Centro Sportivo Italiano - Presidenza Nazionale - Notizie http://www.csi-net.it Feed RSS Notizie della Presidenza Nazionale del CSI <![CDATA[ Coronavirus: si stimano i danni per lo sport di base ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4385 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4385

Al via in queste ore una rilevazione online del CSI sulle società sportive per rilevare l’impatto economico causato dal contagio da Covid-19, che si concluderà la sera di martedì 31 marzo. ]]>

Al via in queste ore una rilevazione online del CSI sulle società sportive per rilevare l’impatto economico causato dal contagio da Covid-19, che si concluderà la sera di martedì 31 marzo.

La Presidenza Nazionale del CSI sta effettuando in queste ore una rilevazione delle ricadute economiche che l’emergenza Coronavirus avrà sulle proprie società affiliate. I dati così raccolti saranno presentati al Governo italiano allo scopo di fotografare il problema e quantificare eventuali interventi urgenti di sostegno alle società sportive con provvedimenti legislativi ad hoc di natura economica.

Tutte le società sportive affiliate, pertanto, sono invitate a compilare un semplice form online, rispondendo in modo realistico a qualche semplice domanda. Il link per accedere al modulo online verrà inviato via email a tutte le società affiliate, oppure è reperibile in un apposito box appena entrati nell’area riservata di Tesseramento Online CSI.

I moduli online vanno compilati ENTRO le ore 24 di MARTEDI 31 MARZO 2020. Nella giornata successiva del 1° aprile il Presidente CSI Vittorio Bosio, invierà a Giovanni Malagò, Presidente del CONI, il resoconto delle stime dei danni economici subiti dalle nostre società sportive, il quale li presenterà unitamente a quelli provenienti da tutti gli altri Organismi Sportivi al Ministro dello Sport, On. Vincenzo Spadafora, e al Presidente di Sport e Salute Spa, Prof. Avv. Vito Cozzoli.

]]>
<![CDATA[ Decreto Cura Italia: domande e risposte per gli aiuti allo sport ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4384 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4384

]]>

La rivista FiscoSport ha pubblicato le FAQ (risposte ai quesiti più ricorrenti) in materia di provvedimenti a sostegno del mondo sportivo dilettantistico a seguito dell’emanazione del cosiddetto “Decreto Cura Italia”. È possibile scaricare gratuitamente la newsletter dall’area riservata al tesseramento online del CSI, oppure consultarla sul sito di FiscoSport all’indirizzo al link sottostante che sarà costantemente aggiornato a seguito dei chiarimenti che via via arriveranno dal Governo, dal Ministero dello Sport e dalla società Sport e Salute SpA.

Consulta la rivista FiscoSport

]]>
<![CDATA[ Anche in casa lo sport CSI è assicurato ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4382 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4382

In seguito ai DPCM sul Covid-19, il Csi ha esteso le garanzie di polizza anche per le attività sportive svolte presso l’abitazione dei propri tesserati, sotto forma di allenamento autorizzato dal Csi. L’estensione è valida a condizione che le attività svolte a casa siano riconducibili a programmi di allenamento rientranti in quelli previsti dalla disciplina sportiva. ]]>

In seguito ai DPCM sul Covid-19, il Csi ha esteso le garanzie di polizza anche per le attività sportive svolte presso l’abitazione dei propri tesserati, sotto forma di allenamento autorizzato dal Csi. L’estensione è valida a condizione che le attività svolte a casa siano riconducibili a programmi di allenamento rientranti in quelli previsti dalla disciplina sportiva.

Per molti italiani i salotti, i balconi, le stanze delle proprie abitazioni sono in questi giorni adattati a palestre, spazi di movimento ginnici. Ci si allena, soli o con i familiari, senza problemi e senza rischi. Per tutti i tesserati al CSI sono infatti estese agli allenamenti sportivi effettuati tra le mura domestiche le coperture prestate da UnipolSai, tra le compagnie assicurative leader nel settore dello sport e tempo libero. Tutte le garanzie di polizza si intendono infatti operanti anche per le attività sportive svolte presso l’abitazione del tesserato sotto forma di allenamento autorizzato dal CSI.

Questa estensione e' valida a condizione che le attività svolte a casa siano riconducibili a programmi di allenamento rientranti in quelli previsti dalla disciplina sportiva. In copertura tutti i sinistri eventualmente avvenuti a decorrere dall’introduzione delle disposizioni straordinarie intervenute (DPCM su emergenza sanitaria Covid-19) e er tutta la durata dello stato di emergenza.

