Centro Sportivo Italiano - Presidenza Nazionale - Notizie http://www.csi-net.it Feed RSS Notizie della Presidenza Nazionale del CSI <![CDATA[ 22° Campionato nazionale di corsa campestre ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4073 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4073

]]>

Dal 5 al 7 aprile 2019 si svolgerà a Monza il 22° Campionato nazionale di corsa campestre del CSI. 

In allegato alla notizia sono disponibili la circolare, il programma e le note organizzative.

]]>
<![CDATA[ A Lisbona il terzo incontro del progetto Elit-In ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4072 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4072

Il 13 febbraio, presso l’hotel Riviera di Carcavelos, si sono incontrati i partner del progetto europeo Erasmus+ sport, Elit-In. ]]>

Il 13 febbraio, presso l’hotel Riviera di Carcavelos, si sono incontrati i partner del progetto europeo Erasmus+ sport, Elit-In.

Mercoledì 13 Febbraio, si è svolto a Lisbona il terzo incontro del progetto europeo ELIT-In, che ricordiamo, si propone di facilitare il reinserimento degli atleti di alto livello, nel mondo del lavoro dopo la carriera sportiva.

Prima di iniziare le attività, è stato necessario rivedere l’organigramma del partenariato poiché la Federaciòn Andaluza de Nataciòn ha dovuto lasciare il progetto, al suo posto è subentrata l’Universitat de les illes Balears.

I partner, nonostante le difficoltà riscontrate in questi mesi, si sono impegnati al fine di perseguire gli obiettivi stabiliti dal piano progettuale. Dopo aver prodotto e distribuito dei questionari a più di 250 atleti o ex atleti, al fine di comprendere meglio la situazione e le loro prospettive rispetto al reinserimento lavorativo, sono stati presentati dei documenti per valorizzare e riconoscere le competenze trasversali e le cosiddette Skills degli atleti professionisti di tutti i Paesi coinvolti nel progetto (Spagna, Italia, Portogallo, Inghilterra, Francia, Lituania, Slovenia, Bosnia-Erzegovina).

Tra marzo e giugno, saranno sottoposti agli atleti anche dei moduli per la formazione.

Il CSI continua nel suo lavoro di valutazione e monitoraggio per il corretto svolgimento delle attività e di analisi della situazione italiana rispetto agli obiettivi progettuali.

Tutti i partner sono d’accordo che, per ottenere i risultati dichiarati al Kick Off meeting, ci vorrebbe più tempo, per cui si sta pensando di chiedere un prolungamento rispetto alla durata del progetto dichiarata inizialmente.

Appuntamento agli inizi di Luglio a Vilnius, per il 4° meeting.

]]>
<![CDATA[ LA JUNIOR TIM CUP ALLA DACIA ARENA PRIMA DI UDINESE - CHIEVOVERONA ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4071 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4071

]]>

La Dacia Arena di Udine, oggi, ha aperto le porte alla Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 riservato agli Under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano. Nel pre-gara del match Udinese-ChievoVerona, le squadre dell’Oratorio San Zorz e dell’Oratorio S. Osvaldo si sono affrontate in un’amichevole terminata con il risultato di 1-12.

 

Grande entusiasmo e forti emozioni hanno accompagnato i giovani calciatori degli oratori scesi in campo sotto lo sguardo dei loro idoli. I ragazzi degli oratori hanno consegnato ai capitani dell’Udinese Calcio e dell’A.C. ChievoVerona la sciarpa della Junior TIM Cup per poi accompagnarli all’ingresso in campo con il loro entusiasmo. 

                                                                                             

La VII edizione della Junior TIM Cup continua a disputarsi nelle 16 città le cui squadre militano nella Serie A TIM 2018-2019. Gli oratori vincitori di ciascun torneo cittadino si contenderanno il trofeo durante la fase Finale nel mese di maggio che sarà ospitata in uno dei prestigiosi stadi della Serie A TIM.

 

Il progetto Junior TIM Cup torna in campo, come per le precedenti stagioni, grazie ad un fondo nel quale confluiranno sia parte delle ammende comminate ai tesserati e alle società di Serie A TIM dal Giudice Sportivo durante il corso della stagione sia il contributo di TIM nel ruolo di title sponsor del torneo.

 

Tutti gli eventi della Junior TIM Cup e le storie dei suoi protagonisti possono essere seguiti sul sito www.juniortimcup.it ed attraverso l’hashtag #juniortimcup.

 

 

 

]]>
<![CDATA[ Il Csi lancia la campagna #IoStoConBak ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4070 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4070

Dopo le scritte offensive e discriminatorie sotto l'abitazione della famiglia adottiva del 21enne campione dell'Atletica Melegnano Bakary Dandio, tutta la solidarietà e l'abbraccio social del Centro Sportivo Italiano ]]>

Dopo le scritte offensive e discriminatorie sotto l'abitazione della famiglia adottiva del 21enne campione dell'Atletica Melegnano Bakary Dandio, tutta la solidarietà e l'abbraccio social del Centro Sportivo Italiano

Roma, 14 febbraio 2019 – La Presidenza nazionale del Centro Sportivo Italiano, il Csi Milano e la società sportiva Atletica leggera Melegnano di Lodi si schierano al fianco del giovane campione nazionale Csi di atletica leggera, Bakary Dandio e della famiglia Pozzi. In merito ai recenti fatti di cronaca accaduti a Melegnano (vedi rassegna stampa in allegato), ed alle frasi offensive e pesantemente discriminatorie indirizzate alla famiglia adottiva del 21enne, il Csi si unisce alla solidarietà espressa dalla comunità locale di Melegnano, dove brilla il successo di un modello di reale integrazione sociale: una società sportiva, una famiglia e l'intera cittadinanza hanno collaborato reciprocamente nel far sentire a casa propria un giovane atleta meritevole e rispettoso delle regole di convivenza comune.

Per abbracciare idealmente, e come segno di vicinanza al giovane atleta, nato in Senegal, e laureatosi nel 2018, a Cles (TN) campione nazionale Senior maschile nei 400m e negli 800m, con al collo anche un argento nei 200m, il Centro Sportivo Italiano ha lanciato sui social la campagna #IoStoConBak, dando così la possibilità di sostenere ed incoraggiare il ragazzo e la comunità, che lo ha accolto con affetto e simpatia.

«Viviamo, da tempo, in una società multi-etnica – afferma il presidente nazionale del Csi, Vittorio Bosio – in tutta Italia, purtroppo, non fanno notizia i moltissimi casi di integrazione di successo che conosce il CSI quotidianamente sui propri campi e palestre, come questo di Bak. Credo che in tempi di disorientamento e di rifiuto del diverso, il modello sociale da cui ripartire sia quello trasversale di una reale sinergia tra chi cresce ed educa i nostri giovani. In questo contesto, lo sport e le nostre società sportive da 75 anni combattono la sfida educativa più difficile: quella cioè di rendere “normale” la cultura dell'incontro».

