Centro Sportivo Italiano - Presidenza Nazionale - Notizie http://www.csi-net.it Feed RSS Notizie della Presidenza Nazionale del CSI <![CDATA[ Terzo Settore e adeguamento degli statuti: il 2 agosto è il termine ultimo? ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4140 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4140

]]>

L’autorevole Circolare del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili (CNDCEC) del 9 aprile 2019  dal titolo “Riforma del Terzo settore: elementi professionali e criticità applicative”, fornisce un'interpretazione che conferma quanto sembra risultare dal dato testuale della norma: possiamo davvero dare per scongiurata la perentorietà del termine e affermare che si tratti esclusivamente del termine entro il quale le tre tipologie di enti interessati (ODV, APS, ONLUS) potranno apportare le modifiche obbligatorie con i quorum assembleari semplificati? Vediamo di fare chiarezza in questo articolo di Patrizia Sideri, Commercialista in Siena, apparso sulla Newsletter n. 8/2019 di FiscoSport, scaricabile gratuitamente nell'Area Riservata delle associazioni affiliate al CSI.

Leggi tutto...

]]>
<![CDATA[ Monitoraggio Attività Legislativa: ecco il numero di marzo 2019 ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4139 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4139

]]>

E' stato pubblicato sul ns. sito il numero di marzo della rivista “Monitoraggio attività legislativa”, a cura dell’Ufficio Affari Legislativi, Istituzionali e Attività di Presidenza del CONI Nazionale. La rivista mensile (11 numeri all’anno), riassume tutti i provvedimenti sottoposti nel mese precedente a presentazione, ad esame e/o ad approvazione da parte del Consiglio dei Ministri, del Parlamento e delle Regioni e/o pubblicati in Gazzetta Ufficiale (ivi compresi i Progetti e i Disegni di Legge presentati in Parlamento da singoli Deputati e Senatori), in materia di sport o materie affini e collaterali ad esso. Insomma, è una sorta di “estratto conto” legislativo e parlamentare che rappresenta tutti i “movimenti” mensili e che ci dà un quadro completo e aggiornato non solo delle ultimissime disposizioni nazionali o locali, ma anche delle discussioni in atto e le possibili future leggi dello Stato sulle materie di nostro diretto o indiretto interesse.

In particolare, su questo numero, la proposta di Daniele Belotti (Lega-Salvini Premier) sulla Delega al Governo in materia di ordinamento sportivo, diverse presentazioni di Disegni e Proposte di Legge, nonchè alcune Leggi Regionali tra cui la Sardegna (che ha erogato contributi a tutti tranne che al CSI), la Lombardia, la Puglia, il Friuli VG, la Liguria e il Veneto.

Vi segnaliamo inoltre che a pag. 2 si dà notizia della pubblicazione sul sito della Agenzia delle Entrate della circolare n. 6 del 1 Aprile 2019 con oggetto "Definizione agevolata delle controversie tributarie" e che sono state pubblicate  sul sito del Ministero della Salute le "Linee Guida sull'attività fisica per le differenti fasce d'età e con riferimento a situazioni fisiologiche o fisiopatologiche e a sottogruppi specifici di popolazione", redatte da un Tavolo di lavoro istituito presso la Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria e approvate nella Conferenza Stato-Regioni del 7 marzo scorso. Un tema, quello del legame  salute-sport che sta prendendo molto piede e su cui anche il CSI dovrà prima o poi attrezzarsi.

La rivista è facilmente “leggibile”, in quanto non contiene gli articolati testi di legge, ma solo un brevissimo e scorrevole sunto del loro contenuto; tuttavia contiene tutti i riferimenti per trovare sui motori di ricerca o sui siti istituzionali il testo integrale di ciascun provvedimento pubblicato, qualora se ne volesse approfondire la conoscenza. La rendiamo disponibile a Comitati CSI ed Associazioni Sportive, come utile servizio formativo nell’ottica di migliorare la cultura e la professionalità degli operatori e dei dirigenti.

La raccolta completa di TUTTI i numeri pubblicati dal gennaio 2016 ad oggi, la si può trovare liberamente scaricabile sul ns. sito nazionale (sezione "Servizi al Territorio", al link in alto a destra, e comunque anche al link qui a fianco.

]]>
<![CDATA[ Attività giovanile: finali nazionali sport di squadra ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4138 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4138

]]>

E’ partito il cammino di preparazione al gran finale di stagione degli sport di squadra giovanili CSI (calcio, volley e basket). 
Dal 12 al 16 giugno a Pineto (Te) si comincia dalle finali scudetto del progetto “Sport&Go! Crescere con lo sport”, il percorso polisportivo pensato per le categorie giovanili Kids (under 10) e Giovanissimi (Under 12). Dall’Abruzzo il quartier generale CSI si sposterà sulla riviera romagnola, all’Eurocamp di Cesenatico, dove dal 29 giugno al 3 luglio sarà la volta della categoria allievi-juniores (under 18). Infine dal 3 al 7 luglio, scenderanno in campo le squadre finaliste della categoria Ragazzi (under 14).
In allegato è disponibile il quadro delle regioni ammesse alle Finali nazionali giovanili e le relative quote gara e alberghiere. 
]]>
<![CDATA[ In Terra Santa sulle tracce del Maestro ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4136 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4136

Dal 2 al 6 gennaio 2020 il CSI organizza il pellegrinaggio in Terra Santa. Scadenza iscrizioni il 20 giugno 2019 (o fino ad esaurimento posti) ]]>

Dal 2 al 6 gennaio 2020 il CSI organizza il pellegrinaggio in Terra Santa. Scadenza iscrizioni il 20 giugno 2019 (o fino ad esaurimento posti)

«Ripartire da Dio». Così, con questo emblematico slogan, nel cuore della Settimana Santa, il CSI ha ufficializzato il suo ritorno in Terra Santa, con un pellegrinaggio.

Sarà un cammino di fede nella Terra di Gesù, un viaggio per conoscere i luoghi in cui Cristo è cresciuto, ha predicato, ha guarito mali e infermità, dove ha sofferto la Passione, dove è Risorto. Sarà all’alba del nuovo anno, il 2020, dal 2 al 6 gennaio, a conclusione delle celebrazioni del 75° anniversario di nascita del CSI.

