- Notizie http://www.csi-net.it Feed RSS Notizie <![CDATA[ I campioni dell'Endurance Csi ]]> https://www.csi-net.it/p/4890/i_campioni_dellendurance_csi https://www.csi-net.it/p/4890/i_campioni_dellendurance_csi

Ad Orzinuovi, al termine della prova tricolore, sabato 1 ottobre, festeggiano sul podio sedici Mtbikers bresciani. Un oro ad un'atleta trentina ed un altro campione è del Csi Lazio ]]>

Ad Orzinuovi, al termine della prova tricolore, sabato 1 ottobre, festeggiano sul podio sedici Mtbikers bresciani. Un oro ad un'atleta trentina ed un altro campione è del Csi Lazio

Il cuore oltre ai polpacci. Dopo sei ore di fatica e resistenza il Campionato Nazionale Endurance del Csi, ha conosciuto i podi tricolori. A Barco di Orzinuovi, in provincia di Brescia, su un tracciato lungo il fiume del Parco Oglio Nord
sono state assegnate al traguardo 18 maglie arancioblu cerchiate di tricolore. Undici i titoli di categoria individuale assegnati. Tre titoli a squadre, per coppie, coppie miste e per il terzetto più in gamba. Al tramonto di sabato 1 ottobre solamente una donna trentina (woman3) e un master laziale hanno saputo rompere l’egemonia bresciana, con le due ruote del comitato della Leonessa, feroci nel ruggito tricolore.
Un centinaio i mtbers arrivati al traguardo finale. Festa grande al traguardo con polenta e birra fresca per tutti e le medaglie per i migliori sul podio.

I Campioni Endurance CSI
Team a 2: Dennunzio Andrea - Romano Matteo - Five Team (Brescia)
Team a 3: Mossali Giacomo - Fortunato Alberto - Ricca Diego - Ciclimant's Racing Team (Brescia)
Lui & Lei: Elli Roberto - Chiari Daniella Five Team (Brescia)
Women 2: Zucchelli Chiara - GS Croce Verde Orzinuovi (Brescia)
Women 3: Beltramolli Margherita - Valchiese Bike (Trento)
Elite Sport: Mondini Luca - Ciclimant's Racing Team (Brescia)
Master 1: Facchinetti Nicola - Ciclimant's Racing Team (Brescia)
Master 2: Podini Davide - Ciclimant's Racing Team (Brescia)
Master 3: Coccaglio Ivan - Ciclimant's Racing Team (Brescia)
Master 4: Costa Stefano - Five Team (Brescia)
Master 5: Ruta Claudio - Scuderia Ciclistica Verzeletti (Brescia)
Master 6: Fappani Gianpaolo - Ciclimant's Racing Team (Brescia)
Master 7: Borgi Lorenzo - Mtb Santa Marinella Cicli Montanini (Roma)
Master 8: Cartella Pierluigi - GS Croce Verde Orzinuovi (Brescia)
 

]]>
<![CDATA[ Sei ore in sella ad Orzinuovi ]]> https://www.csi-net.it/p/4889/sei_ore_in_sella_ad_orzinuovi https://www.csi-net.it/p/4889/sei_ore_in_sella_ad_orzinuovi

Circa 150 iscritti alla gara di resistenza in mtb, individuale e a staffetta, che assegna le maglie scudettate del Csi al Parco Oglio Nord ]]>

Circa 150 iscritti alla gara di resistenza in mtb, individuale e a staffetta, che assegna le maglie scudettate del Csi al Parco Oglio Nord

Non c’è solo il Giro di Lombardia nel week end ciclistico italiano. Nella stessa regione è infatti tutto pronto per il via al Campionato Nazionale Endurance del Csi, dove oltre 120 mtbikers si daranno battaglia per conquistare i podi tricolori e le ambitissime maglie arancioblu cerchiate di tricolore. Prova di forza ma soprattutto di resistenza nella gara di sei ore in programma a Barco di Orzinuovi nel bresciano sabato 1 ottobre, dalle 14 alle 20. Sarà al solito la quarta ora a fare la selezione nella prova che verso il tramonto prevede un’ultima ora di gara serale nel buio e le torce ad illuminare l’intero anello di gara. Sono questi i tratti peculiari della Urcis 6h la gara di Endurance che da 13 anni affascina i mtbikers per i single track tipici del Parco Oglio Nord. Fatica, agonismo, e tanta voglia di conquistare si mescoleranno al traguardo all’altro gusto sportivo: lo spiedo con polenta e la birra fresca servita durante e dopo la gara a tutti i ciclisti. Quattro le categorie solitari femminili (Elite woman, woman1, woman2, woman3) e 9 categorie solitari maschili (Elite sport, master1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8). Quindi i Team a 2 e 3 maschile, i team femminili, team misto Lui&Lei. In totale saranno 115 premi (5 per ogni categoria). Inoltre saranno premiati i primi 3 assoluti uomini e donne solitari e la società più numerosa.