]]>
<![CDATA[ In Slovenia il “#Resport Winter Camp” ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4069 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4069

]]>

Dal 5 al 7 febbraio a Maribor, si è svolto il “Resport Winter Camp”, organizzato dal partner sloveno presso il Centro Naprej, e che ha coinvolto 70 partecipanti. Grazie al camp, sono state realizzate diverse attività sportive e ricreative sulla neve e al coperto, quali ad esempio sci, ciaspole, slittino, nordic walking, orienteering ed escursionismo, con allenatori locali che hanno lavorato fianco a fianco con esperti e ragazzi disabili da tutta Europa. 

Il 5 febbraio, giornata sulla neve della collina di Pohorie, i cui impianti sportivi hanno ospitato la settimana precedente una gara di coppa del mondo femminile FIS. Assoluta eccellenza che ha saputo aprirsi anche all’attività per ragazzi disabili. Un gruppo di ragazzi ha preso lezioni di sci, cimentandosi per la prima volta con questo sport. Per i meno avventurosi ciaspole e slittino su una pista dedicata. Nel pomeriggio visita a Maribor con esercizi di orientamento, unendo uno degli sport oggetto del progetto Resport e la visita ai monumenti più rappresentativi. 

Il 6 febbraio, ancora attività sulla neve e nel pomeriggio prove di sport in palestra.

Nella mattinata del 7, gare ad eliminazione su diversi slittini tradizionali di Maribor, costruiti grazie a sci recuperati e legno. Un’attività molto divertente che unisce allo sforzo fisico un ottimo allenamento di equilibrio. Nel pomeriggio atto finale con una gara di football darts ma soprattutto, le tanto attese premiazioni di tutte le prove dei giorni precedenti. 

Tanti gli spunti immagazzinati per dar vita ad attività ricreative, con particolare attenzione all’aspetto riabilitativo che non deve sovrastare quello ludico, che è la caratteristica più attrattiva dello sport. Fondamentale dunque condividere praticamente le conoscenze maturate dai partner nei diversi campi di esperienza: dalla promozione sportiva, agli assistenti sociali ai centri diurni. Un mix che permetterà di creare un database di conoscenze a 360° sullo sport per persone disabili, focalizzato su aspetti riabilitativi e di integrazione. 

Appuntamento a settembre 2019 a Budapest per l’ultimo meeting, durante il quale verrà creato un portale con tante informazioni e suggerimenti su come adattare e progettare l’attività per ogni tipo di disabilità, delle linee guida per atleti, coach e società sportive.

 

]]>
<![CDATA[ Monitoraggio Attività Legislativa: ecco il numero di gennaio 2019 ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4067 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4067

]]>

E' stato pubblicato sul ns. sito il numero di gennaio della rivista “Monitoraggio attività legislativa”, a cura dell’Ufficio Affari Legislativi, Istituzionali e Attività di Presidenza del CONI Nazionale. La rivista mensile (11 numeri all’anno), riassume tutti i provvedimenti sottoposti nel mese precedente a presentazione, ad esame e/o ad approvazione da parte del Consiglio dei Ministri, del Parlamento e delle Regioni e/o pubblicati in Gazzetta Ufficiale (ivi compresi i Progetti e i Disegni di Legge presentati in Parlamento da singoli Deputati e Senatori), in materia di sport o materie affini e collaterali ad esso. Insomma, è una sorta di “estratto conto” legislativo e parlamentare che rappresenta tutti i “movimenti” mensili e che ci dà un quadro completo e aggiornato non solo delle ultimissime disposizioni nazionali o locali, ma anche delle discussioni in atto e le possibili future leggi dello Stato sulle materie di nostro diretto o indiretto interesse.

In particolare, su questo numero, la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DPCM del 29/01/2019 sui "Requisiti manageriali e sportivi per le nomine degli organi della società Sport e Salute Spa"; del DPCM del 19/12/2018, collegato alla Legge di Bilancio 2019, riguardante l'assegnazione dei fondi di sostegno allo sport; il DL n. 135 del 14/12/2018 (cosiddetto "Decreto Semplificazioni"), circa la "Proroga del termine per l’adeguamento degli statuti delle FSN, delle DSA e degli EPS alle modifiche introdotte dalla Legge n. 8/2018"; il DDL 992 sulla "Delega al Governo in materia di insegnamento curricolare dell’educazione motoria nella scuola primaria". Inoltre, La L.R. n. 19 del 05/12/2018 della Regione Emilia-Romagna sulla "Promozione della salute, del benessere della persona e della comunità e prevenzione primaria" e la L.R. n. 9 del 26/11/2018 della Regione Valle d'Aosta inerente finanziamenti per infrastrutture ricreativo-sportive e vita tecnica delle sciovie a fune alta.

La rivista è facilmente “leggibile”, in quanto non contiene gli articolati testi di legge, ma solo un brevissimo e scorrevole sunto del loro contenuto; tuttavia contiene tutti i riferimenti per trovare sui motori di ricerca o sui siti istituzionali il testo integrale di ciascun provvedimento pubblicato, qualora se ne volesse approfondire la conoscenza. La rendiamo disponibile a Comitati CSI ed Associazioni Sportive, come utile servizio formativo nell’ottica di migliorare la cultura e la professionalità degli operatori e dei dirigenti.

La raccolta completa di TUTTI i numeri pubblicati dal gennaio 2016 ad oggi, la si può trovare liberamente scaricabile sul ns. sito nazionale (sezione "Servizi al Territorio", al link in alto a destra, e comunque anche al link qui a fianco.

]]>
<![CDATA[ LA JUNIOR TIM CUP ALL'ATLETI AZZURRI D'ITALIA PRIMA DI ATALANTA-SPAL ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4066 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4066

L’Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo, oggi, ha aperto le porte alla Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 riservato agli Under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano. ]]>

L’Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo, oggi, ha aperto le porte alla Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 riservato agli Under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano.

Nel pre-gara del match Atalanta-Spal, i ragazzi delle squadre dell’Oratorio Villaggio Sposi e dell’Oratorio Vill’Alta hanno consegnato ai capitani dell’Atalanta B.C. e della S.P.A.L. la sciarpa della Junior TIM Cup per poi accompagnarli all’ingresso in campo con il loro entusiasmo. 

                                                                                             

La VII edizione della Junior TIM Cup continua a disputarsi nelle 16 città le cui squadre militano nella Serie A TIM 2018-2019. Gli oratori vincitori di ciascun torneo cittadino si contenderanno il trofeo durante la fase Finale nel mese di maggio che sarà ospitata in uno dei prestigiosi stadi della Serie A TIM.

 

Il progetto Junior TIM Cup torna in campo, come per le precedenti stagioni, grazie ad un fondo nel quale confluiranno sia parte delle ammende comminate ai tesserati e alle società di Serie A TIM dal Giudice Sportivo durante il corso della stagione sia il contributo di TIM nel ruolo di title sponsor del torneo.

 

Tutti gli eventi della Junior TIM Cup e le storie dei suoi protagonisti possono essere seguiti sul sito www.juniortimcup.it ed attraverso l’hashtag #juniortimcup.

