Centro Sportivo Italiano - Presidenza Nazionale - Notizie http://www.csi-net.it Feed RSS Notizie della Presidenza Nazionale del CSI <![CDATA[ Scudetti giovanili, 10 e lode! ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3881 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3881

Assegnati a Cesenatico i primi dieci titoli alle squadre finaliste nei campionati nazionali Sport&Go! Doppio oro sottorete per il Volley Salese Padova, e Treviso è prima nel calcio a 5 Kids. Bologna fa il pieno a canestro, e Modena è vincente nel Supervolley maschile. Sicilia leader nel calcio a 7, con Messina ed Acireale sul gradino più alto del podio. Gli altri due scudetti giovanili in Puglia ed in Campania. ]]>

Assegnati a Cesenatico i primi dieci titoli alle squadre finaliste nei campionati nazionali Sport&Go! Doppio oro sottorete per il Volley Salese Padova, e Treviso è prima nel calcio a 5 Kids. Bologna fa il pieno a canestro, e Modena è vincente nel Supervolley maschile. Sicilia leader nel calcio a 7, con Messina ed Acireale sul gradino più alto del podio. Gli altri due scudetti giovanili in Puglia ed in Campania.

Domenica 17 giugno, a Cesenatico si sono chiuse le finali dei campionati nazionali del progetto “Sport&Go! Crescere con lo sport”, dedicato alla polisportività e pensato per le squadre delle categorie giovanili Kids (under 10) e Giovanissimi (Under 12), nell’ambito del progetto CONI 2018 - CSI&Go. Al termine di una tre giorni molto ricca – la prima bagnata da un temporale estivo, le altre molto calde dentro e fuori dai campi di gioco – dove si è potuto anche provare le prime tecniche di base del cricket, grazie alla presenza in Eurocamp di uno staff di giovani tecnici federali della Federazione Cricket Italiana, sono arrivate le prime coppe a suggellare al traguardo nazionale il percorso, intrapreso lungo l’arco della stagione nelle diverse province, nei comitati e nelle regioni. All’Eurocamp di Cesenatico erano 16 le regioni rappresentate con almeno una formazione di giovanissimi (under 12) o di Kids (under 10). Ben 74 le società sportive finaliste con 856 atleti in campo, tra cui 184 ragazze. Dieci i titoli messi in palio. Quattro nella pallavolo, dove il Volley Salese Padova ha fatto en plein, vincendo sia nel minivolley, sia nel volley under 12. Nel misto supervolley il successo finale è per il Volley Casoria Napoli, mentre nel Supervolley maschile i modenesi della Pol. Gino Nasi hanno battuto in finale i corregionali del Soliera Carpi, d’argento anche nel misto. Nel basket la doppia finale Bologna-Brindisi con i due quintetti della Nuova Olimpia Mesagne, battuti in entrambe le categorie dalle due squadre felsinee, nel Minibasket Under 12 dai Diablos S. Agata, nel minibasket under 10 dall’Happy basket. Sui campi di calcio a 7 hanno prevalso le formazioni siciliane. Festa grande per i kids della S.C Sicilia Messina e per i giovanissimi dell’Academy Stella Nascente che tornano in Sicilia, entrambe con lo scudetto cucito in petto. Nel calcio a 5 sconfitte le due siciliane in finale. I campioncini Kids sono pugliesi, gli under 10 dell’Euro Sport Academy Brindisi, mentre nei giovanissimi festeggiano i veneti dello Sporting Montebelluna C5 Treviso.

]]>
<![CDATA[ Meeting Nazionale di Beach Volley ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3880 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3880

Dall' 1 al 2 settembre 2018 a Cesenatico (FC) si svolgerà il Meeting nazionale di “Beach Volley” dedicato alla categoria Open (maschile, femminile e misto). ]]>

Dall' 1 al 2 settembre 2018 a Cesenatico (FC) si svolgerà il Meeting nazionale di “Beach Volley” dedicato alla categoria Open (maschile, femminile e misto).

Dall' 1 al 2 settembre 2018 a Cesenatico (FC) si svolgerà il Meeting nazionale di “Beach Volley” dedicato alla categoria Open (2002
e precedenti), sia maschile (2x2), sia femminile (2x2) sia misto (3x3 – 2uomini-1donna).

La partecipazione è limitata a giocatori/giocatrici fino alla serie C compresa (sono esclusi atleti/e di serie A e B).

In allegato sono disponibili la circolare, la scheda di iscrizione, il programma e il Regolamento. 

]]>
<![CDATA[ Pubblicate le nuove Norme di Tesseramento 2018/19 ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3879 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3879

]]>

Su questo sito sono state pubblicate il 14 giugno, le nuove Norme di Tesseramento CSI per l'a.s. 2018-2019, che riportano già le modifiche indotte dalla approvazione dello Statuto associativo del 09/05/2018.

In particolare sottolineiamo la modifica alla luce dell’art. 5 del nuovo Statuto CSI, che riduce il numero minimo di tesserati per considerare valida l’affiliazione della società, portandolo da 10 a non meno di 5 tesserati.

    Ricordiamo che tra i 5 tesserati minimi necessari, restano OBBLIGATORI almeno 3 dirigenti del Consiglio Direttivo, e cioè, necessariamente:
•    il Presidente/Legale rappresentante
•    il Vice Presidente
•    almeno 1 altro membro del consiglio direttivo (a scelta tra Vice Presidente, Amministratore, Segretario, Consigliere di società ecc.

Per le società di capitale (es. SSD A RL), è invece consentito avere l’amministratore unico, cioè il solo Legale Rappresentante.

Non sarà consentito affiliare una società sportiva senza tesserare anche il Presidente (e, se ASD, anche il Vice Presidente). In tal caso l’affiliazione non sarà considerata valida e la società non sarà iscritta/riconfermata al Registro del CONI.