 

]]>
<![CDATA[ 18° campionato nazionale di judo ]]> https://www.csi-net.it/p/4888/18_campionato_nazionale_di_judo https://www.csi-net.it/p/4888/18_campionato_nazionale_di_judo

Roncadelle (BS) - 18 al 20 novembre 2022 ]]>

Roncadelle (BS) - 18 al 20 novembre 2022

Dal 18 al 20 novembre 2022 si terrà a Roncadelle (BS) il 18° campionato nazionale di judo. In allegato alla notizia sono disponibili il regolamento, il programma e le note organizzative.

]]>
<![CDATA[ 1° Campionato nazionale di Trail Running ]]> https://www.csi-net.it/p/4887/1_campionato_nazionale_di_trail_running https://www.csi-net.it/p/4887/1_campionato_nazionale_di_trail_running

]]>

L’11 dicembre si terrà ad Arezzo, presso il Parco Villa Severi, l’Arezzo Wild Trail, valido come 1° Campionato nazionale di Trail Running (corsa agonistica in ambiente naturale) del Centro Sportivo Italiano.
L’evento si svolgerà su due distanze:
• WILD MARATHON 43Km 1900D+
• WILD TRAIL 23Km 1000D+

L’organizzazione è a cura della Trail Running Project in collaborazione con il CSI Arezzo.

In allegato sono disponibili le informazioni tecniche e regolamentari.

]]>
<![CDATA[ Accordo CSI - AteneiOnline ]]> https://www.csi-net.it/p/4886/accordo_csi_ateneionline https://www.csi-net.it/p/4886/accordo_csi_ateneionline

]]>

Il Centro Sportivo Italiano ha stipulato un accordo con AteneiOnlineuno Sportello di Orientamento Universitario multi-ateneo convenzionato con le principali Università Telematiche riconosciute dal MIUR. A tutti i tesserati CSI che procedono all’iscrizione ad un corso di laurea triennale o magistrale usufruendo dei servizi di orientamento e affiancamento offerti da AteneiOnline, verrà riconosciuto un buono Amazon del valore di 100 €. Scopri qui gli Atenei oggetto della convenzione.

Condizioni applicate: A tutti i tesserati CSI verrà riconosciuto un buono Amazon del valore di 100 € che verrà erogato solo dopo aver finalizzato la procedura di immatricolazione, che sarà comunque oggetto di preventiva verifica presso l’Ateneo. Il buono sarà erogato sotto forma di codice univoco inviato tramite mail all’indirizzo indicato durante l’iscrizione al corso di laurea triennale o magistrale.

 

Scopri di più --> www.ateneionline.it

]]>
<![CDATA[ Vogliamo vincere insieme! ]]> https://www.csi-net.it/p/4885/vogliamo_vincere_insieme_ https://www.csi-net.it/p/4885/vogliamo_vincere_insieme_

Alla vigilia del voto il Centro Sportivo Italiano ha indicato in un documento, i 7 punti prioritari per la salvaguardia dello sport di base. Il presidente CSI Bosio: «Chiediamo ai candidati e ai partiti, che intendono governare l'Italia per servirla, di illustrare la propria posizione su una piattaforma di sette punti pensata per la salvaguardia dello sport per tutti. Una piattaforma che il Consiglio nazionale del Centro Sportivo Italiano offre a tutti coloro che hanno a cuore il futuro delle sportive e degli sportivi di tutta Italia. Attendiamo parole chiare, pronti ad accoglierle e rilanciarle, ma anche pronti a richiamare severamente chi si volesse sottrarre a questo doveroso confronto». ]]>

