Finali U14, i titoli polisportivi del Csi

Finali U14, i titoli polisportivi del Csi
Tre giorni di sfide e confronti per conquistare i dodici titoli nazionali giovanili del Centro sportivo italiano. Dal 27 al 30 maggio, presso il PalaGetur del Villaggio olimpico sportivo di Lignano Sabbiadoro (viale Centrale 29), 798 atleti Under 14 (579 maschi e 219 femmine) provenienti da 13 regioni, si contenderanno dodici scudetti blu-arancio del Csi in altrettante specialità agonistiche: minivolley, supervolley, pallavolo maschile e femminile Under 14, Calcio a 5 Under 10, Under 12 e Under 14, calcio a 7 Under 12 e Under 14, calcio a 11 maschile, minibasket e pallacanestro maschile.
 
Ad accoglierli ci sarà Massimo Achini, il presidente nazionale del Csi, che sarà al GeTur nel corso della tre giorni, per congratularsi con i finalisti ed incoraggiarli nel proseguire in un’esperienza affascinante, arricchita dalla gratitudine verso i propri educatori, allenatori e genitori.
 
Accanto alle discipline sportive principali (basket, volley o calcio), ossia quelle attività di squadra per cui i ragazzi si allenano quotidianamente, ogni formazione sarà impegnata in altre prove complementari, come il triathlon (nuoto, corsa e bike) o il beach dodgeball, una palla prigioniera giocata in spiaggia, oltre al salto in lungo e al lancio del vortex. In conformità al progetto Ragazzi in sport, dedicato ai giovanissimi del Csi, prove di orientamento, corsa, lanci e salti, svilupperanno nei preadolescenti diverse abilità motorie, che completeranno le qualità tecniche già acquisite nella pratica delle loro attività sportive, armonizzando il loro sviluppo fisico. La classifica finale sarà ricavata dalla somma dei punti ottenuti da ogni squadra nella propria disciplina con, in una percentuale minore, quelli conquistati negli sport complementari.
Venerdì mattina, 28 maggio, sfileranno 13 regioni (primato alla Lombardia, presente con 340 atleti), rappresentate da 68 società di 32 comitati, per un totale di 77 squadre. Il Lazio e Abruzzo porteranno in Friuli una sola formazione a testa, Umbria e Liguria avranno tre squadre ciascuna; la Calabria e le Marche quattro. La Campania avrà sei squadre, mentre il Piemonte e la Puglia faranno il tifo per le loro 5 finaliste. Dal Veneto arriveranno invece sei formazioni, mentre dalla lontana Sicilia addirittura 9. L’Emilia Romagna sarà rappresentata in quasi tutti i tornei, contando su 10 squadre. Saranno infine 20 le squadre della Lombardia.