]]>
<![CDATA[ A Roma il corso nazionale per Formatori di formatori ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3878 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3878

]]>

Sabato 16 e domenica 17 giugno la Scuola Nazionale Dirigenti organizza a Roma un corso nazionale per Formatori di formatori a livello nazionale. I docenti saranno Mauro Santanera e Amina Lucchesi. Corsisti da tutta Italia: Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lombardia, Molise, Piemonte, Puglia, Trento e Veneto. Sulla centralità dell’uomo e i suoi bisogni e sul modello sportivo che ne scaturisce sulla base di questa visione saranno le prime riflessioni. Si parlerà anche di conduzione e animazione dei gruppi di apprendimento e di sensibilizzazione alle relazioni interpersonali e di gruppo. Ancora in programma la presa di coscienza delle dinamiche di un Comitato Csi e le tipologie di formazione come prodotto, come servizio, come processo.

 
]]>
<![CDATA[ A Moglia il primo Meeting Nazionale Sport Equestri ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3877 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3877

]]>

C’è grande attesa a Moglia (Mn) per la prima edizione del Meeting Nazionale Sport Equestri del Centro sportivo italiano, che si terrà il 16–17 giugno 2018 presso il Circolo ippico “La Rocchetta”.

Sono attesi circa 60 cavalli provenienti da Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna.

Lo sport equestre è tra le nuove discipline sportive in crescita nel Centro Sportivo Italiano, con un movimento che coinvolge oltre 2.000 tesserati in tutta Italia e 107 circoli ippici affiliati.

Diverse le attività previste nel programma del Meeting nazionale, tra cui: passeggiata di caccia simulata, dimostrazione di attacchi, carosello equestre, oltre al cross country e al saggio – percorsi di esercizio di salto ostacoli. Sabato sera spazio anche all’approfondimento culturale con il Convegno “Sport e sociale” che si terrà presso il Teatro Mondo 3 e a seguire il Concerto del coro e dei corni di caccia.

]]>
<![CDATA[ Lo sport migliore per un’Italia migliore ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3876 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3876

Venerdì 6 e sabato 7 luglio 2018 si terrà una due giorni di dibattito e di riflessione su tematiche di grande attualità e rilevanza: dall’approvazione e entrata in vigore della riforma del Terzo Settore a quella del nuovo Regolamento europeo in materia di trattamento dei dati personali; dalla formazione del nuovo Governo alla presentazione delle sue linee programmatiche ]]>

Venerdì 6 e sabato 7 luglio 2018 si terrà una due giorni di dibattito e di riflessione su tematiche di grande attualità e rilevanza: dall’approvazione e entrata in vigore della riforma del Terzo Settore a quella del nuovo Regolamento europeo in materia di trattamento dei dati personali; dalla formazione del nuovo Governo alla presentazione delle sue linee programmatiche

Ritorna l’appuntamento del Centro Sportivo Italiano con S-Factor. È in programma a Roma il 6 e 7 luglio 2018 - presso il Centro Congressi Roma Eventi Fontana di Trevi (Piazza della Pilotta n. 4) - l’incontro “S Factor. Lo sport migliore per un’Italia migliore”. Si tratterà di una due giorni di dibattito e di riflessione comune sul futuro delle società sportive, attraverso una serie di approfondimenti su tematiche di grande attualità e rilevanza: dall’approvazione e entrata in vigore della riforma del Terzo Settore a quella del nuovo Regolamento europeo in materia di trattamento dei dati personali; dalla formazione del nuovo Governo alla presentazione delle sue linee programmatiche.

Il fattore sport al servizio del Paese si declina in una serie di storie che abitano i territori, con protagonisti uomini e donne, ragazze e ragazzi, che solcano campi di gara, frequentano palestre, si formano quotidianamente. Se ne parlerà nel pomeriggio di venerdì 6 luglio nel momento plenario “Lo sport migliore per un’Italia migliore. Territori, esperienze, scenari”. La mattinata di sabato 7 luglio sarà invece dedicata agli approfondimenti tematici e tavoli di lavoro su quattro principali argomenti (programma e schede in allegato):

  • Il nuovo servizio civile nazionale: tra opportunità e nuove regole
  • Non prendere fisco per fiaschi... Orientamenti per il mondo dello sport
  • Tra privacy, vuoti normativi e paure infondate: istruzioni per l’uso
  • Le qualità dello sport sui territori: tavolo di progettazione partecipata

 

Le iscrizioni all’evento sono aperte, fino al 1 luglio, al presente link. La partecipazione è gratuita e comprende i materiali e i pasti. Le spese di viaggio e alloggio saranno, invece, a carico dei partecipanti, i quali dovranno provvedere autonomamente alle prenotazioni.

]]>
<![CDATA[ A Cesenatico volata scudetto per i giovani del CSI ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3875 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3875

Dal 14 al 17 giugno i primi titoli giovanili e polisportivi assegnati all’Eurocamp. Fino a fine mese sarà sempre l’impianto romagnolo ad ospitare le gare decisive della stagione. Punti decisivi nel basket, volley, e nel calcio arancioblu, con più di duemila ragazzi presenti ]]>

Dal 14 al 17 giugno i primi titoli giovanili e polisportivi assegnati all’Eurocamp. Fino a fine mese sarà sempre l’impianto romagnolo ad ospitare le gare decisive della stagione. Punti decisivi nel basket, volley, e nel calcio arancioblu, con più di duemila ragazzi presenti

Nel mese di giugno sarà Cesenatico la capitale dello sport targato Centro Sportivo Italiano, sede delle finali scudetto a squadre di vari sport e differenti categorie. In Romagna sono attesi da oggi fino ai primi di luglio circa tremila persone, con un totale di quasi 2000 atleti partecipanti, ambosessi. Il primo appuntamento, dal 14 al 17 giugno, è dedicato ai più piccolini, gli atleti sotto i 12 anni che hanno gareggiato in tutta Italia nel progetto “Sport&Go! Crescere con lo sport”, dedicato alla polisportività e pensato per le categorie giovanili Kids (under 10) e Giovanissimi (Under 12), nell’ambito del progetto CONI 2018 - CSI&Go. Sarà poi il momento della categoria Allievi/Juniores dal 23 al 27 giugno per chiudere con la categoria Ragazzi nel week end dal 27 giugno al 1 luglio. A salutare i finalisti il presidente nazionale del Centro Sportivo Italiano, Vittorio Bosio, che sottolinea l’importanza di una simile esperienza associativa, specie in questa fascia di età dei finalisti, e ribadisce l’importanza per il Csi dell’attività giovanile. “È il nostro impegno più importante, su cui stiamo lavorando con forza i questi anni. Cerchiamo sempre nuove formule per coinvolgere più giovani nello sport, e contrastare l’abbandono precoce. Vedere giocare così tanti ragazzi ci riempie di orgoglio e ci incoraggia nella nostra proposta polisportiva in tutta Italia”.

