Centro Sportivo Italiano - Presidenza Nazionale - Notizie http://www.csi-net.it Feed RSS Notizie della Presidenza Nazionale del CSI <![CDATA[ LIVE DAL MEETING ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3557 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3557

Segui ogni giorno le attività proposte dai volontari arancio blu a Rimini Fiera ]]>

Segui ogni giorno le attività proposte dai volontari arancio blu a Rimini Fiera

Dal 20 al 26 agosto il Csi sarà protagonista delle ricche giornate del Meeting di Rimini 2017. Nei 13.000 mq dei padiglioni fieristici sono numerose le aree gioco proposte: dal calcio a 5 alla pallavolo, dal tennistavolo agli scacchi ed al calciobalilla, oltre al basket ed al baseball, ed ancora minitennis, minivolley e minibasket. Novità del 2017 un restyling dell’area esibizioni con società sportive che presenteranno le loro attività, alcune consolidate ed altre emergenti come taiji, footvolley, acrosport, teamgym, fitkid, baseball, cheerleading, tchoukball, ultimate frisbee, dodgeball. 

]]>
<![CDATA[ Lo sport del Csi al Meeting di Rimini ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3556 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3556

Si consolida la collaborazione del Csi all’interno del Meeting per l’Amicizia tra i popoli di Rimini L’impegno dei volontari, un convegno, e tante attività e discipline multisport saranno la costante arancioblu nella settimana no stop al Meeting di Rimini. Attesi dirigenti e migliaia di visitatori ]]>

Si consolida la collaborazione del Csi all’interno del Meeting per l’Amicizia tra i popoli di Rimini L’impegno dei volontari, un convegno, e tante attività e discipline multisport saranno la costante arancioblu nella settimana no stop al Meeting di Rimini. Attesi dirigenti e migliaia di visitatori

“Quello che tu erediti dai tuoi padri, riguadagnatelo, per possederlo” è il tema conduttore del prossimo Meeting per l’Amicizia tra i popoli di Rimini. Un argomento, quello scelto per la l’edizione del 2017 - a Rimini Fiera dal 20 al 26 agosto - che pone l’accento sul bisogno di riappropriarsi di quello che ci è stato lasciato in eredità. Cosa abbiamo ereditato? Quali valori? Che storia? Quali verità? Anche lo sport, e in particolare quello offerto dal Centro Sportivo Italiano, da oltre dieci anni stretto collaboratore del Meeting, rifletterà sul cambiamento d’epoca che stiamo vivendo, sul mondo globalizzato e la nuova società multiculturale.

Di particolare interesse si preannuncia il convegno di lunedì 21 agosto, promosso dal Csi e da Scholas Occurrentes presso il Salone Intesa Sanpaolo B3, dalle ore 11,15, dal titolo “Campioni...di vita. Il ruolo educativo dello sport”, cui partecipano Vittorio Bosio, presidente nazionale del CSI, Sandro Cuomo, schermidore italiano, campione olimpico di Spada nel 1996 alle Olimpiadi di Atlanta, CT della Nazionale di Spada; Enrique Palmeyro, direttore mondiale di Scholas Occurrentes. Ad introdurre i temi sportivi Davide Perillo, direttore di Tracce. Invitati diversi testimonial sportivi. Sarà possibile seguire in diretta streaming il convegno, attraverso il seguente link

L’impegno del Centro Sportivo Italiano, con i suoi volontari al Meeting, sarà in particolar modo, quello di gestire interamente i padiglioni sportivi, sia dal punto di vista degli allestimenti, sia da quello tecnico ed organizzativo. Una settimana di tornei per tutti i gusti, nel Padiglione Sport A7-C7, 13mila mq dedicati solo all’attività fisica, dal basket al tennistavolo, dalla pallavolo ai bigliardini. Ricca l’offerta arancioblu con numerose aree gioco predisposte, dal calcio a 5 alla pallavolo passando per il tennis tavolo, gli scacchi ed il calciobalilla, immancabile il basket ed anche le battute del baseball, fino alle aree del minitennis, minivolley e minibasket. Novità del 2017 un restyling dell’area esibizioni con società sportive che promuoveranno le loro attività, alcune consolidate ed alcune emergenti come Taiji, Footvolley, acrosport, teamgym, fitkid, baseball, cheerleading, tchoukball, ultimate frisbee, dodgeball e molte altre.

Oltre ai tradizionali appuntamenti di calcio a 5con il 6° Torneo Calcio a 5 “Memorial Giuseppe Fabbri” domenica 20 pomeriggio riservato a squadre giovanili (classi elementari)
e con il 2° Torneo Calcio a 5 “Gigi Tadei”, riservato a squadre giovanili (classi medie) lunedì 21 agosto, sempre al pomeriggio, sono riconfermati i tornei per giovani ed adulti di tennis tavolo e calciobalilla e la novità del torneo di basket 3 contro 3.

La gestione dei padiglioni sport, affidata alla Presidenza Nazionale, prevede la presenza di una trentina di giovani volontari CSI, provenienti da 12 diverse regioni e 14 comitati, che seguiranno gli oltre 10.000 bambini e ragazzi che graviteranno nelle aree sportive per tutta la settimana, educandoli attraverso lo sport e vivendo una settimana di formazione associativa sul campo. Una testimonianza vivente di come un valore come la gratuità sia possibile e sperimentabile; la bellezza di giovani ragazzi e ragazze che gratuitamente si spendono per fare esperienza associativa e renderle testimonianza

 

Tra le numerose attività proposte dal Csi mercoledì 23 anche la Corri Meeting Rimini 2017, camminata ludico-motoria-non agonistica aperta a tutti con premio di partecipazione. KM 2,5 per ragazzi - KM 7 per adulti (percorso interamente pianeggiante con partenza e arrivo in Fiera). Partenza dalle ore 18.30 ingresso Ovest Fiera di Rimini. Premiazioni ore 19.30 Padiglione A6-C6. Sempre mercoledì farà poi tappa al Meeting “Allenarsi per Il Futuro”, progetto curato da Bosch e Randstad con protagonisti nei padiglioni sportivi alcuni ex azzurri. In programma:
- Gara di rigori con Moreno Torricelli;
- Come si tirano correttamente i pugni con Patrizio Oliva;
- Imparare a palleggiare con Jack Sintini;
- Dritto e rovescio con Mara Santangelo.