]]>
<![CDATA[ #StorieDiSport del 27 marzo ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4381 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4381

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>
<![CDATA[ Oggi la benedizione Urbi et Orbi ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4380 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4380

La preghiera e la benedizione 'Urbi et Orbi' di Papa Francesco, nell'emergenza coronavirus. A quanti si uniranno spiritualmente a questo momento tramite i media, sarà concessa l’indulgenza plenaria. ]]>

La preghiera e la benedizione 'Urbi et Orbi' di Papa Francesco, nell'emergenza coronavirus. A quanti si uniranno spiritualmente a questo momento tramite i media, sarà concessa l’indulgenza plenaria.

C'è grande attesa nel mondo per l'appuntamento odierno di preghiera universale che il Papa ha proposto personalmente in occasione dell'Angelus, domenica scorsa, e ha ribadito all'Udienza Generale.

Il primo appello a tutti i cristiani si è concretizzato proprio mercoledì 25 marzo, nell'invocazione a Dio onnipotente attraverso le parole del Padre Nostro in contemporanea con i Capi delle Chiese e i leader di tutte le Comunità cristiane. 

Ascolteremo la Parola di Dio, eleveremo la nostra supplica, adoreremo il Santissimo Sacramento, con il quale al termine darò la Benedizione Urbi et Orbi, a cui sarà annessa la possibilità di ricevere l’indulgenza plenaria.

Come fa sapere la Sala Stampa vaticana, in questa speciale circostanza, nei pressi del cancello centrale della Basilica Vaticana, saranno collocati l’immagine della Salus Populi Romani e il Crocifisso di San Marcello.

Dopo l’ascolto della Parola di Dio, Papa Francesco terrà una meditazione. Il Santissimo Sacramento sarà esposto sull’altare collocato nell’atrio della Basilica Vaticana e dopo la supplica, seguirà il rito della Benedizione eucaristica “Urbi et Orbi”. Quindi il cardinale Angelo Comastri, Arciprete della Basilica di San Pietro, pronuncerà la formula per la proclamazione dell’indulgenza.

A partire dalle ore 18.00 l'evento sarà trasmesso in diretta mondovisione da Vatican Media e potrà essere seguito in più lingue sulla Radio Vaticana e su Vatican News (facebook e youtube) .

Si potrà seguire da casa attraverso la diretta su Avvenire.it e a partire dalle ore 17,50 in televisione su Tv2000 (canale 28 e 157 Sky) e su RAI1.

]]>
<![CDATA[ #StorieDiSport del 26 marzo ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4378 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4378

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>
<![CDATA[ #StorieDiSport del 25 marzo ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4377 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4377

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>
<![CDATA[ #StorieDiSport del 24 marzo ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4376 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4376

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>
<![CDATA[ #StorieDiSport del 23 marzo ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4375 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4375

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>
<![CDATA[ #StorieDiSport del 21 marzo ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4374 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4374

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>
<![CDATA[ FAQ Decreto Cura Italia ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4373 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4373

L’Ufficio giuridico-fiscale del CSI, in questa sezione, risponde alle domande più frequenti dal territorio associativo. La pagina è in continuo aggiornamento. Per domande, informazioni o suggerimenti scrivere a fiscale@csi-net.it - giuridico@csi-net.it ]]>

L’Ufficio giuridico-fiscale del CSI, in questa sezione, risponde alle domande più frequenti dal territorio associativo. La pagina è in continuo aggiornamento. Per domande, informazioni o suggerimenti scrivere a fiscale@csi-net.it - giuridico@csi-net.it

Continuo aggiornamento sulle misure del decreto Cura Italia, a cura della Presidenza nazionale del Centro Sportivo Italiano. L’Ufficio giuridico-fiscale, in questa sezione, risponde alle domande più frequenti (FAQ) dal territorio associativo, precisando subito la necessità di fare attenzione a quanto riportato in rete da fonti non ufficiali poiché non sempre è frutto di lettura dei testi, o di norme effettivamente pubblicate, ma di voci che circolano, oppure anticipazioni che potrebbero poi non avere un’effettiva traduzione in norme e prescrizioni. 

]]>
<![CDATA[ Il Csi a tutte le società sportive ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4372 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4372

L'emergenza epidemiologica che stiamo vivendo, ha spinto il Presidente Nazionale Vittorio Bosio ad una lettera inviata al territorio associativo per esprimere la vicinanza dell’Ente di Promozione Sportiva, del Presidente e di tutta la Presidenza Nazionale alle società sportive ed ai tesserati che stanno sopportando enormi disagi connessi allo stop delle attività sportive. ]]>

L'emergenza epidemiologica che stiamo vivendo, ha spinto il Presidente Nazionale Vittorio Bosio ad una lettera inviata al territorio associativo per esprimere la vicinanza dell’Ente di Promozione Sportiva, del Presidente e di tutta la Presidenza Nazionale alle società sportive ed ai tesserati che stanno sopportando enormi disagi connessi allo stop delle attività sportive.

