17 marzo 2021

Sospensione allenamenti e gare nelle zone rosse

Il CONI conferma lo stop agli EPS

Il Centro Sportivo Italiano con il Comunicato Ufficiale n. 12 dell’8 marzo 2021 ha scelto di seguire le disposizioni del Dipartimento dello Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, esplicitate nelle FAQ fermando, nelle zone rosse, allenamenti e gare dei campionati di preminente interesse nazionale.
Ne va della sicurezza e della salute degli atleti a cui il CSI tiene più di ogni altra cosa. Detta decisione tutela anche le società sportive dal rischio di incorrere in eventuali sanzioni.
La Presidenza nazionale sta lavorando per avere i necessari chiarimenti e riprendere quanto prima gli allenamenti anche nelle zone rosse, al pari degli atleti federali, ma sempre nel rispetto di protocolli e disposizioni emanati dalle autorità competenti.
Il Coordinamento tecnico nazionale dell’attività sportiva è disponibile per ogni informazione ai numeri 06 68404520, 06 68404523, 06 68404525 o scrivendo all’indirizzo direzionetecnica@csi-net.it

La decisione del CONI

Nel pomeriggio del 17 marzo il CONI ha voluto sgombrare il campo da ogni dubbio sugli allenamenti in zona rossa per gli atleti degli EPS con una nota a firma del segretario generale Carlo Mornati indirizzata al Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri e per conoscenza agli Enti di Promozione Sportiva:  

"A seguito del mutato quadro normativo emergenziale, come riportato anche dai media (https://www.gazzetta.it/Sport-Vari/08-03-2021/sport-zona-rossa-enti-promozione-sportiva-protesta-4001307466452.shtml), codesto Dipartimento aveva pubblicato sul proprio sito istituzionale una FAQ che precisava la sospensione degli allenamenti degli atleti tesserati agli EPS nelle zone rosse.
In materia, sempre sul sito governativo, viene specificato che "Sono consentiti esclusivamente gli eventi e le competizioni sportive organizzate da Federazioni Sportive Nazionali e Discipline Sportive Associate, riconosciute di preminente interesse nazionale dal CONI e dal CIP, che si tengano all'aperto o al chiuso, senza pubblico. Sono consentiti gli allenamenti degli atleti, professionisti e non professionisti, partecipanti agli eventi e alle competizioni di preminente interesse nazionale consentite dalla norma, a porte chiuse e nel rispetto dei protocolli' (cfr.
http://www.sport.governo.it/it/emergenza-covid-19/lo-misure-per-lo-sport-nelle-quattro-aree-di-rischio/).

Salvo diverso avviso formale di codesto Dipartimento, al fine di assicurare l'uniformità dei comportamenti, tutti gli Enti di promozione sportiva, che leggono in copia, dovranno sospendere gli allenamenti dei propri atleti tesserati nelle zone rosse e lo scrivente CONI ne darà pubblicazione alla sezione dedicata del sito (cfr. https://www.coni.it/it/speciale-covid-19) a far data da domani".