Suggestiva l’immagine offerta al “popolo del CSI" dall’assistente ecclesiastico nazionale don Alessio Albertini, che nei cinque giorni nei luoghi santi della nostra salvezza sarà la guida spirituale del gruppo arancioblu: «I pellegrini sono persone con i piedi ben piantati per terra ma con gli occhi rivolti verso il cielo, verso quella meta che continua a dare senso e orizzonte al nostro camminare. La nuova Gerusalemme del cielo, la dimora di Dio con gli uomini».

Nonostante le difficoltà, i cristiani di Terra Santa sono chiamati a ravvivare la coscienza di essere pietre vive della Chiesa in Medio Oriente, perciò occorre favorire condizioni di pace e di giustizia.

Il pellegrinaggio, oltre ad un’esperienza di fede intende mostrare vicinanza ai tanti cristiani che abitano queste terre. Davvero ricco e suggestivo l’itinerario proposto, attraverso i luoghi della cristianità, per riflettere sulla Parola di Dio.

Dopo un primo saluto alla Città Santa dal monte Sopus, la prima tappa è a Betlemme, con visita della Basilica della Natività, tornata dopo i recenti restauri luminosa e regale come non lo era da secoli. Visitando la chiesa originaria del IV secolo d.C. costruita sopra la grotta, sarà possibile ammirare i mosaici dorati di epoca bizantina.

Seconda tappa Gerusalemme, partendo dal Monte degli Ulivi, visitando il luogodell’Ascensione, scendendo il Getzemani. Si partirà poi per Nazaret per una giornata di visita alla cittadina della Sacra Famiglia. Immancabile la visita alla Basilica dell’Annunciazione, quindi il trasferimento al Lago di Tiberiade ed al Monte delle Beatitudini.

Tornati a Gerusalemme Santa Messa festiva domenicale al Santo Sepolcro, quindi Sion Davidico e Cenacolo. L’ultima giornata nella Città Santa, sarà dedicata alla salita alla spianata delle Moschee, alla sosta al Muro del pianto, e la celebrazione al Gallicantu.

Partenze previste da Malpensa e da Fiumicino. 

In allegato, oltre al programma e alle note organizzative, trovate anche il contratto di viaggio da inviare direttamente alla Duomo Viaggi, insieme all’acconto di 250 Euro entro il prossimo 20 giugno.

]]>
<![CDATA[ In Grecia il secondo incontro del progetto #W4AL ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4135 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4135

]]>

Il partner greco, EGVE, ha ospitato dal 10 al 12 aprile a Salonicco, presso la “Municipality of Ambelokipi”, il secondo incontro dei rappresentanti dei paesi partner provenienti da Italia (CSI, SCF), Germania (CJD) e Spagna (Generalitat de Catalunya).

Il gruppo di lavoro ha avuto modo di confrontarsi sulle attività progettuali che sono partite in seguito al kick off di Roma. In particolare la ricerca e la raccolta di buone pratiche sulle attività del Walking, nei paesi dei partner e la revisione del questionario da distribuire ai giovani di età compresa tra i 14 e i 25 anni, per identificare i livelli di attività e di sedentarietà.

Durante il meeting è stato organizzato il programma dell’evento di formazione degli operatori/trainer/coaches di progetto, che si svolgerà a Trento dall’8 al 10 luglio prossimo, per approfondire, sia nella teoria che nella pratica, la disciplina del Walking. Inoltre verrà presentata la prima versione dell’APP che si sta sviluppando. A Salonicco è stato mostrato infatti il prototipo della APP che sarà disponibile su smartphone e tablet, e sarà strumento di supporto per operatori/allenatori per organizzare e gestire le attività delle camminate oltre che strumento di monitoraggio e condivisione per gli utenti.

Venerdì 12 Aprile, in occasione del 22° Congresso internazionale di educazione fisica e sport, si è tenuta anche la prima conferenza di progetto, davanti ad un pubblico di tecnici ed esperti in educazione fisica provenienti da tutto il territorio nazionale.

Il prossimo meeting è previsto per novembre a Barcellona, ospiti della Generalitat De Catalunya.

]]>
<![CDATA[ Passione tennistavolo tra Palme e medaglie ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4134 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4134

Al PalaBellaItalia di Lignano è la G.S. Villa Guardia la migliore società pongistica del circuito ciessino. Assegnati 18 titoli nazionali nell’individuale e 4 nel doppio ]]>

Al PalaBellaItalia di Lignano è la G.S. Villa Guardia la migliore società pongistica del circuito ciessino. Assegnati 18 titoli nazionali nell’individuale e 4 nel doppio

Si è concluso al PalaBellaItalia di Lignano Sabbiadoro (Ud) il 19° Campionato nazionale di tennistavolo. Sui 20 tavoli allestiti per l’occasione si sono alternati 396 pongisti in rappresentanza di 70 società sportive e 29 comitati territoriali.

Veloci ed emozionanti gli scambi e i colpi così come le tre giornate di gara. Palline arancio sui tavoli blu, sempre speciale l’effetto Csi che ha caratterizzato i due tornei previsti nel tabellone, quello individuale (maschile e femminile) e doppio, e le due serate, sempre con le racchette in pugno, ideate dalla commissione tecnica nazionale per mettere al centro del gioco la festa e lo stare insieme.

Dopo un intero venerdì e le eliminatorie di sabato mattina, la domenica delle Palme ha regalato, nell’individuale, le emozioni più intense con le sfide decisive per la conquista del titolo nazionale. Semifinali e finali hanno infatti laureato nelle diverse categorie 18 campioni del tennistavolo 2019. Successo largo per la Lombardia, come prevedibile vista la nutrita delegazione di finalisti (235 racchette). Ben 8 comitati fanno festa con 13 successi. Tre campioni per Como e Brescia. Due ori a Vallecamonica. Una finale vinta anche per Milano, Bergamo, Cremona, Lecco e Mantova. Nel resto d’Italia la doppietta veneziana nei ragazzi e l’oro trevigiano nei Veterani A fan felice il Veneto. Un titolo nazionale anche a Parma e Cava de’ Tirreni. In gara nel doppio 334 pongisti: 12 le coppie  nelle promesse, 41 nei giovani, 91 gli open e 23 nell’eccellenza.