Non mancheranno inifne le tradizionali “Camminate per le vie e la storia di Rimini”, a cura dell’Asd La Pedivella e del CSI: camminate serali per il centro storico, con visita guidata al patrimonio storico e culturale della città.Ritrovo presso l’ Arco di Augusto, Rimini centro storico.

]]>
<![CDATA[ Ad Asiago il ritiro estivo della Nazionale Amputati ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3555 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3555

La Nazionale Italiana Calcio Amputati, dopo la positiva esperienza dello scorso anno, ritorna sull’Altopiano di Asiago per il ritiro estivo dal 24 al 27 agosto 2017 in vista dei Campionati Europei che si terranno dal 1 al 10 ottobre ad Istanbul in Turchia. ]]>

La Nazionale Italiana Calcio Amputati, dopo la positiva esperienza dello scorso anno, ritorna sull’Altopiano di Asiago per il ritiro estivo dal 24 al 27 agosto 2017 in vista dei Campionati Europei che si terranno dal 1 al 10 ottobre ad Istanbul in Turchia.

Agosto è il mese dedicato al riposo ed alle ferie, ma non per la Nazionale Amputati di calcio del Csi. Anche quest'anno, infatti, i nostri ragazzi saranno in ritiro estivo presso l'Altopiano d'Asiago dal 24 al 27 Agosto. Le “stampelle azzurre” potranno godere dei benefici di una preparazione atletica in altura, grazie al consueto impegno delle amministrazioni locali, della famiglia Padoan e alla sempre grande ospitalità di Don Federico, padre spirituale della squadra. La Nazionale, durante il ritiro, sarà infatti ancora ospite presso la Parrocchia di Camporovere, vista la bellissima atmosfera, creatasi lo scorso anno e che proseguirà con grande entusiasmo ed amicizia; i ragazzi, provenienti da tutta Italia, con la loro grande passione per il calcio, sono testimoni e veicolo dei veri valori dello sport e della vita.

Una preparazione tecnico tattica, quest'anno più che mai importante, visto che di fatto da’ il via al countdown per l'attesissimo Europeo di calcio amputati, dove per la prima volta partecipa la Nazionale. Giovedì 24 agosto, alle 18:30, presso il Palco Centrale di Piazza Risorgimento ad Asiago, ci sarà la presentazione degli azzurri al pubblico.

Gli azzurri sosterranno gli allenamenti di giovedì 24 e venerdì 25 nel campo comunale di Gallio, mentre sabato 26 agosto, alle ore 16:00, presso lo Stadio A. Zotti di Asiago, si terrà la Santa Messa e a seguire un triangolare con l’Associazione Sportiva Unione Calcio Sette Comuni, aperto al pubblico. Domenica la Nazionale terrà l’ultimo allenamento del ritiro ad Asiago per poi recuperare energie in vista dell’importante appuntamento di ottobre.

Al termine del ritiro, i due mister Renzo Vergnani e Paolo Zarzana dirameranno la lista dei convocati alla manifestazione che si svolgerà in Turchia dal 1° al 10 Ottobre 2017. Per assicurarsi un posto ai Mondiali del 2018, gli azzurri dovranno piazzarsi entro le migliori otto del torneo. 

Grande attesa per il sorteggio dei gironi che si svolgerà sabato 19 agosto in diretta streaming sulla pagina Facebook dell'EAFF. 

Queste le partecipanti al torneo continentale:

Prima fascia

Polonia, Turchia, Russia

Seconda fascia

Italia, Spagna, Inghilterra

Terza fascia

Irlanda, Francia, Germania

Quarta fascia

Belgio, Grecia, Georgia

 

]]>
<![CDATA[ Bici truccata: il CSI non si ferma ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3554 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3554

Dopo aver sospeso l’atleta bresciano con il motorino nel telaio avanza la prima istruttoria verso un ciclista per “doping meccanico”. Il presidente del Csi Bosio: «La denuncia? Bravo il giudice. Un’azione semplice e dovuta moralmente, una bella vittoria nella corsa all’antidoping» ]]>

Dopo aver sospeso l’atleta bresciano con il motorino nel telaio avanza la prima istruttoria verso un ciclista per “doping meccanico”. Il presidente del Csi Bosio: «La denuncia? Bravo il giudice. Un’azione semplice e dovuta moralmente, una bella vittoria nella corsa all’antidoping»

Il primo caso di doping meccanico in Italia (dopo i Mondiali di ciclocross di Zolder, in Belgio, nel 2016) non sarà archiviato con il solo procedimento a carico di Alessandro Andreoli, ciclista scoperto con la bici taroccata, all’arrivo del quarto Gp “Bar Sport” del Csi Brescia.

 

Il Centro Sportivo Italiano ha già prontamente attivato tutti gli organi della giustizia sportiva, dal livello provinciale di Brescia dove è stato scoperto il caso, fino alle Commissioni Nazionali Giudicante e di Garanzie, sotto il coordinamento dell'avvocato Paolo D'Arcangelo e del Procuratore sportivo Carmine Di Pinto.

 

L'atleta, sospeso al traguardo, dopo che la sua bicicletta è risultata truccata – motorino nel telaio - è tesserato con Acsi, ente di promozione sportiva diverso dal Csi, ma il Csi ha piena e totale competenza sul caso nella sua fase istruttoria essendo la manifestazione organizzata dal Csi di Brescia. Attivato dunque d'ufficio il procedimento di illecito sportivo, dopo la denuncia.

Esemplari i giudici di gara Csi nei controlli all'arrivo della gara, denunciando la frode meccanica.

Spiega Emiliano Scalfi, vicepresidente del Csi Brescia, e da 8 anni membro della commissione tecnica nazionale Csi di ciclismo: «Circolavano voci e malumori tra i corridori su alcune bici truccate, per cui ci è sembrato naturale e doveroso vigilare al massimo. Ci siamo perciò dotati della “pistola” che rileva il calore dei telai a distanza, una sorta di telecamera termica, in commercio a qualche migliaia di euro, ma ci è sembrato il minimo per garantire come piace al Csi uno sport pulito ed una competizione ad armi pari. E, rilevata l’anomalia, puntualmente abbiamo sospeso l’atleta al traguardo».

