Attività Sportiva
26 marzo 2021

GDMI una nuova disciplina sportiva nel CSI

La ginnastica dinamica militare italiana mette l'uomo al centro con esercizi essenzialmente a corpo libero

Negli ultimi decenni è cresciuta l’esigenza dell’individuo di ritrovare una forma fisica che equilibri corpo e anima.
Il CSI nella sua proposta sportiva ha recentemente riconosciuto la GDMI, la Ginnastica dinamica militare italiana, come disciplina sportiva, costituendo lo specifico settore individuato nel tesseramento con la sigla GDM. Il sodalizio affiliato al comitato bresciano, nel DNA intende mettere l’uomo al centro di tutto, con un approccio di subordinazione allenante positiva. La collaborazione sarà perfezionata nello sviluppo delle reciproche competenze formative e professionali.
La GDM italiana seleziona infatti previo superamento di una selezione psico-fisica a seguito di tre mesi di corso istruttori uniformati così e formati su dei punti cardini ben definiti. Oltre 300 i centri di allenamento GDM su tutto il territorio nazionale, la specialità della GDM è andare incontro all’esigenza nell’individuo di ritrovare una forma fisica, oltre ai comfort che oggigiorno deteriorano sempre più la naturale efficienza del nostro corpo e la capacità innata alla resilienza fisica e mentale. Questo spirito si manifesta attraverso un insieme di esercizi effettuabili interamente a corpo libero e senza l'utilizzo di carichi, attrezzi, macchinari, e, prioritariamente in spazi all’aria aperta.
Il principio fondamentale che è alla base della ginnastica dinamica militare italiana è quello del recupero della natura primitiva dell'essere umano, vero, puro e coriaceo. La metodologia allenante prende spunto dalla biomeccanica del corpo umano e si effettua con esercizi che sviluppano sia muscolatura, sia attitudini neuronali. L’intesa con il CSI proporrà diversi corsi di formazione di questa pratica, che può essere effettuata da chiunque, ad ogni età.
L’attributo militare nasce come esigenza esatta nel saper gestire i nuovi atleti al contrario dell’essere abbonati e gestiti da palestre o centri fitness. Ossia poche parole e tanto impegno e dedizione. Rispetto e disciplina sono alcuni punti cardine per l’evoluzione individuale e del gruppo. Nelle lezioni a gruppi della GDM il principio dell'uguaglianza è al centro di tutto, con ciascun individuo che non sfida altri per primeggiare, ma che compie una sfida con quella parte di sé che gli impedisce di evolvere, in primis la pigrizia. L'impegno della GDMI è quello di formare in ogni regione di Italia istruttori, in grado di diffondere l'insegnamento di tale disciplina.
Dopo Pasqua in calendario i primi appuntamenti formativi: il 18 aprile selezione istruttori a Brescia per la Lombardia, Piemonte e Liguria. Sabato 17 aprile a Rimini altra selezione istruttori per Emilia Romagna, Marche, Umbria e Toscana. Il corso istruttori partirà quindi il 25 aprile: primo appuntamento on line e poi a seguire il corso vero e proprio che durerà fino all'ultima domenica di luglio 2021. La proposta prevede tre classi regionali, una in Lombardia una in Veneto una in Emilia Romagna. Per mandare la propria candidatura basta entrare nel sito www.gdmi.it selezionando il link lavora con noi.