Tra le società il podio parla comasco con due società lariane a scalzare dal trono i detentori marchigiani. Il Tennistavolo Senigallia quest’anno è argento 25 punti dietro al G.S. Villa Guardia neo campione 2019 e 20 punti innanzi al Villa Romanò. Nella top ten bene Brescia con la Pol. Montichiari e la TT Coniolo, rispettivamente quarta e quinta, e gli indomiti Leoni di San Marco sesti.

Accanto alle palme dei campioni quelle più liturgiche: nella messa celebrata dall’assistente ecclesiastico nazionale don Alessio Albertini gli scambi dei tradizionali ramoscelli d’ulivo.

]]>
<![CDATA[ La Junior TIM Cup allo stadio Luigi Ferraris prima di Sampdoria – Genoa ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4133 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4133

La VII edizione del progetto promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano, con il derby della Lanterna, chiude il percorso nelle 16 città della Serie A TIM. Dopo l’inaugurazione del novembre 2018 insieme a Domenico Criscito e Fabio Quagliarella, la Junior TIM Cup ritorna a Genova ]]>

La VII edizione del progetto promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano, con il derby della Lanterna, chiude il percorso nelle 16 città della Serie A TIM. Dopo l’inaugurazione del novembre 2018 insieme a Domenico Criscito e Fabio Quagliarella, la Junior TIM Cup ritorna a Genova

Genova, 14 aprile 2019 – Lo stadio Luigi Ferraris di Genova, oggi, ha aperto nuovamente le porte alla Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 riservato agli Under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano. Nel pre-gara del match Sampdoria-Genoa, le squadre del Seminario Bambin Gesù di Arenzano (GE) e della Parrocchia Annunciazione “Borgo” di Sanremo si sono affrontate in un’amichevole terminata con il risultato di 4-4.

 

Grande entusiasmo e forti emozioni hanno accompagnato i giovani calciatori degli oratori scesi in campo sotto lo sguardo dei loro idoli. I ragazzi degli oratori hanno consegnato ai capitani dell’U.C. Sampdoria e del Genoa CFC la sciarpa della Junior TIM Cup per poi accompagnarli all’ingresso in campo con il loro entusiasmo. 

                                                                                             

La presentazione nazionale della VII edizione della Junior TIM Cup si è tenuta proprio allo stadio Luigi Ferraris il 22 novembre 2018, con Domenico Criscito del Genoa CFC e Fabio Quagliarella dell’U.C. Sampdoria a fare gli onori di casa. La Junior TIM Cup si conclude dove è iniziata, a Genova, come segnale di vicinanza alla città e per consolidare un legame iniziato nel 2015 quando la Lega Serie A, TIM e il Centro Sportivo Italiano hanno donato il Campo dell’Amicizia all’Oratorio di San Giuseppe al Lagaccio per sostenere il capoluogo ligure dopo l’alluvione dell’ottobre 2014.

 

Il torneo di calcio a 7 riservato agli Under 14 si è disputato nelle 16 città le cui squadre militano nella Serie A TIM 2018-2019. Gli oratori vincitori di ciascun torneo cittadino si contenderanno il trofeo durante la fase Finale nel mese di maggio che sarà ospitata in uno dei prestigiosi stadi della Serie A TIM.

 

Il progetto Junior TIM Cup torna in campo, come per le precedenti stagioni, grazie ad un fondo nel quale confluiranno sia parte delle ammende comminate ai tesserati e alle società di Serie A TIM dal Giudice Sportivo durante il corso della stagione sia il contributo di TIM nel ruolo di title sponsor del torneo.

 

Tutti gli eventi della Junior TIM Cup e le storie dei suoi protagonisti possono essere seguiti sul sito www.juniortimcup.it ed attraverso l’hashtag #juniortimcup.

]]>
<![CDATA[ Don Albertini: «Guardiamo al crocifisso per cambiare la nostra vita» ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4132 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4132

]]>

L'assistente ecclesiastico nazionale don Alessio Albertini questa mattina ha celebrato la messa con la Presidenza Nazionale CSI, i suoi dipendenti ed i collaboratori degli uffici di Via della Conciliazione.

Il primo pensiero è andato al ricordo di Antonio, il papà del vicepresidente nazionale Marco Calogiuri, recentemente scomparso.
Traendo spunto dal Vangelo di Giovanni, don Alessio ha invitato a riflettere, nel corso dell'omelia, al clima di tensione che si respirava a Gerusalemme: «Gesù ha la pretesa di dire “Io sono Dio”. Questa affermazione è una bestemmia che scuote tutta la teologia che i farisei avevano costruito nel tempo. Proprio per questo i giudei vogliono lapidarlo, perché si era sostituito a Dio. Proviamo a domandarci: se Dio è veramente questo, come cambia la nostra vita? Se non fosse vero ciò che affermava Gesù queste sue parole sono destinate a finire, prima o poi. Se Dio perdona i nostri peccati, se Dio accoglie chi ha bisogno, allora anche la mia vita ha una ricchezza per il mondo di oggi».

Infine, l’augurio pasquale di don Alessio è di guardare il crocifisso e domandarsi: «Se Dio è veramente così come cambia la mia vita?».

 

]]>
<![CDATA[ 17° Campionato nazionale di Nuoto ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4131 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4131

22 al 26 maggio 2019 - Piscina BellaItalia Lignano Sabbiadoro ]]>

22 al 26 maggio 2019 - Piscina BellaItalia Lignano Sabbiadoro

Dal 22 al 26 maggio 2019 presso la Piscina BellaItalia di Lignano Sabbiadoro si terrà il 17° Campionato nazionale di Nuoto. 

In allegato alla notizia la circolare, il programma e le note organizzative. 
]]>
<![CDATA[ 17° Campionato nazionale di ginnastica artistica ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4130 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4130

Lignano Sabbiadoro 3/9 giugno 2019 ]]>

Lignano Sabbiadoro 3/9 giugno 2019

Il PalaBellaItalia di Lignano Sabbiadoro (Ud) ospita dal 3 al 9 giugno 2019 il 17° Campionato nazionale di ginnastica artistica.

In allegato alla notizia la circolare, il programma e le note organizzative.