Fischio di inizio oggi dopo la cerimonia di apertura di ieri sera in una Cesenatico invasa dalla carica positiva di ben 74 società sportive arancioblu. Sono infatti 856 gli atleti, tra cui 184 ragazzine, impegnati nella tre giorni di gare, pronti a contendersi i titoli under 10 del basket 4x4 (6 squadre), del calcio a 5 (12 squadre), Calcio a 7 (8 squadre) e minivolley (9 squadre). Con loro in finale anche i giovani under 12 in campo nel calcio a 5 (16 squadre), calcio a 7 (8 squadre), minibasket (6 squadre), supervolley maschile (5) supervolley misto (6 squadre) e volley 6x6 (8 squadre)

 

Palleggi, passaggi, reti, schiacciate e canestri avranno molti idiomi. In finale arrivano infatti ben 16 regioni rappresentate in campo da atleti di 38 comitati CSI. L’Emilia Romagna, padrona di casa, é la più rappresentata (122 atleti). Le protagoniste emiliane (Bologna, Parma, Modena, Reggio Emilia) coloreranno otto dei nove tornei in programma. La Sicilia ha portato 95 finalisti a Cesenatico, la Lombardia 93, la Liguria 90, la Campania 79. Milano, Genova, Brindisi, Benevento, Potenza e Catania sono invece i comitati con più chances di vittoria: le loro squadre contano rispettivamente 67, 55, 42, 41, 39, e 35 mini-atleti.

 

Oggi l’inizio gare nelle specialità polisportive si svolgeranno presso lo Stadio A. Moretti. Oltre alle classifiche delle gare sportive, concorreranno infatti per decretare le migliori formazioni anche quelle ottenute con i punti del triathlon atletico, che comprende la corsa veloce 60 metri, il salto in lungo ed il lancio del vortex.

 

Importante time-out formativo presso il Palace Hotel di Cesenatico, sarà da venerdì 15 a domenica 17 giugno il secondo Meeting Nazionale per “formatori territoriali attività giovanile” organizzato dalla Scuola Nazionale Tecnici Csi. Sviluppati i percorsi formativi per gli istruttori e attivare i progetti scolastici dedicati all’attività sportiva dei bambini dai 3 ai 12 anni. Al termine del corso (con test finale) sarà riconosciuta la qualifica di “Formatore Territoriale Attività Giovanile”, e certificata sulla piattaforma CEAF.

 

Durante le Finali nazionali di “Sport&Go!” sarà allestito nello spazio cestistico dell’Eurocamp, quartier generale della manifestazione, uno spazio dedicato al gioco del cricket, aperto a tutti i ragazzi delle squadre finaliste denominato “Let’s Play Cricket Together”. Si tratta di un’iniziativa intrapresa insieme alla Federazione Cricket Italiana (F.Cr.I.) con l’intento di promuovere la disciplina sportiva tra le fasce giovanili come attività volta all’integrazione sociale, all’inclusione, al fair play e alla salvaguardia dello “Spirito del Gioco”.

 

Sabato 16 giugno penultimo giorno di gare all’Eurocamp in vista dei primi 10 scudetti arancio blu. In serata prima della tradizionale festa associativa alle 21 ci sarà la Santa Messa, celebrata dall’assistente ecclesiastico nazionale del CSI, don Alessio Albertini, chiuderà il primo dei tre appuntamenti nazionali in Romagna targati CSI.

 

Nel week end successivo attese 64 squadre finaliste della categoria allievi e juniores di calcio, pallavolo, pallacanestro, per un totale di 840 atleti ed infine negli ultimi giorni del mese di giugno altre 68 squadre, stavolta della categoria ragazzi under 14 impegnati con 600 finalisti negli stessi sport di squadra.

]]>
<![CDATA[ A Cesenatico il 2° Meeting Formatori Territoriali Attività Giovanile ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3874 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3874

Dall’15 al 17  giugno 2018, nell'ambito della Finale Nazionale Sport&Go, si terrà il secondo Meeting Nazionale per “formatori territoriali attività giovanile” organizzato dalla Scuola Nazionale Tecnici ]]>

Dall’15 al 17  giugno 2018, nell'ambito della Finale Nazionale Sport&Go, si terrà il secondo Meeting Nazionale per “formatori territoriali attività giovanile” organizzato dalla Scuola Nazionale Tecnici

Dall’15 al 17  giugno 2018, presso il Palace Hotel di Cesenatico, in occasione delle finali nazionali Sport&GO! si terrà il secondo Meeting Nazionale per “formatori territoriali attività giovanile” organizzato dalla Scuola Nazionale Tecnici. I formatori avranno il compito di sviluppare, nell’ambito del proprio territorio associativo i Percorsi formativi per gli istruttori e attivare i progetti scolastici dedicati all’ attività sportiva dei bambini dai 3 ai 12 anni.

Tra i principali temi trattati nel corso i Percorsi e attività formativa inerenti “Sport&Go!” (9-11 anni); “Play&Go!” (5-8 anni); “Fiabe in movimento” (3-5 anni); “Progetti per la scuola”; sviluppo App “Come with-us”; tecniche di comunicazione e gestione dell’aula.

Al termine del corso (con test finale) sarà riconosciuta la qualifica di “Formatore Territoriale Attività Giovanile”, e certificata sulla piattaforma CEAF. Per i formatori già abilitati nel 2015 il corso sarà valido come aggiornamento per il mantenimento della qualifica.

Le attività formative saranno condotte da Beppe Basso, referente scuola di formazione tecnici nazionale, e dai formatori nazionali Csi.  

