18 marzo 2021

«Prima paghi e poi mangi»

In questo ormai lungo tempo di lockdown, in cui ci è stata vietata la possibilità di andare al ristorante, sarà capitato anche a voi di ordinare una pizza e farvela portare a casa. Sembra strano ma la differenza tra le due possibilità, sedersi comodamente in un’ampia sala apparecchiata o consumarla nella propria cucina, non è data solamente dal servizio ma dall’ordine in cui avvengono le azioni: al ristorante prima mangi e poi paghi il conto, nel servizio d’asporto prima paghi e poi mangi. La Quaresima con il suo invito a compiere dei sacrifici ci ricorda proprio l’ordine delle cose. Ottenere dei risultati richiede un sacrificio, chiedilo agli sportivi. Mettere al mondo un figlio è rendersi disponibili a moltissime rinunce, i genitori insegnano. Raggiungere il lavoro dei propri sogni prevede un lungo tempo di preparazione, guarda chi ce l’ha fatta. Anche oggi, mentre cominciamo a scollinare verso la Pasqua, ci viene chiesto l’enorme sacrificio di rinchiuderci nuovamente, di evitare gli incontri, di rinunciare alla normalità, di stare lontani dai luoghi delle nostre abitudini. «Mi auguro sia un ultimo sacrifi-cio… così che poi non ci siano più limitazioni alla nostra vita». L’ultima risorsa quando non sappiamo più trovare motivazioni e siamo arrivati al punto di non poterne più. Eppure il sacrificio è davvero un’azione sacra, un’offerta gradita a Dio perché è un gesto in cui mettiamo a disposizione la nostra libertà per un bene più grande. È rinunciare a trasformare i nostri diritti in pretese e, invece, convertire i nostri doveri in gesti d’amore per il bene del prossimo. Anche Gesù in croce è stato capace di offrire la sua vita e così ci ha salvato. A Lui quel sacrificio è costato anche il sangue a noi, forse, soltanto un po’ di sudore ma lo offriamo volentieri perché tutti, poi, possiamo goderne. Lo ricordava anche il grande coach Vince Lombardi: «Il dizionario è l’unico posto dove successo viene prima di sudore».

L'angolo dell'assistente

«Prima paghi e poi mangi»

Don Alessio Albertini

Assistente Ecclesiastico Nazionale