Alla vigilia del voto il Centro Sportivo Italiano ha indicato in un documento, i 7 punti prioritari per la salvaguardia dello sport di base. Il presidente CSI Bosio: «Chiediamo ai candidati e ai partiti, che intendono governare l'Italia per servirla, di illustrare la propria posizione su una piattaforma di sette punti pensata per la salvaguardia dello sport per tutti. Una piattaforma che il Consiglio nazionale del Centro Sportivo Italiano offre a tutti coloro che hanno a cuore il futuro delle sportive e degli sportivi di tutta Italia. Attendiamo parole chiare, pronti ad accoglierle e rilanciarle, ma anche pronti a richiamare severamente chi si volesse sottrarre a questo doveroso confronto».

Dal 1944, quindi ormai da ben quasi 80 anni!, il Centro Sportivo Italiano promuove la socialità, la solidarietà, l’educazione attraverso lo sport: una proposta che vuole includere e accogliere tutti e che ha dimostrato negli anni tutta la sua indiscutibile importanza.

In questi giorni ci stiamo avvicinando alle elezioni politiche per il nuovo Parlamento e per il nuovo Governo. È fin troppo evidente che si tratta di elezioni particolarmente importanti. Chi sarà chiamato a governare il Paese avrà l’enorme responsabilità di guidarlo in un momento storico impegnativo e delicato, segnato da una pandemia non ancora debellata e da una drammatica guerra che si svolge nel cuore dell’Europa, alle porte di casa nostra e che ci coinvolge direttamente per moltissimi aspetti: la crisi energetica; il lievitare dei costi della vita che mette a dura prova moltissime famiglie; la difficoltà di molte imprese a garantire i livelli occupazionali.

Non sarà facile, perciò, trovare la strada per continuare a stare insieme senza perdere mai di vista i problemi (le opportunità) educativi, sociali, economici e culturali. Non sarà facile ma noi dobbiamo fare tutto il possibile per riuscirci.

Con tenacia e costanza, il Centro Sportivo Italiano è pronto ancora una volta a fare la sua parte ma, al contempo chiede al Parlamento che verrà e al futuro Governo, in armonia con i contesti europeo e mondiale, la massima attenzione al mondo dello sport.

Lo sport, infatti, può contribuire efficacemente alla vita buona dei ragazzi, dei giovani e degli adulti. Sport non è solo competizione: è palestra di vita e di solidarietà. In questo momento abbiamo più che mai bisogno di vivere realizzando questi valori e non possiamo farci scudo dell’alibi che ormai sono compiti troppo difficili. Il CSI ha dimostrato quanto bene può fare lo sport alla società civile, ai piccoli come ai giovani, agli adulti come agli anziani.

Eppure, purtroppo, lo sport, al di là di qualche breve parentesi di qualche “illuminato”, appare molto marginale nel dibattito elettorale. Si tratta di un’assenza di rilievo e molto grave perché lo sport di base, quello delle associazioni locali, nelle periferie, nelle parrocchie, inclusivo e aperto a tutte e a tutti, senza alcuna distinzione o eccezione, è una leva di coesione sociale che sarà determinante per la ripartenza del Paese.

Alla luce di tutto questo chiediamo ai candidati e ai partiti, che intendono governare l’Italia per servirla, di illustrare la propria posizione su una piattaforma di sette punti pensata per la salvaguardia dello sport per tutti. Una piattaforma che il Consiglio nazionale del Centro Sportivo Italiano offre a tutti coloro che hanno a cuore il futuro delle sportive e degli sportivi di tutta Italia.

Attendiamo parole chiare, pronti ad accoglierle e rilanciarle, ma anche pronti a richiamare severamente chi si volesse sottrarre a questo doveroso confronto.