]]>
<![CDATA[ Nuoto: trecento nuovi campioni nell'acqua arancioblu ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3872 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3872

Lignano Sabbiadoro saluta con le prove a staffetta i finalisti del 16° campionato nazionale di nuoto. Oltre 1200 in vasca. Lombardia al top. La Polisportiva Sport e Cultura di Bergamo ancora campione tra le società grazie ai 48 ori, 28 argenti e 16 bronzi ottenuti dai propri atleti. Varese d'argento con l'Happy Sport Team. Bronzo per il Forum Roma ]]>

Lignano Sabbiadoro saluta con le prove a staffetta i finalisti del 16° campionato nazionale di nuoto. Oltre 1200 in vasca. Lombardia al top. La Polisportiva Sport e Cultura di Bergamo ancora campione tra le società grazie ai 48 ori, 28 argenti e 16 bronzi ottenuti dai propri atleti. Varese d'argento con l'Happy Sport Team. Bronzo per il Forum Roma

Dal 6 al 10 giugno 2018 la piscina olimpionica del Bella Italia Village di Lignano Sabbiadoro (UD) ha ospitato il 16° Campionato Nazionale di Nuoto. Ci sono volute quattro intense giornate di gare in vasca per assegnare i nuovi titoli nazionali di specialità. In corsia hanno gareggiato 1.225 finalisti (602 maschi e 623 femmine) con cuffie di 80 società sportive, appartenenti a 29 comitati Csi di 9 regioni italiane. Nei diversi stili e nelle differenti categorie, previsti nel regolamento, sono 300 i nuovi campioni nazionali premiati sul podio individuale.
I primi a tuffarsi, dopo la cerimonia d’apertura a bordo vasca, sono stati i finalisti e le finaliste dei 100 dorso e i 50 farfalla; quindi, i 50 stile libero, 50 rana e dei 200 stile. Premiati anche i campioni nelle varie categorie dei 100 stile libero, 100 farfalla e 100 rana. Anche i 50 dorso e i 200 misti hanno vissuto in Friuli bracciate tricolori. A conclusione del campionato natatorio, domenica mattina sono state le staffette 4x50 stile e 4x50 mista (delfino, dorso, rana, stile) maschili e femminili. Nei misti il quartetto più veloce è stato fra le donne della Polisportiva Sport e Cultura Bergamo con il tempo di 2.14.68, mentre tra gli uomini i frazionisti juniores del Forum Sport Center di Roma hanno fermato il cronometro sotto i due minuti: 1.59.62. I nuotatori capitolini hanno fatto registrare anche il miglior tempo nella staffetta stile 1.47.93. Nella finale arancioblu le emozioni non sono mancate. Una gioia incontenibile, in vasca e sugli spalti, ha accompagnato le gare delle due squadre di staffettisti speciali. Nelle 4x50 mista i frazionisti master della Andes H. Beyond The Gap di Mantova hanno fatto registrare il tempo di 5.59.04, mentre tra gli esordienti A maschile Crocera Stadium di Genova, sono stati i primi classificati nella 4x50 stile libero con il tempo di 3.18.24.
Risultati alla mano il medagliere sorride alla Lombardia, prima classificata tra le regioni grazie ai 176 ori, 114 argenti e 98 bronzi conquistati. Sessantanove le medaglie vinte dal Piemonte (15 ori, 27 argenti e 27 bronzi), davanti alla Campania (15 ori, 11 argenti, 8 bronzi). La Polisportiva Sport e Cultura di Bergamo si riconferma campione nel trofeo per società grazie ai 48 ori, 28 argenti e 16 bronzi collezionati dai propri finalisti. Sul secondo gradino del podio le cuffie varesine dell'Happy Sport Team (25 ori, 9 argenti e 7 bronzi), davanti al Forum Sport Center di Roma con 1.021 punti, staccato di 160 lunghezze dal secondo posto. 

]]>
<![CDATA[ Statuto…Sport…Fattore CSI ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3871 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3871

Da oggi il Csi ha un nuovo Statuto. Lo ha votato l’Assemblea straordinaria convocata a Roma al Centro Augustinianum, a due passi da Piazza San Pietro. I punti chiave: un Csi più forte e più unito, con uno statuto più agile e meno burocratico, per un’associazione con il territorio al centro. Istituiti i delegati territoriali per rappresentare le società sportive ]]>

Da oggi il Csi ha un nuovo Statuto. Lo ha votato l’Assemblea straordinaria convocata a Roma al Centro Augustinianum, a due passi da Piazza San Pietro. I punti chiave: un Csi più forte e più unito, con uno statuto più agile e meno burocratico, per un’associazione con il territorio al centro. Istituiti i delegati territoriali per rappresentare le società sportive

Alea iacta est. Il Centro Sportivo Italiano ha preso la sua decisione, ha scelto di rinnovarsi e di guardare al futuro, approvando un nuovo Statuto. L’Augustinianum di Roma è stato teatro dell’Assemblea straordinaria del CSI: presenti circa duecento persone, delegati di 5547 società sportive (superato ampiamente il quorum di 2984 società) provenienti da tutta Italia, 18 regioni, 87 comitati, che hanno raccolto l’invito del presidente nazionale Bosio. “Una scelta responsabile, per un’associazione unica e unita, che si consolida nelle radici, guardando al futuro” ha detto soddisfatto Vittorio Bosio, presidente nazionale CSI. “Un CSI a trazione territoriale, forte nell’originalità ma capace di fare sintesi per il bene comune”.

È stato un percorso di 2 anni, iniziato in occasione dell’assemblea elettiva di Firenze del giugno 2016 e contenuto nel programma quadriennale della presidenza Bosio. “E’ stato un lavoro di analisi e concertazione, che ha abbinato le competenze di autorevoli consulenti con l’esperienza e la visione associativa di tanti dirigenti associativi”, spiega Marco Calogiuri, vicepresidente nazionale e coordinatore della Commissione statuto, attivata ad hoc, che ha lavorato instancabilmente per 18 mesi.

Nel corso della giornata 47 emendamenti, frutto di un accorpamento di tantissime espressioni di visione e passione per l’associazione e per il suo futuro. Una sensibilità associativa che si rinnova ogni volta che si apre il confronto su come immaginare la crescita e lo sviluppo dello sport sociale. Diversità, opinioni, idealità che si confrontano con la quotidianità, le responsabilità, l’organizzazione.

E adesso: il CSI guarda avanti, si riorganizza per dare più forza all’azione del territorio, apre una stagione di crescita fondata sulla responsabilità con la normativizzazione dell’autonomia territoriale, la partecipazione attiva con l’istituzione della figura dei delegati e lo snellimento burocratico.