Ovviamente felice il presidente nazionale del Csi, Vittorio Bosio che così ha commentato l'accaduto: «Il ciclismo è proprio quello sport dove spesso ogni tappa ha un vincitore diverso. Nella corsa contro il doping oggi è una giornata importante per il Csi, da sempre in prima fila per contrastare chi nell'attività sportiva ricerca scorciatoie di ogni tipo. Sono orgoglioso dell'operato del giudice che ha sì fatto semplicemente il suo dovere ma credo che con questo piccolo gesto sia stata fatta una grande azione di moralità per chi come noi crede nel fattore umano e persegue chi trucca il motore. Siamo consapevoli che non è questo un successo finale, ma un bel "traguardo volante" importante nella storia delle due ruote italiane»

L'aspetto positivo della triste vicenda è questo: il Csi con i suoi giudici di gara e con gli strumenti utili per individuare la manipolazione è garanzia per il circuito ciclistico italiano, perché nessuno possa o debba pensare di farla franca, nemmeno nelle gare amatoriali - GranFondo su tutte - dove la partecipazione è arrivata a toccare numeri da record in tutta Italia.  

 

I vertici e gli organi di giustizia sportiva del Csi sono da diversi giorni già in contatto i con i vertici della Federazione Ciclistica Italiana e con la magistratura ordinaria, cui faranno pervenire ogni atto di indagine e del successivo procedimento.

Lo scopo è quello di stanare il fenomeno, risalendo alle vie di approvvigionamento dei motorini da montare sulle biciclette, a chi le adatta sui telai, verificando se - come pare - il tutto sia collegato al mercato illegale delle bici rubate.

 

Il Csi, dal 1944, educa alla vita attraverso lo sport, ma con regole certe che vanno rispettate. E perciò chi bara - a tutti i livelli - verrà perseguito.

]]>
<![CDATA[ Orari estivi ufficio Coordinamento Tecnico Attività Sportiva ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3553 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3553

Gli uffici del Coordinamento Tecnico dell’Attività Sportiva nel mese di agosto seguiranno il seguente orario: 4-10 AGOSTO: 14.00-19.00 11-25 AGOSTO: CHIUSURA UFFICIO Da lunedì 28 agosto gli uffici riapriranno all’orario consueto: 09.00-13.00 / 14.00-19.00. ]]>

Gli uffici del Coordinamento Tecnico dell’Attività Sportiva nel mese di agosto seguiranno il seguente orario: 4-10 AGOSTO: 14.00-19.00 11-25 AGOSTO: CHIUSURA UFFICIO Da lunedì 28 agosto gli uffici riapriranno all’orario consueto: 09.00-13.00 / 14.00-19.00.

Gli uffici del Coordinamento Tecnico dell’Attività Sportiva nel mese di agosto seguiranno il seguente orario:

4 - 10  AGOSTO: 14.00-19.00
11 - 25 AGOSTO: CHIUSURA UFFICIO

Da lunedì 28 agosto gli uffici riapriranno all’orario consueto: 09.00-13.00 / 14.00-19.00.

]]>
<![CDATA[ Normativa DAE - FAQ e disposizioni tecniche CSI ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3552 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3552

A seguito della pubblicazione in “Sport in Regola” (pp. 183-184) concernente le “Disposizioni tecnico-regolamentari sulla dotazione e l'impiego da parte di società sportive CSI di defibrillatori semiautomatici esterni”, alcuni Comitati territoriali ci hanno posto dei quesiti che mettiamo a disposizione di tutti. La presente sezione è aperta al contributo di quanti vogliano collaborare (direzionetecnica@csi-net.it) ]]>

A seguito della pubblicazione in “Sport in Regola” (pp. 183-184) concernente le “Disposizioni tecnico-regolamentari sulla dotazione e l'impiego da parte di società sportive CSI di defibrillatori semiautomatici esterni”, alcuni Comitati territoriali ci hanno posto dei quesiti che mettiamo a disposizione di tutti. La presente sezione è aperta al contributo di quanti vogliano collaborare (direzionetecnica@csi-net.it)

Quali sono i provvedimenti disciplinari che il Giudice applicherà in mancanza di DAE e/o di personale formato?

Gli organi giudicanti preposti, nei confronti della Società sportiva inadempiente (ovvero quella di casa o prima nominata in calendario), commineranno:

- la perdita della gara col punteggio previsto dal regolamento tecnico della relativa disciplina sportiva;

- un’ammenda, secondo le tabelle annualmente emanate dalla Direzione Tecnica Nazionale.

 

Se una società sportiva, avendo preso accordi con un gestore, si dichiara inconsapevole per l’assenza o il mal funzionamenti del DAE, su chi ricade la responsabilità?

La responsabilità del DAE e del personale per l’uso dello stesso ricade sempre sulla società di casa o prima nominata in calendario.

 

L’arbitro è tenuto a verificare che nell’elenco gara della Società sportiva di chi gioca in casa o prima nominata vi sia il nominativo dell’addetto al defibrillatore?

Sì. Deve verificare solo che sia stato scritto il nominativo dell’operatore addetto al DAE nell’apposito spazio previsto nelle liste gare senza, per altro, effettuare operazioni di riconoscimento.

 

Può l’arbitro esprimere giudizi sulla tipologia (tecnologia o funzionalità) del DAE presente presso la struttura di gioco?

No.

 

L’arbitro ha il compito di verificare la funzionalità del DAE?

No. Deve astenersi dal dare giudizi. Solo se gli viene richiesto, il direttore di gara si limita alla verifica della presenza del DAE senza verificarne l’effettivo funzionamento che compete alle Società sportive partecipanti.

 

In caso di “indisponibilità” del DAE a gara iniziata cosa deve fare l’arbitro?