]]>
<![CDATA[ Gianluca Mancini dell'Atalanta in oratorio con la Junior TIM Cup ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4065 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4065

Gianluca Mancini dell’Atalanta B.C. ha incontrato alcuni dei ragazzi della Junior TIM Cup, il torneo Under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano. Domenica 10 febbraio, due squadre degli oratori scenderanno in campo all’Atleti Azzurri d’Italia, prima di Atalanta - Spal ]]>

Gianluca Mancini dell’Atalanta B.C. ha incontrato alcuni dei ragazzi della Junior TIM Cup, il torneo Under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano. Domenica 10 febbraio, due squadre degli oratori scenderanno in campo all’Atleti Azzurri d’Italia, prima di Atalanta - Spal

Dall’oratorio ai grandi stadi della Serie A TIM: per il settimo anno consecutivo la “Junior TIM Cup - Il Calcio negli oratori” continua a divulgare la buona pratica sportiva fatta di valori, lealtà e divertimento puro. Iltorneo giovanile di calcio a 7, riservato agli Under 14, promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano, coinvolge gli oratori delle 16 città le cui squadre militano nella Serie A TIM.

 

Dopo aver coinvolto, nelle precedenti edizioni, oltre 64mila ragazzi in tutta Italia, quasi 5mila oratori e fatto disputare più di 25mila partite, il progetto continua il percorso di unione tra sport di vertice e di base. Ogni settimana, infatti, i ragazzi accoglieranno gli ambasciatori della squadra di Serie A TIM della loro città e i simboli di alcuni dei valori cari alla Junior TIM Cup: “Corretti e solidali: il fair play è dei campioni”. Nel weekend, invece, le squadre della Junior TIM Cup 2018-2019 scenderanno in campo negli stadi del grande calcio disputando un’amichevole durante il pre-partita dei match di Serie A TIM. Gli oratori vincitori di ciascun torneo cittadino si contenderanno il trofeo durante la fase Finale nel mese di maggio che sarà ospitata in uno dei prestigiosi stadi della Serie A TIM.

 

Oggi, Gianluca Mancini dell’Atalanta B.C. ha fatto visita all’Oratorio Santa Maria di Dalmine/Sforzatica (Bg) per incontrare e giocare con i ragazzi della Junior TIM Cup.

Gianluca Mancini: Essere paragonato a Franz Beckenbauer mi fa molto piacere ma lui è un mostro sacro, io devo ancora crescere tanto prima con l'Atalanta poi spero con la Nazionale. Ogni domenica, io e i miei compagni siamo orgogliosi di vedere sugli spalti dello stadio molti bambini: non vediamo l'ora di ospitare la Junior TIM Cup nel pre-gara con la Spal. Per me arrivare in Serie A TIM è stata la realizzazione di un sogno, spero che anche i ragazzi della Junior TIM Cup possano realizzarlo qualunque esso sia".

 

 

Domenica 10 febbraio, invece, l’Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo aprirà le porte alla Junior TIM Cup nel pre-partita diAtalanta-Spal: le squadre dell’Oratorio Villaggio Sposi e dell’Oratorio Vall’Alta si sfideranno in un’amichevole sotto lo sguardo dei loro beniamini e del pubblico sugli spalti.

 

Anche quest’anno si rinnova l’impegno educativo con “Campioni nella Vita”, un torneo parallelo rispetto a quello calcistico, riservato alle 16 squadre finaliste, che avranno la possibilità di realizzare attività sociali o azioni di volontariato attraverso degli elaborati video o scritti. L’iniziativa ritenuta più coerente con i valori espressi dalla Junior TIM Cup sarà premiata con un riconoscimento.

 

Il progetto Junior TIM Cup torna in campo, come per le precedenti edizioni, grazie ad un fondo nel quale confluiranno sia parte delle ammende comminate ai tesserati e alle società di Serie A TIM dal Giudice Sportivo durante il corso della stagione sia il contributo di TIM nel ruolo di title sponsor del torneo.

 

Per vivere insieme alla Junior TIM Cup le emozioni della stagione 2018-2019 basterà seguire il sito www.juniortimcup.it o l’hashtag #juniortimcup.

]]>
<![CDATA[ LA JUNIOR TIM CUP ALLA SARDEGNA ARENA PRIMA DI CAGLIARI-ATALANTA ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4064 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4064

]]>

La Sardegna Arena di Cagliari, oggi, ha aperto le porte alla Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 riservato agli Under 14promosso da Lega Serie ATIM Centro Sportivo Italiano. Nel pre-gara del match Cagliari-Atalanta, le squadre dell’Oratorio San Luigi Orione di Selargius (CA) e dell’Oratorio Sant’Ambrogio di Monserrato (CA) si sono affrontate in un’amichevole terminata con il risultato di 7- 0.

Grande entusiasmo e forti emozioni hanno accompagnato i giovani calciatori degli oratori scesi in campo sotto lo sguardo dei loro idoli. I ragazzi degli oratori hanno consegnato ai capitani del Cagliari Calcio e dell’Atalanta B.C. la sciarpa della Junior TIM Cup per poi accompagnarli all’ingresso in campo con il loro entusiasmo.                                                                                            

La VII edizione della Junior TIM Cup continua a disputarsi nelle 16 città le cui squadre militano nella Serie A TIM 2018-2019. Gli oratori vincitori di ciascun torneo cittadino si contenderanno il trofeo durante la fase Finale nel mese di maggio che sarà ospitata in uno dei prestigiosi stadi della Serie A TIM.

Il progetto Junior TIM Cup torna in campo, come per le precedenti stagioni, grazie ad un fondo nel quale confluiranno sia parte delle ammende comminate ai tesserati e alle società di Serie A TIM dal Giudice Sportivo durante il corso della stagione sia il contributo di TIM nel ruolo di title sponsor del torneo.

Tutti gli eventi della Junior TIM Cup e le storie dei suoi protagonisti possono essere seguiti sul sito www.juniortimcup.it ed attraverso l’hashtag #JuniorTIMCup.

]]>
<![CDATA[ A tu per tu con Alessio Cragno ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4063 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4063

Una delegazione di ragazzi dell’Oratorio Poggio dei Pini di Capoterra, ha incontrato il portiere rossoblu Alessio Cragno. Lunedì 4 febbraio, invece, la Sardegna Arena di Cagliari aprirà le porte alla Junior TIM Cup nel pre-partita di Cagliari-Atalanta ]]>

Una delegazione di ragazzi dell’Oratorio Poggio dei Pini di Capoterra, ha incontrato il portiere rossoblu Alessio Cragno. Lunedì 4 febbraio, invece, la Sardegna Arena di Cagliari aprirà le porte alla Junior TIM Cup nel pre-partita di Cagliari-Atalanta

Assemini (Cagliari), 01 febbraio 2019 – E’ stato un incontro davvero straordinario quello che, oggi pomeriggio, i ragazzi della Junior TIM Cup – il torneo di calcio a 7 riservato agli under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano – hanno vissuto insieme ad una delegazione del Cagliari Calcio rappresentata dal portiere Alessio Cragno.