Uno statuto che anticipa il cambiamento e che nei prossimi mesi vedrà protagonista quasi tutto l’associazionismo italiano, in particolare quello di Terzo settore. Uno strumento per un CSI moderno, ma soprattutto per dare risposte, servizi, sostegno alle società sportive e alle persone che vogliono fare sport.

intervento di Bosio

“Oggi è il grande giorno – ha detto Vittorio Bosio in apertura di Assemblea, dando voce al sentire comune  della vigilia - Il nuovo statuto cambia l’associazione, dando dignità e indipendenza reale al territorio. Sarà un’Associazione più territorio-centrica con nei delegati, figure concrete e responsabili della base. Cei, Coni, Min. Lavoro hanno apprezzato e validato impalcatura statutaria. Il mio sogno? Vedere passare l’associazione dall’IO al NOI, pensando al bene comune, più unito, sempre al servizio delle comunità, sempre disponibile ad accogliere. Un Territorio forte, connesso a tutti i livelli, coeso, unito. Pensare al bene del CSI intero - uno sport per le persone e per la vita”

]]>
<![CDATA[ 21° Campionato nazionale di Atletica Leggera su pista ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3870 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3870

]]>

Dal 6 al 9 settembre 2018 si svolgerà a Cles il 21° Campionato Nazionale di Atletica su pista. 

In allegato alla notizia sono disponibili la circolare, il regolamento, il programma e le note organizzative.

]]>
<![CDATA[ Al via le attività di “S Factor, progetto pilota sperimentale di polisportive sociali” ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3869 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3869

]]>

Lunedì 11 giugno avranno inizio le attività di “S Factor, progetto pilota sperimentale di polisportive sociali”, ammesso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali al finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza nazionale ai sensi dell’articolo 72 del Decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117.

L’iniziativa si propone di promuovere un nuovo modello di gestione degli impianti sportivi, formali ma anche open air, destrutturati, attraverso la promozione di uno strumento specifico: le polisportive sociali.

Si tratterà di contenitori capaci di aggregare risorse e realtà territoriali che dialogano insieme, per ottimizzare le strutture disponibili e sperimentare inedite esperienze di collaborazione e inclusione sociale, finalizzate alla sperimentazione di forme occupazionali per i/le giovani e le donne nel comparto sport.

Le polisportive saranno collegate a spazi sportivi fisicamente individuabili e differenziati, dall’impianto più ludico-giocoso a quello più strutturato; da quello in piccoli centri a quello in grandi città; da quello presso strutture parrocchiali a quello nelle periferie più popolose.

In sintesi, attraverso la sperimentazione del modello della polisportiva sociale, il progetto mira a:

  • definire, all’interno dell’associazionismo sportivo di promozione sociale, un ambiente favorevole all’autoimprenditorialità, formando un personale adeguatamente orientato e sensibile, dedito non allo sport e basta ma alla promozione sociale e umana attraverso lo sport e contribuendo a promuovere le pari opportunità;
  • individuare nuove strategie promozionali e modelli di gestione di impianti sportivi differenziati per tipologia, territorio e destinatari che siano riproducibili e trasferibili, contribuendo alla tutela, alla conservazione e alla valorizzazione di beni pubblici;
  • sfruttare la forza aggregativa ed educativa dello sport come veicolo di valori ed emozioni, di trasmissione di buone pratiche e corretti stili di vita, per migliorare la realtà circostante;
  • creare una rete territoriale in grado di coinvolgere, in qualità di co-gestori delle attività della polisportiva, le associazioni del territorio, gli enti di promozione, le scuole, i comitati di quartiere, i centri anziani, promuovendo contaminazioni con realtà locali, quali esperienze musicali o attività culturali.

In allegato il formulario dell’iniziativa.

]]>
<![CDATA[ SPORT&GO: LIVE DA CESENATICO ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3868 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3868

]]>

Dal 13 al 17 giugno 2018 il CSI torna a Cesenatico (FC) per le Finali dei Campionati Nazionali  "Sport and Go" 2018, riservato alle categorie Kids (Under 10) e Giovanissimi (Under12). Sport&Go è il modello di attività CSI, basato sulla polisportività, in cui oltre alle discipline sportive del calcio a 5 e calcio a 7, della pallacanestro e della pallavolo, i ragazzi sono coinvolti nel triathlon di atletica: corsa veloce 60 metri, salto in lungo e lancio del vortex. 

Ricordiamo che le finali Campionati Nazionali "Sport and Go" 2018 rientrano all'interno del progetto CONI 2018 - CSI&Go.

In questa sezione del sito sarà possibile seguire tutti gli aggiornamenti relativi alle classifiche, foto, oltre alla sintesi dei principali momenti della finale arancioblu.

 

Comunicati ufficiali --> http://bit.ly/2y5llCl

Fotogallery --> http://bit.ly/2ycH2R2

]]>
<![CDATA[ Dare il meglio di sé ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3866 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3866

Venerdì 1 giugno presentato presso la Sala Stampa Vaticana il documento sulla visione cristiana dello sport e della persona promosso dal dicastero per i laici, la famiglia e la vita. Cinque capitoli sull’importanza della Chiesa nel percorso di umanizzazione. Il messaggio di Papa Francesco al prefetto del dicastero Card. Farrell. ]]>

Venerdì 1 giugno presentato presso la Sala Stampa Vaticana il documento sulla visione cristiana dello sport e della persona promosso dal dicastero per i laici, la famiglia e la vita. Cinque capitoli sull’importanza della Chiesa nel percorso di umanizzazione. Il messaggio di Papa Francesco al prefetto del dicastero Card. Farrell.