Qualora questa circostanza fosse posta all’attenzione dell’arbitro, lo stesso, dopo aver interrotto la gara e averne verificata la veridicità, sospenderà l’incontro chiedendo che venga ripristinata l’iniziale situazione di sicurezza. Se ciò fosse impossibile, sospenderà definitivamente l’incontro riportando l’accaduto nel referto. La sospensione definitiva dell’incontro deve essere imputata alla squadra prima nominata in calendario o che gioca in casa alla quale saranno comminate le previste sanzioni disciplinari.

 

L’arbitro deve verificare la presenza dell’addetto al DAE?

No. Verifica soltanto che sia presente il nominativo dell’addetto al DAE all’interno della distinta degli atleti. (cfr. distinta allegata)

 

Se nella distinta di gara non è presente lo spazio per scrivere il nominativo dell’addetto al DAE cosa fa il direttore di gara?

L’arbitro inviterà, prima dell’inizio della gara, i dirigenti della Società che giochi in casa o prima nominata a inserirlo in una distinta in cui lo spazio sia previsto (cfr. distinta allegata)

 

Se la squadra ospitata, dopo la conclusione della gara, fa presente all’arbitro l’assenza del DAE o quella del personale formato all’uso dello stesso.

L’arbitro riporta l’accaduto nel referto. In questo caso gli organi giudicanti commineranno alla squadra di casa o prima nominata solo la sanzione dell’ammenda e non anche quella della perdita della gara.

 

L’addetto al DAE può essere un non tesserato al CSI?

Certo. In ogni caso il suo nominativo va riportato nelle distinte di gioco nello spazio dell’autocertificazione.

 

 

Aggiornato al 02.08.2017

]]>
<![CDATA[ Un oratorio per ripartire ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3551 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3551

]]>

Dal 29 luglio al 5 agosto i ragazzi dell’Oratorio Giovanni Paolo II di Reggio Emilia saranno presenti a Tolentino per sostenere le popolazioni colpite dal terremoto contribuendo attivamente alla campagna di solidarietà "Un Gol per Ripartire".

]]>
<![CDATA[ Procedura iscrizioni al 20° Campionato Nazionale di Atletica Leggera ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3545 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3545

]]>

In allegato la procedura per le iscrizioni al 20° Campionato nazionale di Atletica Leggera su pista, in programma a Cles (TN) dal 7 al 10 settembre 2017.

Vi invitiamo a leggere con attenzione il documento.

Tutte le info inerenti al Campionato Nazionale (calendario giornate gara, programma, circolare...), sono scaricabili al seguente link

 

]]>
<![CDATA[ Il “Villaggio dello Sport Csi” saluta il GFF 2017 ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3544 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3544

Sabato 22 luglio si è chiuso il Villaggio dello Sport, promosso per la prima volta dal Csi all’interno del Giffoni Film Festival, la rassegna cinefila per ragazzi ]]>

Sabato 22 luglio si è chiuso il Villaggio dello Sport, promosso per la prima volta dal Csi all’interno del Giffoni Film Festival, la rassegna cinefila per ragazzi

Sabato 22 luglio si è chiuso il Villaggio dello Sport, all’interno del Giffoni Film Festival - cittadella del cinema gremita di giurati e curiosi per la cerimonia di premiazione dei film vincitori della 47.ma edizione del GFF. “Poter partecipare al Giffoni Film Festival nelle vesti di estimatore e di primo cittadino del paese rappresenta un doppio orgoglio”, ha dichiarato il sindaco Antonio Giuliano. “Sento di poter sottolineare che ovunque si respiri cultura si può vivere un luminoso futuro. E il Festival, da questo punto di vista – ha concluso il primo cittadino che ha lodato e applaudito la qualità sportiva offerta nel Villaggio dello Sport - rappresenta una delle migliori scuole di vita che l’Italia può vantare”. Per il Csi il bilancio é positivo dopo il debutto nelle giornate del Festival, con quasi 1500 ragazzi che hanno scelto di partecipare alle attività sportive proposte. Grande soddisfazione per gli organizzatori locali, il comitato CSI di Salerno, la Direzione Tecnica Regionale, i circa 80 operatori che hanno permesso l’allestimento del Villaggio dello Sport. Sono state giornate che hanno accolto e ospitato famiglie e figli. A far visita al Villaggio sportivo arancioblu, anche il Presidente del Consiglio Comunale, Antonio Andria, la senatrice Angelica Saggese, che si è complimentata con i dirigenti del Csi campano presenti, dal Presidente Regionale Enrico Pellino, e il presidente del Csi Salerno, Mimmo Credendino fino al consigliere di Presidenza Nazionale, Salvatore Maturo.

Grande successo hanno riscosso gli eventi organizzati nella settimana del festival per ragazzi: la Ginnastica con la Ginnastica Salerno e l’ASD Campana di Napoli; la Danza Sportiva del CSI Benevento e il Centro “è più bello Insieme” (Associazione disabili) che hanno rappresentato un estratto dal musical “Scugnizzi”. Ancora il taekwondo con l’Asd Martial; il clou venerdì 21 luglio con “Rita Ciccarelli & Flowin Gospel” in un teatro gremito in tutti i posti. Commenti positivi in conclusione e appuntamento già fissato per la 48esima edizione del Festival del cinema, da quest’anno sempre più sportivo.

]]>
<![CDATA[ Strada facendo, il Csi trova 35 campioni della bici ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3543 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3543

Conclusa a Rubbianello (FM) la tre giorni marchigiana di finali del 7° campionato nazionale di ciclismo. Più di 200 iscritti nelle 4 prove in programma. Oltre alla gara a cronometro, in mountain bike e ai 64 km della prova su strada gran finale domenicale con la cicloturistica. Assegnate complessivamente 35 maglie tricolori ]]>

Conclusa a Rubbianello (FM) la tre giorni marchigiana di finali del 7° campionato nazionale di ciclismo. Più di 200 iscritti nelle 4 prove in programma. Oltre alla gara a cronometro, in mountain bike e ai 64 km della prova su strada gran finale domenicale con la cicloturistica. Assegnate complessivamente 35 maglie tricolori