Carissimi Presidenti,

in questo momento dell’anno avrei voluto scrivervi per invitarvi a partecipare alle attività sportive regionali e nazionali. Purtroppo non ci è possibile, non per nostra volontà!

La decisione di sospendere le attività nazionali e regionali del Centro Sportivo Italiano, presa con un doveroso senso di responsabilità, non è in realtà una resa, ma una chiamata a condividere la lotta al terribile virus che sta uccidendo tantissime persone in Italia a nel mondo. L’affidare oggi la priorità alle attività provinciali, appena saranno possibili, deve essere un segno di speranza e di capacità di reagire tutti insieme, senza farci prendere dallo sconforto.

Bisogna ora concentrarci sul possibile, dando priorità alle discipline individuali, pronti a riprendere e completare le manifestazioni locali e provinciali. Capisco che non sia facile, ma non possiamo permetterci di farci mettere al tappeto da un nemico silenzioso e terribile, invisibile e implacabile. Dopo l’epidemia, il mondo sarà diverso e lo saremo anche noi, ma le giovani generazioni che ci sono state affidate devono sapere che, appena le istituzioni ce lo consentiranno, noi saremo al nostro posto, a proporre sport educativo e formativo, a lavorare con oratori, parrocchie, centri sportivi, comuni.

I giorni che seguiranno non saranno certo facili anche perché si vedranno gli effetti socio-economici della pandemia. Oggi siamo tutti concentrati sul tema socio-sanitario, della assistenza e della cura dei malati che, purtroppo, sono deceduti in diverse migliaia e che continuano a lasciarci. Il dopo-pandemia è facile da immaginare: sarà come osservare un paesaggio devastato dalla bomba nucleare, con ovunque distruzioni di attività, fallimenti, gente senza lavoro. E famiglie nella disperazione, soprattutto quelle con a carico persone fragili. Fin dal primo giorno siamo stati vicini alle istituzioni e siamo stati pronti ad eseguire le indicazioni, anche le più stringenti, anche quelle al momento apparentemente eccessive. Invece, forse, avremmo dovuto fare molto di più da subito.

Non voglio entrare qui su questi aspetti, perché non attengono al mio compito, ma voglio rassicurare tutti voi dirigenti, che dovete fare i conti anche con le risorse economiche, con la disponibilità di volontari e con la gestione di impianti sportivi, che già da giorni, avendo intuito quello che si stava verificando, a nome del Centro Sportivo Italiano, ho interpellato le istituzioni di riferimento per la vita dello sport con una lettera che, riletta oggi, a distanza di pochi giorni, assume una importanza straordinaria.

Lo abbiamo fatto senza clamori e senza farci ospitare dagli organi di stampa o di comunicazione nazionale, ma lo abbiamo fatto. Con lo stile CSI: esame dei problemi che si verificheranno e conseguenti proposte per sostenere lo sport di base. La pandemia si sconfigge anche così: sostenendo l’attività sportiva di tante piccole e piccolissime società sportive che sotto questo uragano rischiano la chiusura. E questo dobbiamo scongiurarlo perché ne va del futuro dell’Italia. Vi chiedo di avere pazienza, di rispettare le indicazioni delle autorità competenti, di attendere che le buone notizie si manifestino per poi cominciare ad immaginarci sui campi, nelle palestre, nelle piscine, nelle piazze, nei parchi. Approfittate di questi giorni per stare in contatto con i vostri dirigenti, atleti, operatori, genitori e a tutti quanti orbitano nel vostro mondo sportivo. Fate sentire loro il calore umano di cui davvero lo sport è così fortemente portatore.

Vi chiedo anche di fare arrivare un messaggio di ringraziamento a tutti gli operatori della Sanità, al mondo associativo di assistenza e di volontariato, perché è principalmente grazie a loro se possiamo ancora immaginarci un futuro per le nostre comunità. Vi abbraccio tutti e vi ringrazio per tutto quello che avete fatto per gli ideali del CSI e che continuerete a fare anche nel futuro.

A presto.

 

Vittorio Bosio
Presidente Nazionale Csi

]]>
<![CDATA[ #StorieDiSport del 20 marzo ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4371 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4371

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>
<![CDATA[ A Roma parte il progetto «Safe Zone» ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4370 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4370

]]>

L’Istituto Psicoanalitico per le Ricerche Psicosociali, il 21 e 22 gennaio, ha ospitato a Roma il kick off meeting del progetto europeo “Safe Zone”, finanziato dalla European Union’s Internal Security Fund– Police: un nuovo approccio per prevenire la radicalizzazione e l’estremismo violento tra i giovani adolescenti. 