Alla vigilia dei mondiali di calcio in Russia, il Dicastero per i laici, la famiglia e la vita ha diffuso in una conferenza presso la Sala Stampa della Santa Sede un documento per "dare il meglio di sé" nello sport, e pronunciare un "no" deciso a piaghe come il doping, gli abusi, la riduzione del corpo a merce e la corruzione, anche quella delle scommesse sportive. Lo sport «luogo di incontro», «veicolo di formazione», ed anche «mezzo di missione e santificazione». Lo ha detto e scritto papa Francesco nel Messaggio che ha inviato al cardinale Kevin Farrell, prefetto del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita, in occasione della pubblicazione del nuovo documento del Dicastero – il primo testo organico della Chiesa sullo sport – “Dare il meglio di sé. Sulla prospettiva cristiana dello sport e della persona umana”. Nell’incipit le parole di Papa Francesco pronunciate il 7 giugno 2014 nel corso del 70° anniversario dalla fondazione del CSI “Vi invito a mettervi in gioco nella vita come nello sport…Mettervi in gioco con gli altri e con Dio….Non accontentarsi di un pareggio mediocre, dare il meglio di sé stessi, spendendo la vita per ciò che davvero vale e che dura per sempre”. Nella prefazione il messaggio pontificio, «in una cultura dominata dall’individualismo e dallo scarto delle giovani generazioni e di quella degli anziani, lo sport è un ambito privilegiato intorno al quale le persone si incontrano senza distinzioni di razza, sesso, religione o ideologia». «Sappiamo – raccomanda il Pontefice – come le nuove generazioni guardano e si ispirano agli sportivi! Perciò è necessaria la partecipazione di tutti gli sportivi, di qualsiasi età e livello, perché quanti fanno parte del mondo dello sport siano un esempio di virtù come la generosità, l’umiltà, il sacrificio, la costanza e l’allegria». «Dare il meglio di sé nello sport – afferma allora il vescovo di Roma – è anche una chiamata ad aspirare alla santità». Così «occorre approfondire la stretta relazione che esiste tra lo sport e la vita, che possano illuminarsi a vicenda, affinché lo sforzo di superarsi in una disciplina atletica serva anche da stimolo per migliorare sempre come persona in tutti gli aspetti della vita». E «tale ricerca ci mette sulla strada che, con l’aiuto della grazia di Dio, ci può condurre a quella pienezza di vita che noi chiamiamo santità». Lo sport quindi è «una ricchissima fonte di valori e virtù che ci aiutano a migliorare come persone».

Nelle 56 pagine del libricino, editate dal Dicasterium pro Laicis Familia et Vita, sono cinque i capitoli.

Il primo è sulle motivazioni dell’interesse della Chiesa verso lo sport e della necessità di pastorale sportiva, ricordando che questo rapporto poggia su «tre pilastri»: lo «sforzo fisico necessario perché l’atleta possa esprimersi», le «qualità morali che devono supportare il suo impegno», il «desiderio di pace, fratellanza e solidarietà che lo sport deve aiutare a diffondere». Il secondo poi riguarda il fenomeno sportivo, nei suoi contesti e forme nella società attuale, mentre il terzo approfondisce il tema di uno sport per la persona, per l’essere umano con l’esaltazione di «sentimenti che fanno parte del Dna sportivo e che spesso vengono dimenticati», quali «lo spirito di sacrificio, il senso di responsabilità, il rispetto delle regole, la capacità di lavorare in squadra, la gioia, il coraggio, la solidarietà, l’armonia». Il quarto capitolo è poi dedicato alle sfide alla luce del Vangelo, alla promozione di valori autentici, che possano contrastare «i molti pericoli che lo sport moderno si trova spesso ad affrontare, come il doping, la corruzione e il tifo violento» e le critiche alle devianze. Il quinto ed ultimo capitolo infine è dedicato «al ruolo chiave della Chiesa come protagonista in questo percorso di umanizzazione attraverso lo sport». Casa, famiglia, scuola, palestra, parrocchia: «i luoghi in cui si esprime una pastorale dello sport che vuole sviluppare in ciascun soggetto, praticante o spettatore, quel corredo di buone qualità e virtù che caratterizzano un bravo sportivo, un bravo cittadino e un bravo cristiano». Infine la cura degli operatori pastorali dello sport e gli elementi fondamentali per un progetto pastorale.

]]>
<![CDATA[ Nuoto: 1.200 finalisti ai blocchi di partenza ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3865 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3865

Dal 6 al 10 giugno a Lignano Sabbiadoro le finali nazionali con 1.225 nuotatori provenienti da tutta Italia. Lombardia, Lazio, Piemonte le regioni più rappresentate ]]>

Dal 6 al 10 giugno a Lignano Sabbiadoro le finali nazionali con 1.225 nuotatori provenienti da tutta Italia. Lombardia, Lazio, Piemonte le regioni più rappresentate

Dal 6 al 10 giugno, tutti in acqua per il 16° Campionato nazionale di nuoto Csi, in programma presso la piscina olimpionica del Bella Italia Village di Lignano Sabbiadoro (Ud). In vasca gareggeranno 1.225 finalisti (602 maschi e 623 femmine) di 80 società sportive, appartenenti a 29 comitati Csi di 9 regioni.

La delegazione più rappresentata è la Lombardia con 631 atleti finalisti, seguita dal Lazio (132), dal Piemonte (111). Non mancheranno poi finalisti provenienti dalla Campania (80), Trentino-Alto Adige/Südtirol (77), Liguria (74), Emilia Romagna (59), Sardegna (32) e Toscana (29).

Giovedì 7 giugno i primi tuffi con le batterie e le finali dedicate ai 100 dorso e ai 50 farfalla, oltre alle batterie dei 50 stile libero, che vedranno le finali al mattino di venerdì 8 giugno, subito dopo le batterie dei 50 rana e dei 200 stile. Nel pomeriggio dell’8 le finali dei 50 rana, seguite dai 100 farfalla e dai 100 rana. Il 9 giugno le finali dei 100 rana, e le batterie dei 100 stile libero e dei 50 dorso. Nel pomeriggio si conosceranno i campioni dei 100 stile libero, 50 dorso e 200 misti. Domenica 10 giugno ultima giornata di gare con le appassionanti staffette 4x50 stile libero e mista, oltre al tradizionale “Staffettone delle Regioni”.

]]>
<![CDATA[ NUOTO: LIVE DA LIGNANO SABBIADORO ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3864 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3864

]]>

La piscina olimpionica del Bella Italia Village di Lignano Sabbiadoro ospita dal 6 al 10 giugno 2018 i migliori nuotatori arancioblu nel 16° Campionato Nazionale di Nuoto. 

In questa sezione del sito sarà possibile seguire tutti gli aggiornamenti relativi alle classifiche, foto, oltre alla sintesi dei principali momenti della finale arancioblu.