I ragazzi dell’Oratorio Poggio dei Pini di Capoterra sono stati ospiti presso il centro sportivo di Asseminello. Alessio Cragno ha indossato la maglia della Junior TIM Cup con la scritta “UNO DI NOI”, oltre a firmare la maglia staffetta che fa da testimone tra tutti i campioni incontrati nelle città della Serie A TIM. L’entusiasmo e la passione dei piccoli calciatori della Junior TIM Cup hanno contagiato tutto l’ambiente azzurro. Dopo aver coinvolto, nelle precedenti edizioni, oltre 64mila ragazzi in tutta Italia, quasi 5mila oratori e fatto disputare più di 25mila partite, il progetto continua il percorso di unione tra sport di vertice e di base. Ogni settimana, infatti, i ragazzi incontreranno gli ambasciatori della squadra di Serie A TIM della loro città e i simboli di alcuni dei valori cari alla Junior TIM Cup: “Corretti e solidali: il fair play è dei campioni”. Nel weekend, invece, le squadre della Junior TIM Cup 2018-2019 scenderanno in campo negli stadi del grande calcio disputando un’amichevole durante il pre-partita dei match di Serie A TIM. Gli oratori vincitori di ciascun torneo cittadino si contenderanno il trofeo durante la fase Finale nel mese di maggio che sarà ospitata in uno dei prestigiosi stadi della Serie A TIM.

 

Lunedì 4 febbraio, invece, la Sardegna Arena di Cagliari aprirà le porte alla Junior TIM Cup nel pre-partita di Cagliari-Atalanta: le squadre dell’OratorioSan Luigi Orione di Selargius (CA) e dell’Oratorio Sant’Ambrogio di Monserrato (CA) si sfideranno in un’amichevole sotto lo sguardo dei loro beniamini e del pubblico sugli spalti.

 

Alessio Cragno ha raccontato ai bambini della Junior TIM Cup la sua esperienza di portiere cresciuto in oratorio e arrivato in Nazionale.

 

La tua carriera nasce in una squadra d’oratorio, la San Michele Cattolica Virtus che lo scorso anno è arrivata seconda alla finale della Junior TIM  Cup perdendo proprio contro un oratorio in rappresentanza di Cagliari. Che ricordi hai di quel periodo?

Di quel tempo conservo un ricordo splendido. Stavo alle medie, il periodo di passaggio dall’infanzia all’adolescenza. Ero spensierato, ricordo che per andare a giocare lì mangiavo un panino al volo a scuola e poi correvo al campo, felice di poter andare ad allenarmi.

In questo oratorio hanno mossi i primi passi Paolo Rossi e Andrea Barzagli. Cosa insegna di più calcisticamente l’ambiente dell’oratorio? Anche se avete ruoli diversi, cosa ti piacerebbe ripercorrere della carriera Rossi e Barzagli?



Sicuramente in quell’ambiente si faceva molta attenzione al comportamento. Chiaramente vincere era piacevole, ma gli obiettivi principali erano altri: divertirsi e l’educazione al rispetto degli avversari, un valore che ti porti dentro per sempre, sia che fai il calciatore che un qualsiasi altro lavoro. Rossi e Barzagli hanno giocato ai massimi livelli, vincendo addirittura un Mondiale. Ecco, vincere un Mondiale è il mio sogno, ma mi accontenterei anche soltanto di avvicinarmi ai loro livelli.


Tu hai esordito in Serie A TIM all’Olimpico di Roma, cosa ricordi di quel giorno?

Una giornata bellissima, al di là del risultato sfavorevole della partita. Ho avuto la fortuna di debuttare in uno stadio magnifico come l’Olimpico, che in quell’occasione era pure strapieno. Sinceramente non mi aspettavo di esordire, il nostro allenatore, Zeman, dava la formazione appena prima di scendere in campo, quindi seppi tutto all’ultimo, fu tutto un po' inaspettato. Un ricordo che mi porterò sempre dentro.

Lunedì sfida all’Atalanta. Gli attaccanti nerazzurri sono in forma, Zapata e Gomez su tutti. Da portiere, cosa temi di loro?

L’Atalanta non è solo Gomez o Zapata; ci sono giocatori del valore di Ilicic e Pasalic che sanno trovare la giocata nel momento giusto. Oltre alle individualità, i bergamaschi presentano una squadra organizzatissima, che attraversa un periodo di ottima forma. Dovremo stare molto attenti, non dar loro l’opportunità di farci male.

Dopo l’Atalanta, per il Cagliari ci sarà il Milan ed è sfida tutta azzurra con Donnarumma. Cosa vi differenzia e cosa avete in comune?

In comune la giovane età: lui ha qualche anno in meno di me. E la voglia di fare sempre bene e mettere in evidenza le nostre qualità. Ci differenzia la struttura fisica, lui è più imponente, io più agile.

In un’intervista, Buffon ti ha inserito nella sua lista di eredi. Come ci si sente?

Non lo sapevo, fa molto piacere che un mostro sacro come Buffon, il più grande interprete del ruolo, abbia pensato a me e non può che rendermi orgoglioso.

Anche quest’anno si rinnova l’impegno educativo con “Campioni nella Vita”, un torneo parallelo rispetto a quello calcistico, riservato alle 16 squadre finaliste, che avranno la possibilità di realizzare attività sociali o azioni di volontariato attraverso degli elaborati video o scritti. L’iniziativa ritenuta più coerente con i valori espressi dalla Junior TIM Cup sarà premiata con un riconoscimento.

Il progetto Junior TIM Cup torna in campo, come per le precedenti edizioni, grazie ad un fondo nel quale confluiranno sia parte delle ammende comminate ai tesserati e alle società di Serie A TIM dal Giudice Sportivo durante il corso della stagione sia il contributo di TIM nel ruolo di title sponsordel torneo.

Per vivere insieme alla Junior TIM Cup le emozioni della stagione 2018-2019 basterà seguire il sito www.juniortimcup.it o l’hashtag #juniortimcup.

 

 

]]>
<![CDATA[ “Racconti Sportivi” ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4062 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4062

Fino al 25 marzo è possibile partecipare gratuitamente all'iniziativa promossa da Historica edizioni e curato dal giornalista e scrittore Stefano Andrini, il curatore che ha scelto il Csi come partner per promuovere lo sport come fattore culturale ]]>

Fino al 25 marzo è possibile partecipare gratuitamente all'iniziativa promossa da Historica edizioni e curato dal giornalista e scrittore Stefano Andrini, il curatore che ha scelto il Csi come partner per promuovere lo sport come fattore culturale

È il lato umano dello sport protagonista del nuovo Concorso letterario “Racconti Sportivi” promosso da Historica edizioni e curato dal giornalista e scrittore Stefano Andrini e patrocinato dal Csi.
Il concorso, gratuito e aperto a chiunque, accetta i racconti di ogni genere letterario aventi però un riferimento allo sport. Per inviare l'elaborato c'è tempo fino al 25 marzo.

I racconti vincitori verranno pubblicati da Historica edizioni in un libro che sarà in vendita in anteprima nazionale in occasione del Salone del Libro di Torino, che si svolgerà al Lingotto Fiere dal 9 al 13 maggio 2019. Il testo sarà in vendita presso lo stand di Historica e sarà successivamente ordinabile online e in libreria e disponibile nelle principali fiere del libro a cui partecipa la casa editrice. Successivamente verrà organizzato un evento ufficiale di consegna degli attestati di partecipazione per gli autori selezionati.

«Historica ha scelto il Csi come partner del Concorso perché condivide una comune idea dello sport e della vita. Ovvero la necessità di mettere al centro la priorità educativa e il fattore umano - il commento del curatore Stefano Andrini - In questo anche lo sport è cultura. Dimostrare sul campo la verità di ciò è uno degli scopi del Concorso e della mission della casa editrice».