]]>
<![CDATA[ A Parma Alessandro Bastoni ha incontrato i bambini della Junior TIM Cup ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4129 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4129

Una delegazione di ragazzi dell’Oratorio Salesiano di Parma, del torneo di calcio a 7 riservato agli under 14, promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano ha incontrato il difensore Alessandro Bastoni ]]>

Una delegazione di ragazzi dell’Oratorio Salesiano di Parma, del torneo di calcio a 7 riservato agli under 14, promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano ha incontrato il difensore Alessandro Bastoni

Parma, 9 aprile 2019 – E’ stato un incontro davvero straordinario quello che, oggi pomeriggio, i ragazzi della Junior TIM Cup – il torneo di calcio a 7 riservato agli under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano – hanno vissuto insieme ad una delegazione del Parma Calcio 1913 rappresentata dal difensore Alessandro Bastoni.

 

I ragazzi dell’Oratorio Salesiano di Parma sono stati ospitati presso il centro sportivo di Collecchio (PR). Alessandro Bastoni ha indossato la maglia della Junior TIM Cup con la scritta “UNO DI NOI”, oltre a firmare la maglia staffetta che fa da testimone tra tutti i campioni incontrati nelle città della Serie A TIM. L’entusiasmo e la passione dei piccoli calciatori della Junior TIM Cup hanno contagiato tutto l’ambiente ducale.

 

Alessandro Bastoni: “Ho iniziato a giocare in oratorio a 5/6 anni, mi ha aiutato molto a relazionarmi con altri bambini e mi ha permesso di instaurare belle amicizie. A 7 anni sono entrato nella squadra del mio paese e subito dopo sono arrivato all’Atalanta. La mia vita è sempre stata fatta di sacrifici, andavo a scuola presto e tornavo a casa la sera tardi, dopo aver fatto allenamento. Lavorate sempre duramente per raggiungere i vostri obiettivi, ma ricordatevi sempre di avere un piano B e, soprattutto, continuate a studiare”.

Dopo aver coinvolto, nelle precedenti edizioni, oltre 64mila ragazzi in tutta Italia, quasi 5mila oratori e fatto disputare più di 25mila partite, il progetto continua il percorso di unione tra sport di vertice e di base. Ogni settimana, infatti, i ragazzi incontreranno gli ambasciatori della squadra di Serie A TIM della loro città e i simboli di alcuni dei valori cari alla Junior TIM Cup: “Corretti e solidali: il fair play è dei campioni”. Nel weekend, invece, le squadre della Junior TIM Cup 2018-2019 scenderanno in campo negli stadi del grande calcio disputando un’amichevole durante il pre-partita dei match di Serie A TIM. Gli oratori vincitori di ciascun torneo cittadino si contenderanno il trofeo durante la fase Finale nel mese di maggio che sarà ospitata in uno dei prestigiosi stadi della Serie A TIM.

 

Sabato 6 aprile, invece, lo stadio Ennio Tardini di Parma ha aperto le porte alla Junior TIM Cup nel pre-partita di Parma-Torino: le squadre dell’Oratorio S. Donnino di Goiano (PR) e dell’Oratorio Sissa di Trecasali (PR) si sono sfidate in un’amichevole sotto lo sguardo dei loro beniamini e del pubblico sugli spalti.

 

Anche quest’anno si rinnova l’impegno educativo con “Campioni nella Vita”, un torneo parallelo rispetto a quello calcistico, riservato alle 16 squadre finaliste, che avranno la possibilità di realizzare attività sociali o azioni di volontariato attraverso degli elaborati video o scritti. L’iniziativa ritenuta più coerente con i valori espressi dalla Junior TIM Cup sarà premiata con un riconoscimento.

 

Il progetto Junior TIM Cup torna in campo, come per le precedenti edizioni, grazie ad un fondo nel quale confluiranno sia parte delle ammende comminate ai tesserati e alle società di Serie A TIM dal Giudice Sportivo durante il corso della stagione sia il contributo di TIM nel ruolo di title sponsor del torneo.

 

Per vivere insieme alla Junior TIM Cup le emozioni della stagione 2018-2019 basterà seguire il sito www.juniortimcup.it o l’hashtag #juniortimcup.

]]>
<![CDATA[ Tennistavolo, è tempo di scudetti ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4128 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4128

Sui tavoli circa 400 finalisti, rappresentanti 9 regioni e 70 società pongistiche Venerdì qualificazioni, sabato mattina eliminazioni dirette, sabato pomeriggio solo doppio Domenica semifinali, e finali con i campioni dell’individuale e a seguire la Messa. ]]>

Sui tavoli circa 400 finalisti, rappresentanti 9 regioni e 70 società pongistiche Venerdì qualificazioni, sabato mattina eliminazioni dirette, sabato pomeriggio solo doppio Domenica semifinali, e finali con i campioni dell’individuale e a seguire la Messa.

Roma, 11 aprile 2019 - Il PalaBellaItalia di Lignano Sabbiadoro (UD) è pronto ad ospitare, dal 12 al 15 aprile, il 19° Campionato nazionale di tennistavolo del Centro Sportivo Italiano. Non mancheranno certamente colpi ad effetto, scambi veloci, schiacciate e salvataggi miracolosi sarà, con gomme puntinate o lisce, uno spettacolo a tinte arancioblu. A caccia dei titoli nazionali Csi in gara 396 pongisti (344 maschi e 52 femmine) in rappresentanza di 70 società sportive e 29 comitati territoriali. Delle nove regioni presenti, la delegazione con più finalisti è la Lombardia con 235 atleti, seguita dal Veneto (56) e dal Friuli Venezia Giulia (40) e dalle Marche (29). Pongisti anche dall’Emilia Romagna, dalla Toscana, Trentino Alto Adige/Sudtirol, Campania e Sardegna. La società con più iscritti è comasca, la Villa Guardia, con 28 atleti, seguita dalle 24 racchette del TT Senigallia, campione lo scorso anno a Boario Terme.

Due le prove in programma nel tabellone del Campionato Nazionale CSI 2019: individuale (maschile e femminile) e doppio.