]]>
<![CDATA[ Nelle Marche Vezzali premia il Ciclismo CSI ]]> https://www.csi-net.it/p/4884/nelle_marche_vezzali_premia_il_ciclismo_csi https://www.csi-net.it/p/4884/nelle_marche_vezzali_premia_il_ciclismo_csi

Nelle due prove contro il tempo, nel fermano, eletti 21 campioni nazionali. Nella prova su strada corsa a Porto Recanati, 12 le categorie premiate sul podio. Presente la Sottosegretaria allo sport, che incoraggiando le attività degli enti e dello sport per tutti, guarda a domani, quando in Senato si discuterà della riforma dello sport. ]]>

Nelle due prove contro il tempo, nel fermano, eletti 21 campioni nazionali. Nella prova su strada corsa a Porto Recanati, 12 le categorie premiate sul podio. Presente la Sottosegretaria allo sport, che incoraggiando le attività degli enti e dello sport per tutti, guarda a domani, quando in Senato si discuterà della riforma dello sport.

Porto Recanati, 19 settembre 2022 - In tono minore, con il lutto nel cuore in giorni difficilissimi per le Marche, hanno comunque tagliato il traguardo i duecento iscritti ai Campionati nazionali di ciclismo su strada e cronometro CSI, evento inserito all’interno della campagna #BeActive, in occasione della Settimana Europea dello Sport, in programma dal 23 al 30 settembre. Osservato il minuto di raccoglimento in memoria delle vittime del tremendo nubifragio che ha colpito l’anconetano, a Rubbianello di Monterubbiano (FM), la crono individuale è stata la prova d’apertura. Oltre sessanta i ciclisti che hanno coperto i 9,5 chilometri di gara, nella valle dell’Aso, da Rubbianello a Piane di Ortezzano. Nella corsa contro il tempo sono stati 11 i campioni premiati con la maglia tricolore, due donne e nove uomini. Tra loro ben sei marchigiani (cinque fermani e un maceratese), quattro laziali (due romani e due pontini) e un pugliese, di Foggia.
Sempre a Rubbianello di Monterubbiano, sono stati assegnati i titoli della cronometro a coppie, che ha visto primeggiare al traguardo cinque categorie in questa specialità.
I due portacolori della Free Bike Team Foggia, Notarangelo e Troiano, hanno fatto segnare il miglior tempo assoluto chiudendo la prova in 24′ 58″. Alle loro spalle la coppia Marocchi – Carlesso (Team Leonessa) che ha fatto registrare un ottimo 26′ 11″ e in terza posizione assoluta il duo Trevisan – Micheletti (Olimpica Dossobuono) che ha chiuso invece con 26′ 36″.
Traguardo vista mare, per i dodici neo campioni nazionali CSI della prova su strada che domenica mattina si è disputato sul circuito di 15 km in quel di Porto Recanati. Innanzi al mare Adriatico, le tre diverse partenze in programma nella terza ed ultima giornata tricolore del CSI, hanno sancito la vittoria di dodici ciclisti. Nei tre podi donne, vincono ancora le due campionesse fermane della New Mario Pupilli, insieme ad un’atleta abruzzese, mentre nelle nove categorie maschili sprintano due ruote bresciane, due pugliesi, un campione è tesserato del CSI Latina, ed immancabili i 4 bikers locali, due anconetani, ed uno a testa per i comitati di Macerata e Fermo saliti sul gradino più alto del podio. A premiarli, assieme al presidente del CSI Marche Giacomo Mattioli e del coordinatore nazionale attività sportiva del CSI Carmine Di Pinto, è stata la Sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio con delega allo sport, Valentina Vezzali che non ha voluto mancare a questo importante appuntamento sportivo nella sua regione.
«Lo sport in questi anni di pandemia ha saputo essere un modello da seguire – ha detto l’ex campionessa del fioretto - e lo è anche l’esempio di questi ciclisti sportivi del CSI, che preparano le gare giorno per giorno. Da marzo 2021 ho lavorato perché tutti i cittadini possano godere dell’attività sportiva e affinché lo sport sia di tutti e per tutti e non sia solo quello delle medaglie olimpiche. Martedì 20 settembre arriverà in Senato il decreto correttivo alla riforma del lavoro sportivo, per risolvere i problemi della riforma già segnalati anche dal CSI e per dare pari dignità ai lavoratori dello sport. In un anno e mezzo grazie alla collaborazione di tutti è stato possibile dare compimento a una riforma che altrimenti il 1 gennaio sarebbe stata vanificata».