Classifiche -> http://bit.ly/2LmB8hW

Fotogallery -> http://bit.ly/2LuqMg0

]]>
<![CDATA[ Presentato a Policoro il Progetto Vela 4.0 ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3862 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3862

Al Lido “La Duna” accorsi diversi ospiti sportivi tra cui l’ex pallavolista azzurra Barbara Fontanesi. A bordo dell’equipaggio il vicepresidente nazionale del Csi, Calogiuri, il presidente del Cvl, Mangialardi ed il presidente del Csi Basilicata, Nazareno Sportella. ]]>

Al Lido “La Duna” accorsi diversi ospiti sportivi tra cui l’ex pallavolista azzurra Barbara Fontanesi. A bordo dell’equipaggio il vicepresidente nazionale del Csi, Calogiuri, il presidente del Cvl, Mangialardi ed il presidente del Csi Basilicata, Nazareno Sportella.

Policoro, 2 giugno 2018 – Con un tiepido scirocco è salpato oggi dal Golfo di Taranto il Progetto Vela 4.0, frutto del connubio tra il Centro Sportivo Italiano ed il Circolo Velico Lucano. Nell’ambito del Vela Day, sabato 2 giugno, il Lido “La Duna” di Policoro (MT), ha ospitato quello che si preannuncia molto più di un programma polisportivo.

Al timone dell’ equipaggio arancioblu, c’erano il responsabile nazionale della Scuola Tecnici CSI, Beppe Basso. Con lui il vicepresidente nazionale del Csi, Marco Calogiuri, il presidente del Csi Basilicata, Nazareno Sportella, il suo vice, Mimmo Lavanga, il presidente del Csi Potenza, Andrea Schiavone, l’ex pallavolista azzurra Barbara Fontanesi ed il padrone di casa, il direttore del Circolo Velico Lucano, Sigismondo Mangialardi.

Marco Calogiuri, dopo avere evidenziato la presenza di altri circoli velici nel territorio Csi, e che da essi si intende dar vita in futuro anche a miniregate e a delle competizioni sportive ha dichiarato: «Sogniamo di poter organizzare in futuro un campionato interregionale e nazionale dedicato alla vela, uno sport, che ben sviluppa lo spirito di squadra, e che nel Csi si sta diffondendo a macchia di leopardo. Abbiamo da sempre a cuore i giovani ed in ogni ambito vogliamo far vivere loro esperienze di vita significative. La bussola arancioblu è orientata sull’attività giovanile ed abbiamo colto al volo questa bella opportunità della vela per le discipline in mare».

I motivi dell’accordo nelle parole di Mangialardi: «In vista di Matera 2019, con uno sguardo all’ecosistema sportivo regionale e nazionale, abbiamo voluto allargare gli orizzonti della nostra pluriennale esperienza velica. In una società sempre più frettolosa e superficiale che guarda più all’apparenza e al successo, con a bordo il Csi ci sentiamo sicuri di promuovere la formazione e la crescita di ciascun ragazzo, di ciascun individuo. Abbiamo dato forza ai valori olimpici, “ancorati” a quelli più squisitamente etici quali lealtà, probità, diligenza, civiltà». A proposito di Matera 2019, capitale europea della cultura è stata Fontanesi a rivelare l’idea di proporre assieme al Csi un festival sportivo educativo nella Città dei Sassi, che proponga racconti di vita sportiva in una tre giorni di sport e cultura.

Sportella ha invece aggiunto come “nel mondo marittimo quasi semisconosciuto all’interno dell’ associazione, il Csi oltre ad offrire un modello di Scuola Vela a misura di bambino e di ragazzo, vuole dare impulso allo sviluppo delle attività nautiche ed acquatiche, promuovendo la multidisciplinarità legata al mare e alla salvaguardia dell’ambiente”.

Beppe Basso ha quindi illustrato il progetto che riguarderà tre settori di riferimento: Scuola di Vela del CVL – CSI; attività formativa ed attività sportiva, sviluppando il lavoro delle scuole di vela targate Csi e orientate prevalentemente all’educazione dei ragazzi sia attraverso l’insegnamento delle tecniche veliche sia attraverso la conoscenza e la cultura del mare, dell’ambiente circostante. Tra i principali obiettivi quello di rendere la vela e altre discipline acquatiche accessibili a tutti, coinvolgendo sia adulti, sia studenti, ragazzi con disabilità e anche ragazzi che vivono in contesti difficili. Utilizzando ogni giorno, con qualsiasi “vento” l’andatura dettata da quel grande strumento educativo, chiamato sport.

Enrico Pellino, referente per il Csi dei Giochi del Sud, ha infine presentato alla platea i giovani partenopei, ragazzi e ragazze pallavolisti della Eagle Volley Napoli, arrivati dalla vicina Nova Siri, in rappresentanza degli oltre trecento partecipanti ai Giochi del Sud (meeting nazionale di calcio a 5 e pallavolo che coinvolge le regioni meridionali di Basilicata,  Campania, Puglia, e Sicilia per le categorie under 8/10/12), per sperimentare con i trident, le prime tecniche nautiche sulle imbarcazioni del Csi.

Al termine della presentazione di “Vela 4.0”, randa e genoa di Nora, barca d’altura 18 metri, si sono issate, per gonfiarsi dei valori di uno sport, ricco di fascino, spirito e natura e veleggiare verso nuovi traguardi.