Dopo l’accoglienza e la riunione tecnica di giovedì 11 aprile, prevista presso il PalaBellaItalia di Lignano, la finale entrerà nel vivo venerdì 12 aprile dalle ore 8:30, con la tradizionale cerimonia di apertura, dove sfileranno, per regione, le delegazioni dei pongisti arancioblu. Si comincia con i gironi del singolare, tutte le categorie, fino a qualificare i primi due di ogni girone. Sabato 13 aprile al PalaBellaItalia in mattinata le sfide ad eliminazione diretta nel tabellone del singolare e nel pomeriggio il via al torneo di doppio, che ha oggi iscritte 168 coppie. Domenica in programma le semifinali e le finali del torneo singolare con l’assegnazione dei titoli di campione nazionale nelle 8 categorie ambosessi previste dal regolamento - Giovanissimi, Ragazzi, Allievi, Juniores, Seniores, Adulti, Veterani A e B - infine Eccellenza A e B maschile ed Eccellenza femminile, che vedrà impegnati i classificati FiTet.

Dopo gli ultimi e decisivi colpi per il titolo, l’assistente ecclesiastico nazionale del CSI, Don Alessio Albertini, celebrerà la Santa Messa domenicale alle ore 11 e, a seguire, si svolgeranno le premiazioni. Oltre ai campioni per ogni categoria e specialità, verranno premiate anche le società, sulla base dei migliori punteggi ottenuti nelle diverse gare. Come in ogni finale nazionale di certo non mancherà il clima di festa e di partecipazione. Sono state programmati per l’appunto venerdì sera dalle ore 21 un torneo a sorpresa, ed anche il sabato sera si giocherà ad hardbat, ovvero sui normali tavoli, ma con racchette di legno, senza alcuna gommatura. Il tennistavolo, sport per tutti, è disciplina praticata ad ogni età: sui tavoli in Friuli, vedremo all’opera dal giovanissimo Simone Bettelli del Tennis Tavolo Coniolo, classe 2010, al “nonno” del Csi, il veterano Giuseppe Carrer, classe 1931, pongista S.S. Tennis Tavolo Venezia.

]]>
<![CDATA[ Tennistavolo: speciale da Lignano ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4127 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4127

]]>

Dall'11 al 14 aprile il PalaBellaItalia di Lignano Sabbiadoro (UD) ospita il 19° Campionato nazionale di tennistavolo CSI.

In questa sezione del sito è possibile seguire tutti gli aggiornamenti relativi ai gironi, alle classifiche, foto, oltre alla sintesi dei principali momenti della finale arancioblu.

Tabelloni e risultati -> http://bit.ly/2VEHVsP

Fotogallery -> http://bit.ly/2P3v3tQ

]]>
<![CDATA[ Comunicato congiunto Csi-Pgs-Uisp-UsAcli in merito all'evento "Promuovere lo sport, promuovere la vita" ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4126 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4126

]]>

No, non stiamo giocando a nascondino, anzi, abbiamo proprio deciso di non esserci!
Soprattutto per il rispetto verso i nostri soci, le nostre associazioni e società sportive, i nostri
dirigenti, i volontari, i dipendenti, i collaboratori, che si sono assunti il peso, la fatica, di una
posizione coerente. Perché da sempre abbiamo fatto una scelta di campo: stare dalla parte di
coloro che esprimono una piena e trasparente responsabilità sociale.
Tra gli annunci che caldeggiano l'iniziativa di oggi, "Promuovere lo sport, promuovere la vita",
promossa da vari Enti di Promozione sportiva, a Roma, presso il Salone d’Onore del CONI, vi è
l'obiettivo di far emergere lo sport come strumento di coesione sociale e di cittadinanza attiva,
l'impatto sociale della realtà che rappresenta, la potenzialità occupazionale. Molte delle realtà
promotrici dell'evento rappresentano numeri che sono il frutto del lavoro di altre organizzazioni,
di associazioni di secondo livello, e non il risultato della capacità organizzativa dell'ente di
promozione. Spesso i riferimenti territoriali di quelle organizzazioni non esistono, non sono
costituiti in comitati autonomi con sedi fisicamente individuabili, ma sono riferimenti personali
che riguardano i numeri civici ed i numeri di telefono relativi al domicilio dei presidenti o dei vari
responsabili, o, peggio ancora, di soggetti che nulla hanno a che fare con lo sport.
Lasciamo volentieri spazio a quegli enti che manipolano le regole, mistificano i numeri, senza che
chi di dovere abbia il coraggio della vigilanza e della verifica.
Sappiamo di non essere perfetti, ma continuiamo a metterci la faccia avendo accettato fino in
fondo la sfida della trasparenza. Ecco perché anche oggi preferiamo stare al fianco delle nostre
associazioni, sul campo, condividendo le loro preoccupazioni, le difficoltà, la crisi di risorse
finanziarie, la complessità e il peso della burocrazia.
Continueremo a seguire con particolare attenzione il percorso di riforma che si è avviato,
offrendo al governo un’immediata disponibilità al confronto sulle cose concrete che possono
realmente aiutare la promozione e la cultura sportiva nel nostro Paese.
Speriamo che ci sia la volontà di valorizzare la promozione sportiva a partire dalla verifica della
correttezza dei dati e dei soggetti che la organizzano, al fine di tutelare i dirigenti, i tecnici, gli
allenatori, gli arbitri e giudici di gara che accolgono atleti ed atlete nei quartieri di periferia, nelle
piazze, nelle scuole, nelle parrocchie, nelle palestre…
Tutto il resto... è fuori gioco!

 

Firmato:

Vittorio Bosio - Presidente CSI

Ciro Bisogno - Presidente PGS

Vincenzo Manco - Presidente UISP

Damiano Lembo - Presidente US ACLI

]]>
<![CDATA[ Corso amministratori: il bilancio è positivo! ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4125 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4125

Sabato 6 aprile il Ramada Naples Hotel - Centro Congressi - ha ospitato l’incontro formativo dedicato agli amministratori e operatori dei comitati delle regioni del sud e del centro ]]>

Sabato 6 aprile il Ramada Naples Hotel - Centro Congressi - ha ospitato l’incontro formativo dedicato agli amministratori e operatori dei comitati delle regioni del sud e del centro

Dopo l’incontro di Bologna, la Scuola Nazionale Dirigenti ha bissato l’appuntamento formativo nazionale sul tema “Amministrare: il rispetto delle regole e delle procedure” dedicato agli amministratori e operatori delle regioni del sud e del centro. Sabato 6 aprile al Ramada Naples Hotel - Centro Congressi hanno partecipato 44 partecipanti provenienti da 8 regioni e 17 comitati territoriali.