]]>
<![CDATA[ Un minuto di silenzio per le vittime dell'alluvione nelle Marche ]]> https://www.csi-net.it/p/4883/un_minuto_di_silenzio_per_le_vittime_dellalluvione_nelle_marche https://www.csi-net.it/p/4883/un_minuto_di_silenzio_per_le_vittime_dellalluvione_nelle_marche

Su tutti i campi di gara ed in ogni manifestazione del Centro Sportivo Italiano verrà osservato da oggi a domenica un minuto di silenzio per onorare la memoria delle vittime dell'alluvione nelle Marche. ]]>

Su tutti i campi di gara ed in ogni manifestazione del Centro Sportivo Italiano verrà osservato da oggi a domenica un minuto di silenzio per onorare la memoria delle vittime dell'alluvione nelle Marche.

Il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha invitato le Federazioni Sportive Nazionali, le Discipline Sportive Associate e gli Enti di Promozione Sportiva a far osservare un minuto di silenzio in occasione di tutte le manifestazioni sportive che si svolgeranno in Italia nel fine settimana, per onorare la memoria delle vittime dell'alluvione nelle Marche.
Il Centro Sportivo Italiano aderendo all’iniziativa, sollecita tutte le strutture territoriali ad osservare il raccoglimento nel weekend su ogni campo di gioco.

]]>
<![CDATA[ 10° Campionato nazionale di Corsa su Strada ]]> https://www.csi-net.it/p/4882/10_campionato_nazionale_di_corsa_su_strada https://www.csi-net.it/p/4882/10_campionato_nazionale_di_corsa_su_strada

]]>

Il 16 ottobre 2022 a Bellano (LC), si terrà il 10° Campionato nazionale di corsa su strada del Centro Sportivo Italiano.

In allegato alla notizia sono disponibili il regolamento, il programma e le note organizzative.

]]>
<![CDATA[ Nella Marche due traguardi nazionali di Ciclismo ]]> https://www.csi-net.it/p/4881/nella_marche_due_traguardi_nazionali_di_ciclismo https://www.csi-net.it/p/4881/nella_marche_due_traguardi_nazionali_di_ciclismo

Tre le prove contro il tempo, tutte a Rubbianello di Monterubbiano nel fermano. L'individuale si corre venerdì. Sabato è il turno della cronometro a coppie e a squadre. Domenica per la prova su strada trasferimento nel maceratese, a Porto Recanati. Il circuito di 15 km da ripetere più volte sarà decisivo per i podi ]]>

Tre le prove contro il tempo, tutte a Rubbianello di Monterubbiano nel fermano. L'individuale si corre venerdì. Sabato è il turno della cronometro a coppie e a squadre. Domenica per la prova su strada trasferimento nel maceratese, a Porto Recanati. Il circuito di 15 km da ripetere più volte sarà decisivo per i podi

I campionati nazionali di Ciclismo su strada e Cronometro CSI approdano nelle Marche. Le prove tricolori si svolgeranno da venerdì 16 a domenica 18 settembre. I primi due giorni del week end tricolore saranno dedicati alle gare contro il tempo che si terranno a Rubbianello di Monterubbiano (Fermo), lungo la riva del fiume Aso. Quelle su strada a Porto Recanati (Macerata). Sono circa duecento gli iscritti - di 44 società ciclistiche, di 8 regioni, rappresentative di 16 comitati territoriali del CSI - pronti a scattare alla conquista di quelle maglie tricolori cerchiate di arancio e blu, che saranno consegnate a Porto Recanati in una serata conviviale con cena e spettacolo.

Venerdì 16 settembre verranno assegnate le prime maglie, quelle della specialità cronometro individuale. Alle ore 18:00 prenderà il via il primo ciclista che percorrerà i 9,5 chilometri di gara che dividono Rubbianello da Piane di Ortezzano. La premiazione della manifestazione si terrà a Rubbianello al termine della gara, Sabato 17 settembre doppio appuntamento. Si inizia alle ore 9:00 con la partenza della prima coppia (anche Lui e Lei), poi nel pomeriggio ore 16:00 partenza della prima squadra (max 3 corridori, con il tempo fermato all’arrivo al traguardo del secondo ciclista) partecipante. Anche in questo caso la premiazione della manifestazione – nelle coppie podi maschile, femminile e misto  - si terrà a Rubbianello al termine della gara.