Rubbianello nel fermano saluta i campioni nazionali Csi di ciclismo dopo la tre gironi conclusasi domenica 23 luglio con la cicloturistica marchigiana, dove hanno preso parte ben 32 atleti locali del G.S. Studio Moda - Hair Gallery, assieme ad altri atleti fermani della New Mario Pupilli e della Asd Extreme Bike Team ed a ciclisti romani, maceratesi ed ascolani. Nei due giorni precedenti il trittico delle due ruote ciessine ha regalato tre gare intensissime, assegnando 35 maglie tricolori, bordate arancioblu, ai migliori per categoria sui pedali della cronometro, della mountain bike e della corsa su strada, la gara più partecipata, con 160 ciclisti al traguardo di Rubbianello. Con oltre 200 iscritti al campionato, sono state Marche, Lazio e Lombardia le più premiate nel medagliere, fra le 8 regioni in sella alle bici in finale, a difendere i colori di 54 diverse società appartenenti a 16 comitati Csi presenti. Gli atleti di casa hanno praticamente dominato la corsa su strada. Il Lazio - con Viterbo, Latina, Rieti e Roma 4 comitati d’oro – ha 8 campioni tricolori in totale, avendo fatto meglio di tutti sulle ruote larghe della mountain bike. La Lombardia, meglio Brescia conta e racconta di campioni in ogni prova. Su tutti Nicola Loda della Sportiva…mente, capace di far registrare il miglior tempo e laurearsi campione contemporaneamente nella prova a cronometro di venerdi che su quella a strada di sabato 22 luglio.

Campioni e classifiche

]]>
<![CDATA[ CICLISMO: LIVE DA RUBBIANELLO ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3542 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3542

]]>

Dal 21 al 23 luglio il territorio fermano di Rubbianello ospita il 7° campionato nazionale di ciclismo. Tre giorni di gara tra crono, mountain bike, strada, e cicloturistica. In palio le maglie tricolori del CSI con oltre 200 bikers al via

In questa sezione del sito è possibile seguire tutti gli aggiornamenti relativi alle classifiche, alle foto, oltre alla sintesi dei principali momenti della finale arancioblu.

CLASSIFICHE -> http://bit.ly/2uPxAAP

FOTOGALLERY -> http://bit.ly/2uKTJzh

]]>
<![CDATA[ A Fano Carlotta Ferlito ha incontrato più di mille bambini all'Happy Meal Sport Camp ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3541 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3541

A Fano, in collaborazione con il Centro Sportivo italiano, si è svolta la seconda tappa dell’edizione 2017 del progetto di McDonald’s che promuove uno stile di vita attivo e un’alimentazione equilibrata. A giocare con i piccoli è stata la ginnasta olimpica Carlotta Ferlito ]]>

A Fano, in collaborazione con il Centro Sportivo italiano, si è svolta la seconda tappa dell’edizione 2017 del progetto di McDonald’s che promuove uno stile di vita attivo e un’alimentazione equilibrata. A giocare con i piccoli è stata la ginnasta olimpica Carlotta Ferlito

A Fano si è svolta la seconda tappa di Happy Meal Sport Camp 2017, il progetto di McDonald’s realizzato in collaborazione con il Centro Sportivo Italiano, che promuove l’avviamento alla pratica sportiva verso i più giovani e le loro famiglie. Sul lungomare, il Villaggio dello Sport di McDonald’s, grazie al patrocinio del Comune e il supporto del CSI Comitato di Pesaro-Urbino, ha fatto divertire più di mille bambini insieme alle loro famiglie.

All’inaugurazione del villaggio erano presenti: Massimo Seri, Sindaco di Fano; Caterina Del Bianco, Assessore allo Sport di Fano; Marco Pagnetti, Presidente del CSI Pesaro-Urbino; Giacomo Mattioli, vice-presidente CSI Pesaro-Urbino; Massimiliano Lucarelli di McDonald's; Carlotta Ferlito, ginnasta olimpica.

“E’ sempre entusiasmante incontrare i bambini e portare loro la nostra esperienza – ha detto la Ferlito -. Quando prendo per mano una bambina e la accompagno sulla trave ogni volta è un ritorno al passato, ai miei primi passi nella ginnastica e all’amore nato per questo sport. Spero che l’incontro di oggi possa spronare i bambini a fare sport e i genitori ad impegnarsi a dare ai loro figli delle opportunità per fare attività fisica. Non tutti diventano campioni ma tutti possono crescere e formarsi come persone attraverso i valori dello sport. Per questo McDonald’s continua a credere nel progetto Happy Meal Sport Camp”.

Il Centro Sportivo Italiano, in cinque anni di collaborazione, ha messo in campo 30 comitati territoriali e oltre 1000 istruttori.

Happy Meal Sport Camp 2017, dopo aver toccato San Benedetto del Tronto e Fano, si sposterà a Reggio Emilia (23/24 settembre), Brescia (30 settembre/1 ottobre) e Napoli (7 ottobre).

]]>
<![CDATA[ Sport in Regola ed. 2017 ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3540 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3540

]]>

Pubblicata l'edizione 2017 dei regolamenti nazionali dell'attività sportiva "Sport in Regola"

]]>
<![CDATA[ Le bici Csi corrono a Fermo ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3538 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3538

Dal 21 al 23 luglio le Marche ospitano il 7° campionato nazionale di ciclismo. Tre giorni di gara tra crono, mountain bike, strada, e cicloturistica. In palio le maglie tricolori del Csi. Oltre 200 bikers al via. Marche e Lazio le regioni con più finalisti ]]>

Dal 21 al 23 luglio le Marche ospitano il 7° campionato nazionale di ciclismo. Tre giorni di gara tra crono, mountain bike, strada, e cicloturistica. In palio le maglie tricolori del Csi. Oltre 200 bikers al via. Marche e Lazio le regioni con più finalisti