Dopo gli interventi del vicepresidente nazionale vicario e responsabile della scuola di formazione per dirigenti, Rita Zoccatelli, dell’Amministratore Nazionale Paolo Bellei, e del dott. Andrea Lucarelli, commercialista e consulente fiscale della Presidenza nazionale CSI, sono stati illustrati il nuovo regolamento amministrativo CSI, che sarà presentato per l’approvazione alle prossime riunioni della Presidenza Nazionale e del Consiglio Nazionale.

Nel pomeriggio il dott. Marco D'Isanto, collaboratore di redazione di Fiscosport (network di professionisti esperti in materie fiscali sportive) ha illustrato e approfondito le novità fiscali che coinvolgono il mondo dell’associazionismo sportivo. Al termine di questa intensa giornata formativa, utile ad affrontare le problematiche amministrative dei comitati CSI, il bilancio è sicuramente positivo!

]]>
<![CDATA[ Ciclismo: assegnati a Forano i titoli nazionali di fondo e medio fondo ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4124 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4124

Domenica 7 aprile si è disputata nel reatino, a Forano, la “Gran Fondo Velodromo di Forano 2019” che ha assegnato in prova unica i titoli di campione nazionale di ciclismo CSI di specialità ]]>

Domenica 7 aprile si è disputata nel reatino, a Forano, la “Gran Fondo Velodromo di Forano 2019” che ha assegnato in prova unica i titoli di campione nazionale di ciclismo CSI di specialità

È partita la stagione delle due ruote arancioblu. Domenica 7 aprile il velodromo di Forano (Ri) ha ospitato la “Gran Fondo Velodromo di Forano 2019” che ha assegnato in prova unica i titoli di campione nazionale di ciclismo CSI nelle specialità strada, fondo e medio fondo maschile e femminile.

Erano 103 i finalisti arancioblu iscritti (92 maschi e 11 femmine) in rappresentanza di 17 società sportive, 9 comitati e 5 regioni italiane: Lazio, Abruzzo, Marche, Lombardia e Umbria.

La gara si è sviluppata su due differenti percorsi. Il primo, di 98 chilometri, privo di lunghe salite ma ricco di strappi, mentre il secondo più adatto agli agonisti di 126 chilometri e 2.075 metri di dislivello.

Al traguardo sono 20 gli atleti più veloci, uno per categoria saliti sul podio per ricevere la maglia tricolore e il conseguente titolo nazionale di specialità. 

Grande festa per gli atleti di casa. Il Lazio si è aggiudicato infatti ben 11 maglie: 6 nel fondo e 5 nel medio fondo. Cinque gli ori vinti dai ciclisti marchigiani, tutti nel fondo. La Lombardia e l’Umbria contano due successi, entrambe con un campione nel fondo ed uno nel medio fondo.

Sarà sempre nel reatino il prossimo appuntamento del ciclismo nazionale in programma il 26 maggio a Palombara Sabina (nei pressi di Roma) con il Campionato MTB Marathon XCM.

In allegato le classifiche.

Ecco nel dettaglio tutti i campioni CSI 2019. 

 

FONDO

 

Categoria

Atleta

Società

Regione

Comitato

ELISP-M

RASTELLI LORENZO

Ciampino 2R

Lazio

Roma

M2

COLOZZI ELIO

ASD Easy Bike Racing Team

Lazio

Latina

M3

CIARLETTI EMANUELE

Team Monarca Trevi ASD

Umbria

Foligno

M4

SPOLETINI PIERPAOLO

Ciampino 2R

Lazio

Roma

M5

MAROCCHI FRANCO

Team Leonessa '99 ASD

Lombardia

Brescia

M6

CAPONERA ENRICO

Ciampino 2R

Lazio

Roma

M7

PETRERI MAURO

ASD Ciclo Tech

Lazio

Roma

W1

CRISTEA GABRIELLA

ASD Ciclimontanini.it

Lazio

Viterbo

 

MEDIO FONDO

Categoria

Atleta

Società

Regione

Comitato

JUN-M

BERNOCCHI LORENZO

ASD Nuova Ciclisti Forano 'I Reccapezzati'

Lazio

Rieti

ELISP-M

MONTANINI SIMONE

ASD Ciclimontanini.it

Lazio

Viterbo

M1

BUSSOTTI MAURIZIO

ASD Nuova Ciclisti Forano 'I Reccapezzati'

Lazio

Rieti

M2

GIOACCHINI MATTEO

100% Bike

Marche

Macerata

M3

SCATOZZA TINO

GC Omm-Melania-Faleria

Marche

Fermo

M4

CONTI FABIO

ASD Nuovo Pedale Fermano

Marche

Fermo

M5

CARLESSO MARIO

Team Leonessa '99 ASD

Lombardia

Brescia

M6

METELLI SANDRO

Dream Music Racing

Lazio

Roma

M7

LEONARDI SERGIO

ASD Nuova Ciclisti Forano 'I Reccapezzati'

Lazio

Rieti

M8

ORAZI PAOLO

ASD Bici Club Spoleto Castellani Impianti

Umbria

Foligno

W1

GIACOMOZZI GISELLA

GC Omm-Melania-Faleria

Marche

Fermo

W2

SAMPAOLESI EMANUELA

GC Omm-Melania-Faleria

Marche

Fermo

]]>
<![CDATA[ Cortenova Lecco regina del cross Csi ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4123 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4123

La società lecchese vince la classifica generale e giovanile del 22° campionato nazionale di corsa campestre. Sono 27 i nuovi campioni individuali laureatisi nel verde del parco monzese ]]>

La società lecchese vince la classifica generale e giovanile del 22° campionato nazionale di corsa campestre. Sono 27 i nuovi campioni individuali laureatisi nel verde del parco monzese

Un soffio di vento, un respiro, un centimetro, un secondo o magari ancora meno. Di così poco è stato il distacco, un solo punto, tra il Cs Cortenova Lecco ed il Gp Santi di Nuova Olonio per assegnare il titolo nella classifica generale del 22° campionato nazionale di corsa campestre del Csi. Qualche anno fa la finale si chiamava Gran Premio e, sul circuito di Monza, in effetti, lo scorso weekend le frecce delle due società lombarde sembravano rincorrersi come le Mercedes e Ferrari.