Il progetto si svolgerà in 4 paesi europei: Italia, Germania, Portogallo e Slovenia, con 7 organizzazioni partner tra cui il CSI. 

Safe Zone ha lo scopo di sviluppare una metodologia degli strumenti di formazione utili per allenatori ed educatori al fine di accrescere le loro capacità di riconoscere e prevenire il fenomeno tra i giovani. Si lavorerà nei prossimi mesi alla creazione e condivisione della metodologia, che verrà discussa a Porto nel prossimo meeting.

]]>
<![CDATA[ Safe Zone ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4369 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4369

Il CSI è partner del progetto #SafeZone finanziato dalla European Union’s Internal Security Fund –Police insieme ad altre 6 organizzazioni. Della durata di 2 anni, promuoverà la cooperazione tra i vari attori coinvolti nell'istruzione dei giovani di età inferiore ai 18 anni attraverso incontri con attori chiave e dirigenti di club sportivi, nonché seminari con allenatori ed educatori nell'ambito dello sport. Lo scopo di queste azioni è sviluppare una strategia di prevenzione comune nella lotta contro la radicalizzazione giovanile e l'estremismo violento. ]]>

Il CSI è partner del progetto #SafeZone finanziato dalla European Union’s Internal Security Fund –Police insieme ad altre 6 organizzazioni. Della durata di 2 anni, promuoverà la cooperazione tra i vari attori coinvolti nell'istruzione dei giovani di età inferiore ai 18 anni attraverso incontri con attori chiave e dirigenti di club sportivi, nonché seminari con allenatori ed educatori nell'ambito dello sport. Lo scopo di queste azioni è sviluppare una strategia di prevenzione comune nella lotta contro la radicalizzazione giovanile e l'estremismo violento.

Il CSI è partner del progetto "Safe Zone", finanziato dalla European Union’s Internal Security Fund –Police. Della durata di 2 anni, promuoverà la cooperazione tra i vari attori coinvolti nell'istruzione dei giovani di età inferiore ai 18 anni attraverso incontri con attori chiave e dirigenti di club sportivi, nonché seminari con allenatori ed educatori nell'ambito dello sport. Lo scopo di queste azioni è sviluppare una strategia di prevenzione comune nella lotta contro la radicalizzazione giovanile e l'estremismo violento.

Il progetto è coordinato dall'IStituto psicoanalitico per la ricerca sociale in collaborazione con altri sei partner europei: oltre al Centro Sportivo Italiano, c'è il partner tedesco Christliches Jugenddorfwerk Deutschlands, i partner sloveni Alma Mater Europaea-Evropski Center e Mma Klub Maribor, e i partner portoghesi Universidade Catolica Portuguesa e Instituto Portugues do Desporto e Juventude.

]]>
<![CDATA[ #StorieDiSport del 19 marzo ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4368 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4368

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>
<![CDATA[ #StorieDiSport del 18 marzo ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4367 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4367

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>
<![CDATA[ Coronavirus: il nuovo decreto 'Cura Italia' ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4366 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4366

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto “Cura Italia”, che raccoglie tutte le misure economiche volte a sostenere l’Italia intera, dalle imprese ai dipendenti, passando per privati e società, a seguito dei danni ingenti prodotti dall’ emergenza coronavirus. Il Decreto interessa anche il mondo dello sport ed il suo comparto. In sintesi gli aspetti inerenti le società sportive dilettantistiche e gli Eps ]]>

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto “Cura Italia”, che raccoglie tutte le misure economiche volte a sostenere l’Italia intera, dalle imprese ai dipendenti, passando per privati e società, a seguito dei danni ingenti prodotti dall’ emergenza coronavirus. Il Decreto interessa anche il mondo dello sport ed il suo comparto. In sintesi gli aspetti inerenti le società sportive dilettantistiche e gli Eps

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge n.18 del 17 marzo 2020 (in allegato) inerente “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”.
«Senza bisogno di annunci, si riconosce la presenza del CSI nel sostenere l’azione delle Istituzioni e il bisogno delle persone e delle comunità, sportive e non». Queste le parole del presidente nazionale CSI, Vittorio Bosio, a poche ore dalla pubblicazione del Decreto.
 

Il Decreto interessa anche il mondo dello sport ed il suo comparto. Di seguito in sintesi gli aspetti inerenti le società sportive dilettantistiche

]]>
<![CDATA[ #StorieDiSport del 17 marzo ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4365 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4365

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>
<![CDATA[ #StorieDiSport del 16 marzo ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4364 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4364

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>

Leggere, condividere, allenarsi, raccontare lo sport in sei finestre quotidiane dai social, dai ragazzi, dalle società sportive ]]>