Per avere maggiori informazioni sul concorso visitare il sito: http://www.historicaedizioni.com/concorso-letterario-racconti-sportivi/

]]>
<![CDATA[ Una riforma a sostegno dello sport di base ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4061 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4061

Al Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” il Governo ha presentato “Sport e Salute Spa”, la nuova azienda pubblica che prenderà il posto di "CONI Servizi Spa" e si occuperà di attività sportiva di base, tutela della salute, sport a scuola e antidoping. ]]>

Al Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” il Governo ha presentato “Sport e Salute Spa”, la nuova azienda pubblica che prenderà il posto di "CONI Servizi Spa" e si occuperà di attività sportiva di base, tutela della salute, sport a scuola e antidoping.

“Vogliamo chiarire tutti gli aspetti della vicenda relativa a questa nuova società pubblica, per rasserenare un clima di tensioni alimentato anche dai mass media. La riforma del sistema sportivo non nasce “a favore” o “contro” qualcuno, ma con la chiara volontà di focalizzare l’attenzione verso lo sport di base, rafforzare il binomio “sport e salute”, ma anche di dare risorse “certe” e più consistenti agli Organismi Sportivi”. È con queste parole che giovedì 31 gennaio in mattinata l’On. Giancarlo Giorgetti, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega allo Sport, ha aperto la conferenza stampa da lui convocata, proprio in uno dei “templi dello sport”, il Centro di Preparazione Olimpica dell’Acqua Acetosa di Roma.

Un’ Aula Magna gremita di giornalisti, di Presidenti di Federazione e di Enti di promozione, ma anche di tanti dirigenti del Coni ha fatto da cornice ai diversi interventi, tra gli altri, di Matteo Salvini, Vicepremier e Ministro dell’Interno; di Simone Valente, Sottosegretario per i rapporti col Parlamento; di Giulia Grillo, Ministro della Salute e di Marco Bussetti, Ministro dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca. “Non c’è alcuna volontà da parte della politica di invadere lo sport - ha proseguito Giorgetti -  ma solo il progetto di creare due soggetti con competenze diverse in grado di dare il massimo ciascuno sui propri obiettivi; da una parte il Coni, che si occuperà di coordinare al meglio la preparazione olimpica e lo sport di vertice, e dall’altro Sport e Salute, azienda di Stato, che avrà l’obiettivo di sviluppare quegli aspetti dello sport così colpevolmente sottovalutati: dall’educazione sportiva nella scuola alla prevenzione e alla salute pubblica, dal sostegno alle piccole Asd di base attraverso possibili sgravi fiscali e semplificazioni burocratiche fino al contrasto dell’abbandono giovanile”.

“Allo sport tornerà indietro il 32% dell’indotto fiscale che viene generato dallo sport stesso, con un minimo garantito di 408 mln di euro: è un grande passo in avanti perché fissa automatismi oggettivi e trasparenti per i contributi pubblici per cui, se lo sport crescerà come ci auguriamo, aumenteranno di conseguenza anche i fondi disponibili.  Insomma, molto è stato fatto – ha sottolineato il Sottosegretario - come le agevolazioni fiscali alle Asd e l’allargamento dello “sport bonus”, ma ancora tanti temi sono da affrontare: tra questi anche la tutela dei volontari e dei presidenti delle piccole società sportive e gli aspetti previdenziali delle tante persone che svolgono la loro professione in questo ambito”.

Per il Presidente Nazionale del Coni, Giovanni Malagò, invece, “pur apprezzando la forte attenzione del Governo verso lo sport, questa è una riforma nata nei modi sbagliati; non è possibile questa separazione di competenze tra due soggetti così diversi. Tuttavia – ha concluso Malagò – io sono un uomo di sport, e per il bene dello sport mi auguro che questa riforma dia i risultati sperati”. Di tutt’altro avviso, invece, gli interventi di Paolo Barelli, Presidente Federnuoto, e di Angelo Binaghi, presidente Federtennis, per i quali una riforma del sistema Coni, ormai “vecchio” e inadeguato, era inderogabile, così come lo era una semplificazione della struttura che passa anche attraverso gli accorpamenti tra loro di Organismi Sportivi similari.

In chiusura, l’On. Giancarlo Giorgetti, non ha dimenticato di trattare il tema dell’antidoping, anch’esso trasferito dal controllo del Coni a quello di Sport e Salute “per evitare il conflitto di interesse ‘controllato-controllore’ che talvolta è emerso” – un chiaro riferimento ad alcuni recenti fatti di squalifiche per doping che hanno suscitato perplessità – né ha trascurato il tema della distinzione di competenze tra le Federazioni e gli Enti di Promozione Sportiva, argomento su cui è stata chiamata a riflettere una 'autorithy' per evitare che si possono verificare, come nel recente passato, sovrapposizioni e conflittualità. Sport e Salute Spa, che gestirà anche tutto il patrimonio immobiliare sportivo ed il personale in servizio al Coni, è già stata regolarmente costituita; l’entrata a pieno regime della riforma è previsto tra un anno, passando attraverso un percorso a tappe, la prima delle quali sarà la nomina del consiglio di amministrazione dell’azienda pubblica previsto per la tarda primavera di quest’anno, che sarà affidata ad un amministratore delegato, ancora da selezionare tra personalità di alto profilo manageriale. In allegato a questa notizia, le slides dell'evento (file pdf scaricabile).

Foto: www.governo.it

Slides: www.sportgoverno.it

Immagini messe a disposizione con licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT

]]>
<![CDATA[ Maratona di Roma: sconto per gli atleti CSI ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4060 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4060

]]>

Il 7 aprile 2019 si terrà la 25esima edizione della Maratona internazionale di Roma organizzata dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera con il Patrocinio di Roma Capitale. Gli atleti tesserati con il Centro Sportivo Italiano potranno usufruire di una quota gara dedicata di 7 euro per l'iscrizione alla Stracittadina, gara non competitiva. Per ottenere lo sconto è necessario inserire all’atto dell’iscrizione un codice promozionale da richiedere al comitato territoriale CSI di appartenenza. È quanto stabilito nell’accordo sottoscritto CSI-FIDAL. La Stracittadina, gara non competitiva di 5 km, partirà da via dei Fori Imperiali e il percorso si svilupperà nel cuore della Roma imperiale con arrivo all’interno del Circo Massimo, sede della festa finale. Sarà un evento nell'evento che consentirà a tutti di vivere una giornata indimenticabile nelle meraviglie della Città Eterna. Si ricorda che la partecipazione alla corsa ludico-motoria, non competitiva e senza classifica, è aperta a tutti e non necessita della “Runcard”.

]]>
<![CDATA[ A Parigi il kick off meeting di Sports Identity ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4059 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4059

]]>

Dal 23 al 25 gennaio, si è svolto presso il centro di formazione e preparazione sportiva francese CREPS, il primo incontro del progetto Sports Identity, finanziato nell’ambito del programma Erasmus+ KA2 con l’Agenzia Nazionale francese.