Il Cortenova guadagna molti punti dai giri dei suoi crosser più giovani. Esordienti, ragazzi e cadetti, fruttano ben 271 punti nella graduatoria giovanile, davanti ai trentini dell'Us Castel Ivano ed ai bellunesi della Castionese, vincitrice un anno fa. Lombarda anche tutta la classifica assoluta con il Gruppo Podistico Santi-Nuova Olonio di Sondrio capace di 543 punti, raccolti, sempre oltre quota 100 nelle categorie Allievi m/f, Amatori A, Amatori B, Seniores maschili. Nelle categorie adulte, subito dietro il C.S.C. Cortenova Lecco. Bronzo, come nella graduatoria generale, per il Csi Morbegno.

Come da tradizione la campestre regala spettacolo, entusiasmo e partecipazione. Al nastro di partenza erano 1.960 atleti, in rappresentanza di 161 società sportive, 12 regioni e 35 comitati territoriali.

Erano due gli appuntamenti agonistici della finale arancioblu, che si è sviluppata intorno alla cascina San Fedele, trasformato in quartier generale CSI. Sabato 6 aprile sono stati assegnati i titoli individuali, mentre domenica 7 è andato in scena il tradizionale “Staffettone delle Regioni”.

Risultati alla mano, nella gara individuale, sono ben 27 gli atleti più veloci a raggiungere il traguardo e il conseguente titolo nazionale. Geograficamente i campioni nazionali vestono i colori di 8 regioni. Sono ben 8 le canottiere tricolori venete sul gradino più alto del podio. Il comitato di Trento vince 7 ori,  cinque nelle categorie giovanile, due in quelle assolute. La Lombardia conta quattro successi. Due campioni arancioblu a testa per il Friuli Venezia Giulia, l’Emilia Romagna e la Toscana. Esultano infine anche il Molise e la Sardegna, entrambe con 1 campione assoluto.

Nello Staffettone delle Regioni, in ambito giovanile e nella assoluta femminile, alternate sul podio le società di Trento e Belluno, mentre nell’assoluta maschile i più veloci sono stati i frazionisti della Valchiampo Internazionale.

]]>
<![CDATA[ LA JUNIOR TIM CUP ALLO STADIO ENNIO TARDINI PRIMA DI PARMA - TORINO ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4122 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4122

]]>

Lo stadio Ennio Tardini di Parma, oggi, ha aperto le porte alla Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 riservato agli Under 14 promosso da Lega Serie ATIM Centro Sportivo Italiano.

Nel pre-gara del match Parma-Torino, le squadre dell’Oratorio S. Donnino di Goiano (PR) e dell’Oratorio Sissa di Trecasali (PR) si sono affrontate in un’amichevole terminata con il risultato di 4-3.

 

Grande entusiasmo e forti emozioni hanno accompagnato i giovani calciatori degli oratori scesi in campo sotto lo sguardo dei loro idoli. I ragazzi degli oratori hanno consegnato ai capitani del Parma Calcio 1913 e del Torino F.C. la sciarpa della Junior TIM Cup per poi accompagnarli all’ingresso in campo con il loro entusiasmo. 

                                                                                             

La VII edizione della Junior TIM Cup continua a disputarsi nelle 16 città le cui squadre militano nella Serie A TIM 2018-2019. Gli oratori vincitori di ciascun torneo cittadino si contenderanno il trofeo durante la fase Finale nel mese di maggio che sarà ospitata in uno dei prestigiosi stadi della Serie A TIM.

 

Il progetto Junior TIM Cup torna in campo, come per le precedenti stagioni, grazie ad un fondo nel quale confluiranno sia parte delle ammende comminate ai tesserati e alle società di Serie A TIM dal Giudice Sportivo durante il corso della stagione sia il contributo di TIM nel ruolo di title sponsor del torneo.

 

Tutti gli eventi della Junior TIM Cup e le storie dei suoi protagonisti possono essere seguiti sul sito www.juniortimcup.it ed attraverso l’hashtag #juniortimcup.

]]>
<![CDATA[ L'archivio sportivo "deposito valori" ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4121 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4121

Il patrimonio associativo e l'importanza della conservazione e della valorizzazione degli archivi sportivi nell'ambito del 75esimo anniversario di fondazione del CSI. Presso il Museo diocesano di Albano in programma un Seminario di studi e la mostra “Nati per correre” ]]>

Il patrimonio associativo e l'importanza della conservazione e della valorizzazione degli archivi sportivi nell'ambito del 75esimo anniversario di fondazione del CSI. Presso il Museo diocesano di Albano in programma un Seminario di studi e la mostra “Nati per correre”

La storia non si arresta e gli anni futuri del CSI potranno essere raccontati se si avrà cura nel conservarne le tracce. Nell'anno del 75esimo anniversario di fondazione del CSI un’occasione giusta per riscoprire le proprie origini e le tante pagine di storia associativa tramandata nel tempo sarà il Seminario di studi sugli archivi sportivi, mercoledì 10 aprile, alle ore 10, presso il Museo diocesano di Albano (RM). Gli archivi rappresentano dei buoni "maestri", punti fermi di riferimento, criterio da seguire perché lo sport non cambi i suoi connotati e non perda il suo valore fondante, che è quello educativo.

A spiegare l’importanza dell’appuntamento il presidente nazionale del CSI, Vittorio Bosio: «Il CSI ha segnato la storia dell'Italia, una lunga strada di 75 anni. Dopo tanta strada percorsa l’Associazione deve mantenersi coerente al progetto per cui la Chiesa italiana l’ha fortemente voluta: educare, soprattutto i più giovani, attraverso lo sport. Rinnovarsi è indispensabile, ma dobbiamo farlo rimanendo fedeli alla nostra storia perché nei valori della fondazione c’è il nostro destino. Così riusciremo a dare senso alle nostre origini».

L’incontro vuole essere una prima tappa di un percorso di conservazione e valorizzazione delle fonti per la storia del CSI, protagonista tra i più validi e attivi del panorama sportivo italiano sin dalle sue origini.