Tra mare e montagna. Dal 21 al 23 luglio, le Marche ed il territorio fermano ospitano il 7° Campionato Nazionale di Ciclismo. In programma quattro prove: la cronometro individuale, la MTB, gara su Strada e Cicloturismo.
Saranno tre le giornate in sella che, in contemporanea con la conclusione del Tour de France, decreteranno i campioni nazionali del ciclismo ciessino, per ciascuna delle 12 categorie previste nel regolamento. Al Centro Don Bosco di Rubbianello sono attesi più di 200 corridori, portacolori di 8 diverse regioni italiane, 54 società sportive e 16 comitati presenti, tra cui Fermo, Brescia, Latina, Viterbo, Macerata, Roma, Ancona, quelli con più corridori alla partenza. Marche e Lazio insieme contano oltre 150 ciclisti al via. Si comincia venerdì 21 luglio nel pomeriggio con la cronometro individuale, quando a pochi km da Monterubbiano, ogni due minuti, partiranno i ciclisti impegnati nella prova a tempo su un percorso totalmente pianeggiante, andata e ritorno di 12,5 km. Un po’ di riposo e di nuovo in sella, sabato 22 luglio per la gara in mountain bike. Doppia partenza ore 9 ed ore 10. Qui il percorso, assai alternato con salite e discese, tra bosco, strada e molto sterrato, misura 3,6 km da percorrere diverse volte a seconda delle categorie di appartenenza. Alle 15.30 cambio bici per trovarsi subito a Rubbianello per la partenza della gara su strada. Finalisti suddivisi in due blocchi, under e over 50, con i più giovani che dovranno completare i 32 km pianeggianti del quadrilatero marchigiano in due passaggi, mentre i più esperti che percorreranno solamente 52 km in un tracciato veloce, da 38 km/h di media. Serata di festa e commenti tra una birra e un degustazioni tipiche. Domenica i bikers sono attesi dall’ultima prova, quella del Cicloturismo, (aperta agli Enti di Promozione Sportiva e FCI) a due passi dal Castello di Moresco dove saranno premiate tra le altre, le società con più ciclisti in gara. A seguire le premiazioni e la cerimonia di chiusura.

 

 

]]>
<![CDATA[ In Congo, a Bukavu, le Olimpiadi CSI ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3537 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3537

Il “Csi per il Mondo” ha regalato nella settimana scorsa a centinaia di giovanissimi congolesi emozioni indimenticabili. I volontari del Csi hanno organizzato una grande miniolimpiade sportiva, fra lanci, corse e salti. Dal 23 luglio al 12 agosto il Csi per il Mondo sarà operativo con i suoi volontari in Camerun ]]>

Il “Csi per il Mondo” ha regalato nella settimana scorsa a centinaia di giovanissimi congolesi emozioni indimenticabili. I volontari del Csi hanno organizzato una grande miniolimpiade sportiva, fra lanci, corse e salti. Dal 23 luglio al 12 agosto il Csi per il Mondo sarà operativo con i suoi volontari in Camerun

Continua il Volontariato Sportivo internazionale nella Repubblica Democratica del Congo. Nella seconda settimana di missione: giochi, allenamenti, Olimpiadi e corsi di formazione per i giovani locali sulla gestione di una squadra e l’organizzazione di un campo estivo. Si sono svolte a Bukavu le grandi Olimpiadi CSI. Nella parrocchia di Padre Roberto i volontari del CSI hanno animato le giornate dei ragazzi e delle ragazze congolesi. Tomaso (Vallecamonica), Fiorenzo (Modena), Valentina (Milano), Elisa (Milano), Fuggi (Milano) Chiara (Milano). Questa la delegazione di CSI per il Mondo che dopo 3 settimane in Congo tornerà in Italia giovedì 20 luglio. Suddivisi per sesso e età, i bambini si sono scontrati in varie discipline: corsa in velocità, corsa ad ostacoli e lancio del vortex. I campi da gara sono stati preparati ad hoc, con corsie tracciate sul terreno polveroso e arbitri attenti alla regolarità delle gare. Le batterie si sono svolte durante la settimana mentre le finali sono state un vero e proprio evento con cerimonia di premiazioni che ha coinvolto atleti e pubblico, dopo la Santa Messa domenicale. L’entusiasmo dei bambini è stata senza retorica la vittoria più bella. Il potere dello sport è incredibile, porta gioia di vivere e coraggio anche a chi sembra destinato a non averne.

La Missione di CSI per il Mondo a Bukavu si inserisce nella “Colonie de Vacance”, il Campo Estivo gestito da Padre Roberto, arricchendolo con attività mirate a far conoscere diversi sport ai bambini partecipanti. Le attività si snodano in 6 mattinate alla settimana, da lunedì a sabato dalle 7:30 alle 12:00, terminando con una tazza di polenta per tutti come pranzo. Gli spazi utilizzati sono un terreno di calcio a 11, uno di calcio a 7 e un campo da pallavolo. I bambini “iscritti” al Campo Estivo sono in totale circa 1400 di età compresa tra i 5 e i 16 anni ma, per una migliore gestione degli spazi, sono suddivisi in gruppi da circa 400 (all’incirca per fasce d’età), i quali partecipano alle attività su diversi turni. La giornata inizia con l’animazione guidata dai Volontari che coinvolgono con balli e bans per poi continuare con i diversi giochi e sport. In particolare, sono attive ben 4 squadre di calcio a 11: nella prima fase della mattinata i calciatori svolgono un allenamento in un unico grande campo, per terminare con la partita di un torneo che si snoda nel corso dell’intera settimana concludendosi con le finali alla domenica. Durante il pomeriggio i Volontari sono coinvolti in attività varie: giornate di formazione alternate a giochi improvvisati per circa 50 bambini che ritornano spontaneamente al Centro.

Dal 23 luglio al 12 agosto il CSI per il Mondo approderà in Camerun, nella missione con il programma più fitto di attività: i volontari, ogni settimana, si sposteranno in un centro diverso come da richiesta del partner locale, il CSC (Centro Sportivo Camerunense). La missione comincerà a Yaoundè, dove i volontari coinvolgeranno i bambini in vari giochi. L’attività si sposterà poi verso Baham e Bafoussam, in particolare nel carcere dove sono previste le prime Olimpiadi per e tra detenuti. Per finire, come ogni anno, la missione terminerà con i “Giochi della Fraternità” di Bafoussam, a cui parteciperanno circa 500 bambini.