Il capofila del progetto Jean Raymond Marquez, direttore del centro CREPS, ha riunito una partnership proveniente da 4 paesi europei: Austria (ASVÖ Salzburg), Francia (CREPS), Italia (CSI e CEIPES), Portogallo (CAI) rappresentata da organizzazioni/associazioni che lavorano nell’ambito del sociale, dell’educazione e dello sport.

Il progetto mira a comprendere meglio il fenomeno di radicalizzazione violenta dei giovani, crescente in Europa. Questo fenomeno avviene quando la distanza di opinione determina uno scontro tra le parti con esclusione di ogni possibilità di soluzione o di compromesso.

Il progetto inoltre si propone di promuovere la trasmissione di valori dello sport, in una prospettiva di sviluppo della cittadinanza attiva e aperta. A tal fine si lavorerà per creare e sviluppare un modello di formazione ad hoc per professionisti di diversi settori, creare strumenti/programmi educativi che consentano agli operatori sportivi ad identificare, prevenire e gestire questi fenomeni.

Prossimo step, sarà la raccolta delle buone pratiche, nel campo della prevenzione dei fenomeni di radicalizzazione, nei diversi paesi.

Previsto per Giugno 2019 il primo Joint Training a Lisbona, dove operatori, educatori e ragazzi provenienti dai diversi paesi, si incontreranno per una settimana di lavoro al fine di confrontare metodi e buone pratiche di identificazione e prevenzione della radicalizzazione.

]]>
<![CDATA[ SNOW VOLLEY SHOW ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4058 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4058

Al via nel 2019 7 tornei in 6 diverse province italiane. L’Acqua San Bernardo Snow Volley Tour quest’anno tocca le località sciistiche di: Sestriere (TO), Roccaraso (AQ), Alta Badia (BZ), Monte Zoncolan (UD), Breuil-Cervinia (AO), Prato Nevoso (CN) e Plan de Corones (BZ) ]]>

Al via nel 2019 7 tornei in 6 diverse province italiane. L’Acqua San Bernardo Snow Volley Tour quest’anno tocca le località sciistiche di: Sestriere (TO), Roccaraso (AQ), Alta Badia (BZ), Monte Zoncolan (UD), Breuil-Cervinia (AO), Prato Nevoso (CN) e Plan de Corones (BZ)

E’ tempo di Snow Volley Show nel Csi! In mostra nel 2019 la disciplina ufficialmente riconosciuta dal Csi, con cui Snow Volley Italia ha deciso di avviare una collaborazione per promuovere e far conoscere questo entusiasmante nuovo sport. La pallavolo sulla neve in poche, pionieristiche stagioni ha conquistato l’interesse di professionisti, amatori e appassionati che, con non poca sorpresa, dichiarano di ritrovare in alta quota sia le condizioni ideali di gioco, sia l’atmosfera festosa e coinvolgente del gioco estivo in spiaggia.

L'occasione giusta per provare questa nuova disciplina sarà la terza edizione dell’Acqua San Bernardo Snow Volley Tour, la manifestazione, promossa da Snow Volley Italia, che intende permettere a tutti di mettersi alla prova in uno sport da considerarsi “estremo”, che si gioca ad ogni altitudine e con qualsiasi condizione atmosferica. Lo si può giocare con ogni formula: 2 contro 2, 3 contro 3 o 4 contro 4. Al megli dei tre set, a 15 punti. Tutto al maschile (rete ai 243 cm), al femminile (rete ai 224 cm) o misto (235 cm), con almeno una donna in campo nel 3x3 e almeno due quote rosa nel 4x4. Sta dunque per cominciare la rincora al titolo dello Snow Volley, che verrà assegnato a Prato Nevoso (CN), dal 29 al 31 marzo, che con oltre 350 iscritti è da anni l’evento di Snow Volley più grande al mondo.

Le tappe toccheranno sette diverse province italiane. Dopo l’evento inaugurale tenutosi a Sestriere (TO) la prima tappa del 2019 il 16 e 17 febbraio sarà in Centro Italia a Roccaraso (AQ) nella stazione di Pizzalto: le sfide andranno in scena nel comprensorio sciistico dell’Alto Sangro. 

A seguire si giocherà come da tradizione in Alta Badia (BZ) il 2 e 3 marzo, con la speciale tappa King & Queen dove 8 dei migliori giocatori per categoria verranno invitati per affrontarsi sul campo e decretare un unico vincitore. Il tour proseguirà allo Zoncolan (UD) il 9 e il 10 marzo, a Breuil-Cervinia (AO) il 16 e 17 marzo. Quindi il Grand Finale di Prato Nevoso (CN).  A Plan de Corones (BZ) poi il 6-7 aprile, l’Italia ospiterà inoltre due diverse tappe del tour europeo promosso dalla CEV (Confédération Européenne de Volleyball). Parteciperanno atleti di livello internazionale e lo spettacolo si annuncia di altissimo livello.
Non era facile, fino a pochi anni fa, prevedere che lo Snow Volley avrebbe vissuto una tale consacrazione. La disciplina per decenni è stata praticata solo a livello amatoriale in nazioni ricche di abbondanti nevicate. Una delle più antiche testimonianze risale al 1955: è una fotografia in bianco e nero e ritrae alcuni giocatori russi, tra cui il campione olimpico Vitali Kovalenko, mettersi alla prova nei dintorni di Mosca. 

Qui da noi i pionieri sono i ragazzi di Snow Volley Italia, che si sono posti l’ambizioso obiettivo di far approdare la disciplina alle prossime Olimpiadi invernali. E i primi risultati della crescita del movimento nostrano sono tangibili. Uno su tutti, il 5° posto ottenuto dalla squadra italiana alla 1° tappa del circuito europeo che si è tenuta a Mosca lo scorso 20-22 dicembre, con l’accesso alla semifinale sfumato solo al tie break (14-16). L’Italia era la seconda delegazione per numero di partecipanti dopo la Russia.

«Continueremo la promozione affiancando allo Snow Volley anche tanti eventi collaterali - sostiene Matteo Carlon, fondatore di D4P e presidente Snow Volley Italia -. In occasione delle tappe avremo musica dal vivo, dimostrazioni di Footvolley sulla neve, animazione per bambini. Promuoveremo la disciplina non solo sotto l’aspetto sportivo, ma anche come occasione di aggregazione e di festa grazie anche ai valori di correttezza, condivisione e rispetto che questo sport porta con sé. Tutto questo in linea con la proposta sportiva ed associativa del Centro Sportivo Italiano, ente con il quale ci siamo subito trovati per un progetto di crescita della famiglia degli Snower, i giocatori di Snow Volley, e che sostiene quale partner la promozione di questa nuova disciplina aperta a tutti i livelli di gioco».

«Abbiamo voluto sostenere questa proposta – aggiunge Vittorio Bosio, Presidente Nazionale CSI – e avvicinarci a questa nuova disciplina sportiva. A molti potrà sembrare insolito “giocare a pallavolo sulla neve”, ma sono convinto che se vogliamo intercettare le richieste delle giovani generazioni, la proposta sportiva arancioblù ha la necessità di aprirsi anche a queste nuove opportunità.”