Profumo di mare invece nella prova in linea della corsa su strada. Domenica 18 settembre la chiusura del campionato avverrà con l’assegnazione delle maglie tricolori CSI strada a Porto Recanati. Il suo Lungomare da Largo Porto Giulio sarà il luogo di partenza ed arrivo.

Tre le partenze previste, nella giornata di domenica: la prima (ore 8:00) con donne, Junior e over 60 (M7, M8 e M9) impegnati in 45 km, la seconda (ore 9:30) con al via gli M5 e M6 che taglieranno il traguardo dopo 60 km al quarto giro, e la terza (ore 11:00) con le altre categorie più performanti (Elite, M1, M2, M3, M4), attese al traguardo dopo 75km. Le gare su strada sono riservate ai soli tesserati CSI, le premiazioni si terranno al termine della manifestazione.

Anche il campionato nazionale di ciclismo del Csi indosserà idealmente la maglia #BeActive, tirando la volata alla Settimana Europea dello Sport, in programma dal 23 al 30 settembre, promossa da Sport e Salute, in favore di stili di vita sani e attivi per il benessere fisico e mentale dei cittadini della Comunità europea.

 

]]>
<![CDATA[ Colli Berici regina dell'Atletica Csi ]]> https://www.csi-net.it/p/4880/colli_berici_regina_dellatletica_csi https://www.csi-net.it/p/4880/colli_berici_regina_dellatletica_csi

Quasi duecento titoli assegnati nelle varie specialità della disciplina regina degli sport. La società vicentina vince la speciale classifica generale per società, davanti alla cugina Dueville e agli atleti di casa della Castelnovo Monti. Tra i primati battuti storico quello delle ragazze beriche nella 4x100 giovanile femminile. Al fotofinish lo sprint virtuale tra le regioni leader in questo sport: Veneto avanti di una medaglia sulla Lombardia. ]]>

Quasi duecento titoli assegnati nelle varie specialità della disciplina regina degli sport. La società vicentina vince la speciale classifica generale per società, davanti alla cugina Dueville e agli atleti di casa della Castelnovo Monti. Tra i primati battuti storico quello delle ragazze beriche nella 4x100 giovanile femminile. Al fotofinish lo sprint virtuale tra le regioni leader in questo sport: Veneto avanti di una medaglia sulla Lombardia.

Dopo trenta appassionanti ore di gare, domenica 11 settembre si è concluso a Castelnovo Ne’ Monti il 24° campionato nazionale CSI di atletica leggera. Oltre 1400 i partecipanti che si sono superati nelle 193 gare disputate, a partire da venerdì mattina. La Santa Messa domenicale, nel cuore dell’impianto sportivo appenninico, ha preceduto il momento più atteso, ovvero la proclamazione della migliore società sportiva dell’Atletica CSI. A salire su questo podio di squadra è stata ancora una volta l’Atletica Colli Berici, che bissa il successo di un anno fa nel ranking generale ottenuto a Grosseto. Merito dei 56 medagliati berici, tanti sono gli atleti in maglia gialla saliti sul podio. Al collo del sodalizio vicentino ben 22 ori, 15 argenti e 19 bronzi e anche la soddisfazione di aver dominato nelle staffette 4x100. Sotto la luna piena di sabato sera addirittura un record datato di undici anni per le 4 frecce giallorosse della giovanile femminile. Le ragazze della Colli Berici (Vittoria Pilotto, Kalidjatou Bance, Giada Vallortigara, e Mary Dim) piombano sul traguardo in 51’77 nuovo primato dei campionati nazionali. Anche la 4x 100 assoluta maschile finisce nella bacheca dei Colli Berici, con uno stratosferico 43’37. Nella classifica generale, che cumula i migliori risultati degli atleti in squadra, anche l’argento sorride al comitato di Vicenza, grazie alle prestazioni degli atleti della Polisportiva Dueville, che può festeggiare in ogni caso il primato nella graduatoria assoluta per società e quella a squadre maschile. Bronzo generale al fotofinish, per soli 8 punti alla società di casa, l’ospitante Atletica Castelnovo Monti che scalza dal podio la Stracarrara, ottima squadra toscana, piazzatasi al secondo posto nella specifica classifica relativa alle categorie giovanili. A premiare con la maglia tricolore e la medaglia d’oro i neocampioni nazionali CSI c’erano il capo di gabinetto della Giunta Regionale Emilia Romagna, Giammaria Manghi, il vicepresidente nazionale del CSI Andrea De David, e il Presidente Regionale del CSI, Raffaele Candini.
Il campionato nazionale di Castelnovo ne’ Monti ha fatto registrare dodici nuovi record per nella finali del Csi. Tutto sommato, a livello di comitati, dei 31 presenti nell’appennino reggiano, 30 hanno vinto almeno una medaglia, dopo la netta supremazia di Vicenza (143 atleti sul podio), troviamo dietro Trento con 20 ori, 10 argenti e 16 bronzi, Reggio Emilia (55 medaglie) e Lecco (15). Testa a testa nel medagliere per regione, dove il Veneto supera la Lombardia allo sprint, con una sola medaglia (173 a 172) di differenza tra le due contendenti. Toscana terza, Trentino, Emilia Romagna quarta e quinta. Quindi nell’ordine Liguria, Sardegna, Piemonte, Friuli e Molise. Il Campionato nazionale di atletica Csi, a sostegno della campagna #BeActive passa idealmente il testimone alla Settimana Europea dello Sport, incentivando uno stile di vita sano e attivo, con una corretta alimentazione.
 