 

Per guardare più foto della manifestazione e seguire tutte le missioni degli educatori di CSI per il Mondo, visita la pagina Facebook, oppure il sito www.csiperilmondo.it, o leggi la Breaking News

]]>
<![CDATA[ Un “Camp” per Ripartire ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3535 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3535

Da oggi fino a fine luglio dieci giornate nerazzurre su vari impianti del territorio marchigiano per far giocare un migliaio di giovanissimi e mandare in gol solidarietà e voglia di normalità. Tra le azioni congiunte studiate dalla società interista e dall’ente di promozione sportiva, debutta l’animazione e il gioco del calcio fra i ragazzi con gli allenatori di Inter Campus e del settore giovanile del F.C. Internazionale in prima linea in ciascuno degli appuntamenti calcistici, sempre accompagnati dal ludobus itinerante di “Un gol per ripartire”. ]]>

Da oggi fino a fine luglio dieci giornate nerazzurre su vari impianti del territorio marchigiano per far giocare un migliaio di giovanissimi e mandare in gol solidarietà e voglia di normalità. Tra le azioni congiunte studiate dalla società interista e dall’ente di promozione sportiva, debutta l’animazione e il gioco del calcio fra i ragazzi con gli allenatori di Inter Campus e del settore giovanile del F.C. Internazionale in prima linea in ciascuno degli appuntamenti calcistici, sempre accompagnati dal ludobus itinerante di “Un gol per ripartire”.

C’è tanta voglia di Inter nelle Marche oltre che di ritorno alla normalità. Da oggi Inter Campus inizia infatti il suo speciale tour fra i paesi colpiti dal terremoto 2016, per permettere ad un migliaio di ragazzi, dai 6 ai 14 anni, di tornare a sorridere, attraverso il gioco, la pratica sportiva, il divertimento e lo stare assieme. È questo un ulteriore “Gol per Ripartire” quello siglato assieme da Inter, e Centro Sportivo Italiano, frutto della campagna di solidarietà #UnGolperRipartire a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto, a seguito del terribile sisma, che ha coinvolto un anno fa l’Italia centrale.

Dunque Marche nerazzurre: si parte oggi da Tolentino, dallo Stadio della Vittoria dove alcuni mister di Inter Campus e del settore giovanile del F.C. Internazionale saranno in campo con oltre 120 giovani del territorio maceratese; al mattino i più piccoli in età dai 6 ai 10 anni, nel pomeriggio i più esperti under 14. Arriveranno in tanti da ogni paese, dagli oratori, dalle società sportive, dalle parrocchie dei comuni limitrofi, per tornare a giocare a calcio, liberamente, gratuitamente, con gli occhi attenti e vigili degli esperti allenatori della società di Appiano Gentile. Pollice alzato sugli smartphone di tanti protagonisti residenti a Serrapetrona, Camerino, Matelica, Visso, Pieve Torina. Da zona “rossa” a zona “nerazzurra”: “Un gol per ripartire” con palloni e conetti rompe la monotonia e la tristezza dei giorni passati, con i colori dell’Inter capaci di ridare calore ed entusiasmo a tanti bambini, incupiti dopo un inverno davvero difficile da dimenticare.

È questa un’ulteriore azione-gol del progetto partito il 1° aprile da Appiano Gentile, che con un lento percorso, anche attraverso la pratica sportiva, intende riportare i cittadini ad una complessa e faticosa “normalità”. Gli appuntamenti di Inter Camp saranno identici nel format giornaliero: al mattino agli ordini dei tecnici nerazzurri under 10 dalle ore 9 alle 12, al pomeriggio dalle 15 alle 18 in campo i ragazzi dagli 11 ai 14 anni. Il camp farà tappa domani allo stadio Soverchia di San Severino Marche, poi il 19 luglio a Sarnano allo Stadio Maurelli, il 20 allo Stadio Comunale di Castelraimondo. Venerdì 21 luglio, più vicini al mare tutti in campo a Civitanova Marche. Riposo sabato e domenica per ripartire e tornare a giocare nell’ultima settimana di luglio il 24 e 25 luglio da Tolentino, la bella cittadina nel cuore del maceratese, dove grazie a F.C. Internazionale, CSI e Suning Sports verrà realizzato in autunno un impianto polisportivo in grado di stimolare tanto l'attività competitiva quanto quella ludica. Le attività dedicate ai giovani di Inter Camp, con il ludobus a fare ogni giorno da apripista in ogni località marchigiana, si trasferiranno verso i Sibillini, il 26 luglio a Sarnano, per concludersi a Caldarola presso lo Stadio Comunale giovedì 27 e venerdì 28 luglio.

]]>
<![CDATA[ Scudetti open: Verona e Catania al top ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3534 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3534

Montecatini saluta i mille finalisti del Csi, dopo aver assegnato i dieci scudetti dei campionati top junior ed open dei principali sport di squadra. Vincono due formazioni scaligere in campo maschile e due squadre etnee nel femminile. Verbania, Novara e Asti, tre vittorie per un brillante tris regionale. ]]>

Montecatini saluta i mille finalisti del Csi, dopo aver assegnato i dieci scudetti dei campionati top junior ed open dei principali sport di squadra. Vincono due formazioni scaligere in campo maschile e due squadre etnee nel femminile. Verbania, Novara e Asti, tre vittorie per un brillante tris regionale.

Si sono concluse stamattina a Montecatini Terme le finali dei campionati nazionali top junior ed open del Csi. Quasi mille atleti portacolori di 69 squadre rappresentative di tutta Italia (si sono sfidati in 157 partite avvincenti, rese ancor più calde dalle condizioni meteorologiche. Erano ben 16 le regioni con Lombardia, Piemonte, Sardegna,  Abruzzo, Marche,  Lazio,  Toscana, Calabria,  Emilia Romagna,  Sicilia,  Friuli, Liguria,  Veneto,  Campania,  Umbria,  Puglia. Dieci gli scudetti assegnati, 4 nella pallavolo, 5 nel calcio ed uno nella pallacanestro. Verona e Catania sono le città ed i comitati più festanti, avendo conquistato due titoli nel maschile gli scaligeri e nel femminile le etnee. Tre scudetti in Piemonte.

I dettagli: Nel calcio a 5 disabili percorso netto per il quintetto sardo del Frontera Onlus (Medio Campidano), tre vittorie su tre a Montecatini. Secondo posto per Fuorigioco Mantova. Terza Villa Igea Catania.