]]>
<![CDATA[ La Junior TIM Cup al Castellani prima di Empoli-Genoa ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4057 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4057

]]>

Il Carlo Castellani di Empoli, oggi, ha aperto le porte alla Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 riservato agli Under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano. Nel pre-gara del match Empoli - Genoa, le squadre della Parrocchia San Giovanni Evangelista di Empoli e della Parrocchia Santa Verdiana di Castelfiorentino si sono affrontate in un’amichevole terminata con il risultato di 3-7.

 

Grande entusiasmo e forti emozioni hanno accompagnato i giovani calciatori degli oratori scesi in campo sotto lo sguardo dei loro idoli. I capitani degli oratori, Vittorio per gli azzurri del San Giovanni Evangelista e Matteo per i blu del Santa Verdiana (in casacca gialla) hanno consegnato ai capitani dell’Empoli F.C. e del Genoa C.F.C., Pasqual e Criscito, la sciarpa della Junior TIM Cup per poi accompagnarli all’ingresso in campo con il loro entusiasmo. 

                                                                                             

La VII edizione della Junior TIM Cup continua a disputarsi nelle 16 città le cui squadre militano nella Serie A TIM 2018-2019. Gli oratori vincitori di ciascun torneo cittadino si contenderanno il trofeo durante la fase Finale nel mese di maggio che sarà ospitata in uno dei prestigiosi stadi della Serie A TIM.

 

Il progetto Junior TIM Cup torna in campo, come per le precedenti stagioni, grazie ad un fondo nel quale confluiranno sia parte delle ammende comminate ai tesserati e alle società di Serie A TIM dal Giudice Sportivo durante il corso della stagione sia il contributo di TIM nel ruolo di title sponsor del torneo.

 

Tutti gli eventi della Junior TIM Cup e le storie dei suoi protagonisti possono essere seguiti sul sito www.juniortimcup.it ed attraverso l’hashtag #juniortimcup.

 

]]>
<![CDATA[ Napoli 82ers: una rimonta da campioni ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4056 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4056

Al Guelfi Stadium di Firenze grandi emozioni per l’epilogo del 7-League arancioblu. In chiusura di quarto quarto arriva il sorpasso decisivo che consegna il titolo ai vesuviani. Campania protagonista di giornata con anche gli Steel Bucks Caserta sul podio, dopo aver vinto il bronzo, 25-19 sui Bears Alessandria ]]>

Al Guelfi Stadium di Firenze grandi emozioni per l’epilogo del 7-League arancioblu. In chiusura di quarto quarto arriva il sorpasso decisivo che consegna il titolo ai vesuviani. Campania protagonista di giornata con anche gli Steel Bucks Caserta sul podio, dopo aver vinto il bronzo, 25-19 sui Bears Alessandria

Superbowl o no, splendido l’epilogo domenica scorsa a Firenze del campionato “7-League” di Football Americano, nella seconda stagione arancio-blu di questa appassionante disciplina, al suo promettente esordio all’interno del panorama sportivo Csi. Ad ospitare le final-four nazionale è stato il Guelfi Sport Center di Firenze, palcoscenico di prestigio del Football Americano federale.

Quattro le formazioni arrivate a disputare i 4 quarti decisivi nell’atto conclusivo del campionato: prima e seconda della classe nei rispettivi gironi di qualificazione organizzati a livello territoriale.

Dal raggruppamento Nord i Commandos Brianza (Csi Lecco) ed i Bears Alessandria, dal girone Centro-Sud gli 82ers Napoli e gli Steel Bucks Caserta. Nel roster delle partecipanti, in fase di qualificazione, anche i Salamanders Mantova nel girone Nord e i Mighty Sharks Roma nel gruppo Centro-Sud. 

L’ottimo percorso sostenuto nei gironi di qualificazione si è visto tutto nelle due partite giocate domenica. Due match agonisticamente molto validi, con il risultato sempre in discussione e con le formazioni in campo che hanno fornito azioni spettacolari esemplari testimonianze dei valori insiti in questa disciplina.  Il tutto corredato come nello stile di questo sport dal colore e dalla simpatia delle, esibitesi a bordo campo, pronte a supportare i finalisti ciessini.

Spirito di gruppo, la capacità di lottare, la grande collaborazione tattica nelle fasi difensiva ed offensiva, il rispetto estremo degli arbitri e delle loro decisioni. Ed al termine delle due partite, alle premiazioni, tutti insieme a festeggiare, vincitori e vinti.

A vincere il titolo nazionale sono stati i Napoli 82ers sui Commandos Brianza. Finale: 14 a 12, frutto di un grande recupero nel quarto finale effettuato dai partenopei. Capaci ad 8 minuti dalla fine - dopo aver subito il secondo touchdown lecchese ed il conseguente parziale di 0-12 - di serrare le fila e centrare la rimonta. Brividi in campo per il punto decisivo arrivato a meno di un minuto dal termine, e suspense con i Commados che sul filo di lana hanno nuovamente sfiorato il touchdown.  

Per il terzo posto gli Steel Buck Caserta hanno avuto la meglio per 25 a 19 sui Bears Alessandria, in un match davvero ben giocato dalle due formazioni, che hanno espresso un football intenso e generoso.

Ad introdurre le due partite e la premiazione sono state le simpatiche esibizioni delle giovani Tigerz di Empoli, cheerleader anch’esse protagoniste di quella rete di relazioni organizzative che ha permesso di concretizzare nel migliore dei modi questa finale. Un gioco di squadra coordinato dal Comitato Csi Lecco, realtà capofila nella sperimentazione del progetto, coadiuvato dal Csi Firenze e dalla Presidenza Nazionale.

]]>
<![CDATA[ W4AL - Walking for All Life ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4055 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4055

Stili di vita sani negli adolescenti e nei giovani tra i 14 e i 25 anni, con il Walking o camminata sportiva: un’attività accessibile e adatta a tutti. Oltre la condizione e la prestazione fisica, l’attività proponibile in ambienti diversi, contiene una molteplicità di valori: impegno, allenamento progressivamente più impegnativo e preparazione. ]]>

Stili di vita sani negli adolescenti e nei giovani tra i 14 e i 25 anni, con il Walking o camminata sportiva: un’attività accessibile e adatta a tutti. Oltre la condizione e la prestazione fisica, l’attività proponibile in ambienti diversi, contiene una molteplicità di valori: impegno, allenamento progressivamente più impegnativo e preparazione.

Il progetto “W4AL - Walking for All Life”, presentato dal Centro Sportivo Italiano in qualità di capofila, sul Programma Erasmus+ Sport, è stato selezionato tra i tanti progetti candidati a livello europeo e sarà finanziato con il sostegno della Commissione Europea.

La partnership vede coinvolti Grecia, Spagna, Germania, e Danimarca e mira a promuovere stili di vita individuali più sani negli adolescenti e nei giovani (soprattutto quelli tra i 14 e i 25 anni).

Il Walking è infatti un'attività accessibile e adatta a tutti indipendentemente dalla "condizione fisica", con un impatto economico nullo o molto basso, che può essere fatto in diversi contesti ambientali, dalla città alla montagna. Oltre a migliorare la salute, camminare ha anche benefici positivi per l'intera comunità. Infatti il camminare a piedi è la forma di trasporto più sostenibile, che porta benefici economici sia alle aree urbane che a quelle rurali.