]]>
<![CDATA[ Il sindaco di Sassari saluta i campioni della Junior Tim Cup 2018 ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3859 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3859

A Palazzo Ducale i campioni della sesta “Junior TIM Cup - il calcio negli Oratori”, gli under 14 della Parrocchia Santa Maria Bambina,
 hanno incontrato il sindaco di Sassari, Nicola Sanna ]]>

A Palazzo Ducale i campioni della sesta “Junior TIM Cup - il calcio negli Oratori”, gli under 14 della Parrocchia Santa Maria Bambina,
 hanno incontrato il sindaco di Sassari, Nicola Sanna

Ancora grandi soddisfazioni per i vincitori della VI edizione della “Junior TIM Cup - il calcio negli Oratori”: i campioni in carica della Parrocchia Santa Maria Bambina di Sassari, in rappresentanza di Cagliari, hanno incontrato il Sindaco di Sassari Nicola Sanna per donare una loro maglia da gioco utilizzata in occasione della Finale conquistata all’Olimpico di Roma. Il primo cittadino ha salutato la delegazione sarda capeggiata dal presidente del Csi Sassari, Giuseppe Porqueddu, ringraziando per l’impresa raggiunta ed aver portato in alto il nome della città. “I risultati si raggiungono con impegno, studio e grande spirito di volontà – ha detto Sanna - ma è anche importante il sostegno della famiglia, quello della parrocchia e l'incoraggiamento della comunità di riferimento. La città di Sassari sostiene sempre i suoi atleti, quelli che sono all'apice della loro carriera e quelli che, come voi, sono all'inizio. L'augurio è quello di ottenere successi e riconoscimenti, ma anche di vivere il gioco del calcio con passione e determinazione, perché lo sport è palestra di vita”.

Dopo aver sollevato il trofeo dell’edizione 2017/2018, i giovani campioni sardi hanno dunque vissuto un’ultima e indimenticabile esperienza con il torneo di calcio a 7 Under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano, che quest’anno ha coinvolto 915 oratori nelle 15 città della Serie A TIM e 11.800 ragazzi impegnati in 4.825 partite.

 

]]>
<![CDATA[ L’educazione al timone del Progetto Vela 4.0 ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3856 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3856

Sabato 2 giugno si presenta il progetto targato Centro Sportivo Italiano – Circolo Velico Lucano. Per sviluppare la cultura del mare e delle sue funzioni educative soprattutto fra i più giovani. A bordo nell’equipaggio vi saranno il presidente del Csi, Bosio, il presidente del Cvl, Mangialardi Attesi al Lido “La Duna” numerosi ospiti tra cui anche l’ex pallavolista azzurra Barbara Fontanesi ]]>

Sabato 2 giugno si presenta il progetto targato Centro Sportivo Italiano – Circolo Velico Lucano. Per sviluppare la cultura del mare e delle sue funzioni educative soprattutto fra i più giovani. A bordo nell’equipaggio vi saranno il presidente del Csi, Bosio, il presidente del Cvl, Mangialardi Attesi al Lido “La Duna” numerosi ospiti tra cui anche l’ex pallavolista azzurra Barbara Fontanesi

Nell’ambito del Vela Day sabato 2 giugno 2018, alle ore 10,45 presso il Lido “La Duna” di Policoro (MT), sarà presentato il nuovo Progetto Vela 4.0, frutto del connubio tra il Centro Sportivo Italiano ed il Circolo Velico Lucano. Sulle spiagge dello splendido Parco della Magna Grecia, contornato dalle bellezze naturalistiche del Bosco Pantano sarà molto più di uno sport.
Il progetto riguarderà tre settori di riferimento: Scuola di Vela del CVL – CSI; attività formativa ed attività sportiva. Il progetto prevede lo sviluppo di scuole di vela targate Csi e orientate prevalentemente all’educazione dei ragazzi sia attraverso l’insegnamento delle tecniche veliche sia attraverso la conoscenza e la cultura del mare, dell’ambiente e della cultura dei luoghi in cui si trovano i circoli velici, partendo dalle buone pratiche delle scuole veliche Csi già attive.

Tra i principali obiettivi quello di rendere la vela e altre discipline acquatiche accessibili a tutti, coinvolgendo sia adulti, sia studenti, ragazzi con disabilità e anche ragazzi che vivono in contesti difficili. Utilizzando quel grande strumento educativo, chiamato sport. Alla presentazione, oltre alle diverse autorità locali del mondo dello sport, della Chiesa, e delle Istituzioni, interverrano il presidente nazionale del Csi, Vittorio Bosio, il presidente del Circolo Velico Lucano, Sigismondo Mangialardi e l’ex pallavolista azzurra Barbara Fontanesi, tre stagioni in Basilicata, alzatrice della Parmalat Matera. Insieme al presidente del Csi Basilicata, Nazareno Sportella, al responsabile nazionale della Scuola Tecnici CSI, Beppe Basso, ed al presidenre regionale del Csi Campania, Enrico Pellino, formeranno l’equipaggio, che navigherà verso Nova Siri (villaggio turistico Giardini d’Oriente), dove il presidente del Csi Bosio saluterà le centinaia di partecipanti ai Giochi del Sud, meeting nazionale di calcio a 5 e pallavolo che coinvolge le regioni meridionali di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, e Sicilia per le categorie under 8/10/12

 

]]>
<![CDATA[ Tour delle Segreterie territoriali ]]> http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3855 http://www.csi-net.it/index.php?action=pspagina&idPSPagina=3855

Dopo le tappe di Bologna e Pescara, si chiuderà il 16 giugno prossimo, a Napoli, il Tour delle Segreterie 2018. ]]>

Dopo le tappe di Bologna e Pescara, si chiuderà il 16 giugno prossimo, a Napoli, il Tour delle Segreterie 2018.

Dopo le tappe di Bologna e Pescara, si chiuderà il 16 giugno prossimo, a Napoli, il Tour delle Segreterie 2018.

L’iniziativa ha registrato la partecipazione di oltre 150 persone - tra responsabili e operatori delle segreterie territoriali  - coinvolti in un percorso di aggiornamento full immersion  articolato sia sotto il profilo della conoscenza di novità che riguardano la vita delle società sportive che su quello  pratico volto alla gestione delle procedure di Tesseramento online che sempre più devono rispondere agli stringenti requisiti che il Registro 2.0 del CONI ha posto in essere nell’anno in corso.

Di grande stimolo è stata anche la presenza di responsabili del broker assicurativo Marsh nell’illustrazione delle novità che sono state messe in campo per rendere sempre più vantaggiose e competitive le Polizze Infortuni ed RCT stipulate dal CSI a favore delle società sportive.

Anche la nuova normativa sulla Privacy è stata oggetto di interessante confronto, considerata l’entrata in vigore della nuova Legge già dal 25 maggio 2018.

Il Tour si è rivelato dunque una grande opportunità a favore dell’aggiornamento di tanti operatori che sempre più sono chiamati a rispondere in modo adeguato e competitivo alle diverse esigenze che le società sportive pongono in essere sui territori.

]]>