Festa incredibile per l’altro quintetto etneo, quello femminile dell’ Olympia Zafferana Catania vittorioso in finale 2-1 con la cavese Futtsal Nuceria Femminile. Finisce ai rigori lo scudetto maschile a 5 con l’Epomeo Calcio a 5 Napoli che dopo il 4-4  nei tempi regolamentari supera dal dischetto 8-5 i campioni del Viaemilia Reggio Emilia. Il calcio a 7 del Csi sorride a Verbania dopo il 3-1 inflitto in finale dal Marconi Cordillera Andina ai perugini del Bar Piazza Settevalli

Nel calcio a 11 festa scaligera con il Lazise Verona che supera in finale 1-0 La Tameni Brescia. Verona vince anche nel basket open con i Furiosi che superano di + 8 i capitolini dell’Eur Roma.

Scudetto perfetto per il sestetto femminile del Liotri Volley Catania. Le siciliane non lasciano nemmeno un set alla avversarie negli incontri a Montecatini e con merito conquistano il titolo davanti alle venete del Selvana CSI Treviso e al Simpson Cuneo. Il Piemonte festeggia ancora sottorete nei top junior con la Libera Coop Novara e nel campionato misto con il Volley San Damiano Asti. Se gli astigiani non hanno trovato difficoltà per arrivare al tricolore, vincendo ogni set disputato in Toscana, più sudata la vittoria delle giovani novaresi, che oggi nello scontro diretto, di fronte alle Pol. Mandello Lario, hanno dato vita ad una bellissima ed elettrizzante gara, conclusasi al tie breack, vinto 15-8.

Nel campionato maschile nettissimo il successo dell’Ausl Ravenna che torna campione dopo avere disputato un ottima fase finale, vincendo sempre e chiudendo con uno score con punti realizzati pari quasi al doppio di quelli subiti.  

COMUNICATI UFFICIALI -> http://bit.ly/2tJ0K19 
FOTOGALLERY -> http://bit.ly/2udu4Q2
#vitacsi

]]>
<![CDATA[ PARTI CON NOI PER IL MONDO ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3533 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3533

]]>

Dal 2011 CSI per il Mondo opera nei paesi più poveri e disagiati con l’obiettivo di donare gioia e felicità a bambini ai quali non è consentito sognare un futuro migliore.

Lo strumento con cui “esportare sogni” è lo sport con i suoi valori e le sue potenzialità, in grado di sviluppare singoli e comunità. Allargare gli orizzonti e aprire nuovi confini è una conseguenza diretta dell’operato del Centro Sportivo Italiano su scala nazionale che da oltre 70 anni si impegna a “…educare attraverso lo sport per il CSI non è solo uno slogan, ma la proposta concreta di uno sport per tutti che costituisca per i suoi protagonisti reale occasione di crescita personale e di miglioramento della qualità della vita.”

Haiti, Camerun, Albania, Congo dopo Kenya, Brasile, Cile, Iraq, Rep. Centrafricana sono le destinazioni delle missioni 2017. Amore per lo sport e voglia di cambiare il mondo con un pallone saranno l'unico equipaggiamento richiesto.
Vi garantiamo un'esperienza nella quale riceverete molto di più di quello che sarete in grado di donare. Siamo alla ricerca di giovani provenienti da tutte le società sportive d'Italia che siano pronti a partire per le periferie del mondo in un'avventura che cambierà la loro vita.

E tu che fai? Non parti con noi?

Contatti: csiperilmondo@csi.milano.it - www.csiperilmondo.it

 

]]>
<![CDATA[ Al via l’iniziativa “G.P.S.S. Giovani per la promozione sociale e sportiva” ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3523 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3523

]]>

Il prossimo 14 luglio avranno inizio le attività dell’iniziativa “G.P.S.S. Giovani per la promozione sociale e sportiva” finanziata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ai sensi della Legge 383/2000, Annualità 2016.

Il progetto svilupperà, nei prossimi dodici mesi, un percorso di formazione e aggiornamento dei membri dell'associazione, fondato sul contenuto della promozione sociale attraverso lo sport e sulla sperimentazione su differenti realtà territoriali della figura del promotore sociale sportivo, nelle sue principali funzioni di promuovere la connessione fra i diversi soggetti pubblico-privati coinvolti nella programmazione educativa e sociale e di agevolare le connessioni operative tra le società sportive del territorio, affiancandole e orientandole, rispetto ai progetti di promozione, inclusione e coesione sociale.

Nello specifico esso mirerà a: 

  • l’attivazione di interventi formativi (convegni, seminari, itinerari di approfondimento, ecc.) a livello centrale e decentrato, sui temi della promozione dell’impresa e del lavoro nel comparto sport e sulla figura del promotore sociale sportivo; 
  • l’attivazione di itinerari sperimentali di formazione-lavoro per promotori sociali sportivi, all’interno di comitati territoriali CSI e della Presidenza nazionale CSI; 
  • la descrizione del profilo professionale del promotore sportivo;
  • l’attivazione di un circuito di valutazione delle ricadute formative in ambito di sviluppo occupazionale nel CSI;
  • l’attivazione di un servizio di implementazione e consulenza allo sviluppo dell’impresa sociale nello sport, presso la presidenza nazionale del Centro Sportivo Italiano; 
  • l’avvio di itinerari in fad per le azioni formative di ridondanza e rinforzo per promotori sociali sportivi.

In allegato il formulario dell’iniziativa.

]]>
<![CDATA[ OPEN: LIVE DA MONTECATINI ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3522 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3522

]]>

Dal 12 al 16 luglio Montecatini ospita le finali nazionali degli sport di squadra (calcio, basket e volley) delle categorie Open e Top Junior. Sono 950 gli atleti finalisti di 69 squadre a caccia dei 10 titoli nazionali.

In questa sezione del sito è possibile seguire tutti gli aggiornamenti relativi ai comunicati ufficiali, alle foto, oltre alla sintesi dei principali momenti della finale arancioblu.

Comunicati ufficiali -->  http://bit.ly/2tJ0K19

Fotogallery --> http://bit.ly/2udu4Q2 

]]>