Welfare e Promozione Sociale
25 novembre 2021

Il CSI al congresso ISCA

D al 19 al 21 novembre si è tenuto a Bruxelles il 10° “Move Congress”, organizzato dall’Isca (International Sport and Culture Association) e da Irts (Integration of Refugees Through Sport). Si è trattato di una conferenza interattiva sul “movimento” che ha riunito specialisti dell’attività fisica e sportiva di base e organizzazioni di sostegno per rifugiati, per elaborare strategie a sostegno dei bisogni d’integrazione dei rifugiati. La conferenza ha visto partecipanti ben 350 invitati provenienti da 154 nazioni e 4 continenti. Presente anche il CSI. Stimolanti le presentazioni che hanno testimoniato le esperienze vissute, spesso in circostanze difficili al fine di ottenere risultati anche di natura politica, per lo sport, l’attività fisica e l‘inclusione sociale. Nel corso del Congresso assegnati premi per i progetti di integrazione dei rifugiati attraverso lo sport realizzati da organizzazioni umanitarie di alto profilo. Platea emozionata alla relazione di Khalida Popal fondatrice della squadra nazionale di calcio femminile afghana ora rifugiata in Danimarca. In Afghanistan Popal ha lavorato per i diritti delle donne, specie nel calcio, molestata ed aggredita, ha ricevuto minacce di morte.