Inoltre, “Walking for all life” offre ai partecipanti l'opportunità di socializzare, incontrare nuove persone e creare nuove amicizie. Questo aspetto sociale contribuisce anche a migliorare la salute mentale e il benessere dei partecipanti.

Il Walking è un'attività che contiene una molteplicità di aspetti: impegno, un allenamento progressivamente più impegnativo per raggiungere un obiettivo; preparazione (compresa la giusta dieta, studio del percorso, ecc.), la possibilità di scoprire se stessi e i propri “compagni di viaggio", la possibilità di scoprire il territorio.

Ai partecipanti verranno proposti diversi tipi di percorsi a piedi con diversi livelli di difficoltà e abilità da apprendere: abilità tecniche sportive e abilità culturali ambientali.

Per il supporto delle attività verrà fornita un'applicazione, disponibile per smartphone e tablet, creata ad hoc.

 

Inizio: 01/01/2019

Fine: 31/12/2020

]]>
<![CDATA[ A Firenze Milenkovic ha incontrato i bambini della Junior TIM Cup ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4054 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4054

Nikola Milenkovic dell’ACF Fiorentina ha incontrato i ragazzi della Junior TIM Cup, il torneo Under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano ]]>

Nikola Milenkovic dell’ACF Fiorentina ha incontrato i ragazzi della Junior TIM Cup, il torneo Under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano

Dall’oratorio ai grandi stadi della Serie A TIM: per il settimo anno consecutivo la “Junior TIM Cup - Il Calcio negli oratori” continua a divulgare la buona pratica sportiva fatta di valori, lealtà e divertimento puro. Il torneo giovanile di calcio a 7, riservato agli Under 14, promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano, coinvolge gli oratori delle 16 città le cui squadre militano nella Serie A TIM.

 

Dopo aver coinvolto, nelle precedenti edizioni, oltre 64mila ragazzi in tutta Italia, quasi 5mila oratori e fatto disputare più di 25mila partite, il progetto continua il percorso di unione tra sport di vertice e di base. Ogni settimana, infatti, i ragazzi accoglieranno gli ambasciatori della squadra di Serie A TIM della loro città, i quali esprimono valori cari alla Junior TIM Cup: “Corretti e solidali: il fair play è dei campioni”.

 

Nel weekend, invece, le squadre della Junior TIM Cup 2018-2019 scenderanno in campo negli stadi del grande calcio disputando un’amichevole durante il pre-partita dei match di Serie A TIM. Gli oratori vincitori di ciascun torneo cittadino si contenderanno il trofeo durante la fase Finale nel mese di maggio che sarà ospitata in uno dei prestigiosi stadi della Serie A TIM.

 

Oggi, Nikola Milenkovic dell’ACF Fiorentina ha fatto visita all’Oratorio San Jacopino di Firenze per incontrare e giocare con i ragazzi della Junior TIM Cup.

 

Nikola Milenkovic: "Da piccolo io non avevo idoli ma sognavo quotidianamente di giocare a calcio in una squadra importante. Quando ho fatto il mio esordio in Serie A TIM ero emozionato e nervoso perché volevo dimostrare al mister che meritavo la sua fiducia. Giocare anche la prima partita al Mondiale in Russia con la maglia della mia Serbia è stata la realizzazione di un altro sogno. Auguro a tutti i bambini della Junior TIM Cup di realizzare i loro desideri qualunque essi siano".   

 

Domenica scorsa, invece, l’Artemio Franchi di Firenze ha aperto le porte alla Junior TIM Cup nel pre-partita di Fiorentina-Sampdoria: le squadre della Parrocchia Santa Maria a Ponterosso di Figline Valdarno e della Parrocchia San Cristoforo di Strada in Chianti si sono sfidati in un’amichevole sotto lo sguardo dei loro beniamini e del pubblico sugli spalti.

Anche quest’anno si rinnova l’impegno educativo con “Campioni nella Vita”, un torneo parallelo rispetto a quello calcistico, riservato alle 16 squadre finaliste, che avranno la possibilità di realizzare attività sociali o azioni di volontariato attraverso degli elaborati video o scritti. L’iniziativa ritenuta più coerente con i valori espressi dalla Junior TIM Cup sarà premiata con un riconoscimento.

 

Il progetto Junior TIM Cup torna in campo, come per le precedenti edizioni, grazie ad un fondo nel quale confluiranno sia parte delle ammende comminate ai tesserati e alle società di Serie A TIM dal Giudice Sportivo durante il corso della stagione sia il contributo di TIM nel ruolo di title sponsor del torneo.

 

Per vivere insieme alla Junior TIM Cup le emozioni della stagione 2018-2019 basterà seguire il sito www.juniortimcup.it o l’hashtag #juniortimcup.   

]]>
<![CDATA[ A Firenze il Superbowl Csi ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4053 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=4053

Domenica 27 gennaio grande attesa per il match che assegna il titolo di campione nazionale di football americano. In campo i campioni in carica dei Commandos Brianza sfidano gli 82ers Napoli. Bears Alessandria - Steel Bucks Caserta in campo prima per il bronzo. Diretta streaming da Fidaf Tv ]]>

Domenica 27 gennaio grande attesa per il match che assegna il titolo di campione nazionale di football americano. In campo i campioni in carica dei Commandos Brianza sfidano gli 82ers Napoli. Bears Alessandria - Steel Bucks Caserta in campo prima per il bronzo. Diretta streaming da Fidaf Tv

Tutto è pronto, domenica 27 gennaio per il Superbowl arancioblu, la finale del campionato nazionale di football americano, dopo i numerosi touchdown realizzati nell’intera stagione, la seconda della 7-League. Si giocheranno a Firenze al Guelfi Sport Center di Firenze (stadio fiore all'occhiello del football americano italiano campo di gioco dei Guelfi Firenze che militano in prima divisione in FIDAF), le due partite per il podio. Uno spettacolo sportivo dove non mancheranno a bordo campo, in stile Usa le giovani cheerleader delle Tigerz, promettenti ginnaste acrobatiche del Csi gigliato.

Alle ore 13.00 ci sarà il match valido per il bronzo dove i Bears Alessandria affronteranno gli Steel Bucks Caserta.

Alle ore 16.00 si disputerà la finale tra i campioni in carica dei Commandos Brianza e gli 82ers Napoli, entrambe dominatrici dei rispettivi gironi (i lombardi quello Nord ed i partenopei quello Centro/Sud), partita trasmessa in diretta streaming da Fidaf Tv.

Il percorso delle squadre finaliste in questa splendida edizione del campionato targato Csi è stato entusiasmante e ricco di tanto sport.

Napoli 82ers: percorso netto 4 vittorie 0 sconfitte nella regular season 205 punti fatti e 60 subiti primo posto nel girone Centro/Sud e vittoria in semifinale per 22 a 12.

Commandos Brianza: percorso netto 4 vittorie 0 sconfitte nella regular season 213 punti fatti e 14 subiti primo posto nel girone Nord e vittoria in semifinale per 34 a 6.

Steel Bucks Caserta: 1 vittoria e 3 sconfitte nella regular season 80 punti fatti e 114 subiti secondo posto nel girone Centro/Sud

Bears Alessandria: 2 vittorie e 2 sconfitte nella regular season 61 punti fatti e 76 subiti secondo posto nel girone Nord.

 

]]>