi supplementari per battere 2-1 un Collegio Brasiliano, mai domo pur con un uomo in meno, ma ha dimostrato ancora compattezza e solidità.
 
I North American Martyrs hanno perso solo due partite durante il girone di qualificazione. Una con il Collegio Polacco, che li ha battuti ai rigori per 7-5 (il 6 marzo 2010) e l’altra proprio contro il Redemptoris Mater, che li ha superati di misura per 1-0 lo scorso 17 aprile. L’ago della bilancia dei pronostici penderebbe dunque dalla parte dei neocatecumenali. Ma gli americani hanno dimostrato grande personalità e preparazione atletica nei quarti di finale contro il Sedes Sapientiae, battuto con un perentorio 3-0, e in semifinale contro i Guanelliani, superati con il punteggio altrettanto sonoro di 2-0. Inoltre potranno contare sul super tifo di un altro undici, quello dei Supermartyrs: Spiderman, Batman e Robin, lo Zio Sam, King Kong, Elvis Presley, Capitan America, Superman, il comandante dell’Enterprise di Star Trek, James Kirk, la banana Miss Chiquita. Una una vera e propria squadra di supereroi che sosterrà la squadra dell’allenatore-giocatore David Santos dalla tribune.
 
Il big match tra Redemptoris Mater e North American Martyrs sarà preceduto, alle ore 9, dalla finalina per il 3° e 4° posto tra Guanelliani e Collegio Brasiliano. I giocatori delle quattro squadre che sabato prossimo daranno vita alla giornata conclusiva del campionato di calcio vaticano provengono da 19 Nazioni (Italia, Brasile e Usa le più rappresentate). A seguire le premiazioni, in cui saranno assegnati dagli sponsor del torneo, i premi al miglio portiere, al miglio allenatore, al capocannoniere del torneo (Anthony Naah del Sedes Sapientiae, con 10 reti all’attivo sembra ormai inavvicinabile) e per la prima volta anche alla migliore tifoseria.