Nel Seminario - coordinato dal Direttore del Museo diocesano di Albano dott. Roberto Libera – in programma gli interventi di alcuni dei principali esperti del settore tra cui mons. Gaetano Zito, presidente dell'Associazione Archivistica Ecclesiastica, Donato Tamblé, presidente del Centro Studi "Sports' Records – Archivi e memoria dello sport" e Alberto Zanetti Lorenzetti, storico dello sport ed esperto di archivi sportivi per la Società Italiana di Storia dello Sport. Nel corso della mattinata previsti gli interventi di alcuni giocatori della Clericus Cup, il campionato di calcio per seminaristi e sacerdoti promosso dal CSI, che racconteranno di come lo sport possa rappresentare un valido strumento per la crescita dei giovani.

Nel pomeriggio, dalle ore 14:30, si terrà la tavola rotonda "Linee guida per la conservazione degli archivi dello sport", un approfondimento sul delicato e indispensabile rapporto tra lo sport e la sua storia, con particolare riguardo all'ambiente cattolico, che tra fine ‘800 e inizi del ‘900 è stato tra i protagonisti dello sport ai suoi esordi in Italia. La tavola rotonda vedrà intervenire, tra gli altri, Maria Emanuela Marinelli, delegata al settore sport della Soprintendenza Archivistica del Lazio, Francesca Garello, archivista libera professionista che ha curato il Catalogo della Mostra “Nati per Correre” con Angela Teja, responsabile del Dipartimento Beni Culturali Sportivi della Società Italiana di Storia dello Sport e curatrice del progetto di Albano.

Dal 10 aprile al 4 maggio 2019, presso il Museo diocesano di Albano (via Alcide De Gasperi 37), sarà inoltre esposta la mostra “Nati per correre” - a cura del CSI Roma - un viaggio attraverso oggetti, manifesti e cimeli dal grande impatto evocativo. Tra questi sarà possibile vedere da vicino la Clericus Cup, la famosa “Coppa con il saturno” realizzata in bronzo dal maestro Gotti.

La Mostra si presenta come uno spaccato di quello che può offrire un archivio di documenti e oggetti preziosi, tasselli importanti per la definizione della storia. L'intenzione è di rilanciare un nuovo progetto culturale con lo scopo di conservare, riordinare e valorizzare le fonti della storia cui avvicinare un pubblico sempre più vasto.

La Mostra, che gode del patrocinio della Società Italiana dello Sport, dell'Associazione Archivistica Ecclesiastica e del Centro Studi "Sport's Records – Archivi e memoria dello sport", sarà visitabile previa prenotazione nei giorni: martedì dalle 9 alle 13, mercoledì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, il sabato dalle 15 alle 19. Per prenotarsi: info@museodiocesanodialbano.it

]]>
<![CDATA[ Campestre CSI: A Monza corre la formula "In 2000" ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4120 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4120

Sono duemila i finalisti del cross arancioblu. Ben 900 i lombardi in gara al Parco di Monza. Sabato 6 la prova individuale, domenica 7 lo Staffettone delle Regioni, sempre intorno alla Cascina San Fedele ]]>

Sono duemila i finalisti del cross arancioblu. Ben 900 i lombardi in gara al Parco di Monza. Sabato 6 la prova individuale, domenica 7 lo Staffettone delle Regioni, sempre intorno alla Cascina San Fedele

Si corre su un circuito, a Monza. Non è F1 ma Formula duemila. Tanti sono infatti i finalisti iscritti al 22° Campionato nazionale di Cross del Centro Sportivo Italiano. Vicini all’autodromo, sì, ma senza rombi assordanti. Al posto degli pneumatici, scarpe chiodate con stringhe ben strette; nessun rombo di motori ma come benzina tutta la carica, l’energia dei crosser, in quello che rappresenta l’appuntamento conclusivo della stagione.

 

Assai suggestiva la cornice del Parco di Monza, colpo d’occhio bellissimo, nel verde infinito di uno dei cinque parchi recintati più grandi d'Europa. Chissà se le sue mura riusciranno a contenere l’entusiasmo del popolo della campestre ciessina: al nastro di partenza 1960 atleti, di cui 1.137 maschi e 823 femmine. Gli atleti della Lombardia, che corrono in casa, sono ben 900. Il Veneto è la seconda regione con più rappresentanti (482). Seguono il Trentino Alto Adige-Sudtirol con 204 atleti, quindi la Toscana 111. In gara, inoltre, 79 finalisti dalla Liguria, 71 dal Friuli, e 69 dall’Emilia Romagna. Tra le altre delegazioni anche quelle del Molise, Piemonte, Umbria e le lontane isole della Sicilia e della Sardegna.

 

Sono 161 le diverse tute societarie, 35 i comitati rappresentati, i più presenti sono Lecco, Sondrio, Vicenza, Trento con più di 200 crosser ciascuna. Società da battere, sia nella classifica assoluta, sia in quella generale sarà ancora una volta la valtellinese Santi Nuova Olonio (SO), mentre nella speciale graduatoria giovanile (che riguarda le categorie ambosessi esordienti ragazzi e cadetti) un anno fa fu la bellunese Castionese a conquistare il trofeo. Sono i giovani come al solito protagonisti nei campionati Csi. Gli under 14 al via sono 876, circa il 45% dei partecipanti.

 

Come da tradizione, sono due gli appuntamenti agonistici in programma, intorno alla cascina San Fedele, quartier generale del campionato, dove si terranno anche le premiazioni. Si comincia con i titoli individuali, che si assegneranno sabato 6 aprile suddivisi nelle 18 categorie, tra cui i disabili intellettivo relazionali e fisico sensoriali, per proseguire con il classico “Staffettone delle Regioni” in programma domenica 7 aprile, gara dove in squadra correranno cinque frazionisti corregionali, passandosi il testimone.

 

Non mancheranno momenti di spiritualità, sabato 6 aprile con la Santa Messa celebrata alle ore 18 nel Duomo di Monza dal consulente ecclesiastico nazionale del Csi, don Alessio Albertini. La manifestazione unisce da sempre giovani e adulti, lo dimostrano le età degli iscritti, in particolare i due atleti più piccoli Piero Bergamasco della Brentella Padova e Serena  Gianola della Premana Lecco, nati entrambi a fine 2009 e i due più “esperti” Luigi Lucin dell’U.S. 5 Stelle Seregnano e Mistica Rota del C.S.C. Cortenova, rispettivamente del ’43 e del ’41.

]]>