]]>
<![CDATA[ Atletica 22: Prime medaglie e record ]]> https://www.csi-net.it/p/4879/atletica_22_prime_medaglie_e_record https://www.csi-net.it/p/4879/atletica_22_prime_medaglie_e_record

Bella cerimonia inaugurale alla presenza di due numeri uno: il presidente nazionale ciessino, Bosio ed il Sindaco del capoluogo dell'appennino reggiano, Bini. Sono 193 in totale i podi messi in palio nelle varie specialità nell'impianto ai piedi della Pietra di Bismantova. ]]>

Bella cerimonia inaugurale alla presenza di due numeri uno: il presidente nazionale ciessino, Bosio ed il Sindaco del capoluogo dell'appennino reggiano, Bini. Sono 193 in totale i podi messi in palio nelle varie specialità nell'impianto ai piedi della Pietra di Bismantova.

Dopo l’accensione del tripode questa mattina si è aperto subito con una prestazione da record il 24° Campionato nazionale del CSI di Atletica Leggera su pista, in corso di svolgimento presso lo Stadio di Castelnovo ne’ Monti, nell’appennino reggiano, ai piedi della celebre Pietra di Bismantova. Il record nella prima delle 200 gare in programma, arriva nei 2000 m cadette, lo realizza un’atleta di casa, la reggiana Sofia Ferrari, della Pol. Arena, crono fermato sui 6,44, migliorando di undici secondi in meno il precedente primato.
Subito dopo la bella e piena cerimonia di apertura, con ampi sorrisi e molta soddisfazione sulla finish line arrivano le prime medaglie del meeting, scaldate da un bel sole di montagna dal lungo esordienti con la piccola Emma Venturi (Polisportiva Arena), che salta ai 4,27 e con la toscana Stella Pastine (Officina del Borgo) miglior tempo mattutino nei 1000 Ragazze.
A premiare i primi campioni nazionali CSI con l’oro e la canotta tricolore arancioblu, due numeri uno - quali il presidente nazionale del Centro Sportivo Italiano, Vittorio Bosio, ed il sindaco di Castelnovo ne’ Monti, Enrico Bini – con loro anche la consigliera comunale e provinciale, Erica Spadaccini.


I complimenti e gli abbracci fra compagni di squadra e tra avversari di giornata, il peso, il giavellotto, le rincorse nella pedana dell’alto ed i blocchi dei 100 metri con le prime serie di finale, hanno quindi arricchito ed insaporito la prima giornata di gare. Tutti applauditissimi dalle tribune gli sprint sul rettilineo d’onore nella gara regina degli sport, ma più di tutti quello percorso in 34 secondi! da Maria Luisa Spinetta, la nonnina di casa, dell’Atletica Castelnovo ne’ Monti, capelli argentei e passi rapidi ad accompagnare i suoi 85 anni, chissà quanti trascorsi sul tartan di questo stadio appenninico. Un grandissimo esempio di costanza ed impegno nello sport per i tantissimi giovani presenti in Emilia Romagna.

Con ben 139 tecnici accompagnatori accreditati in campo, sono 1413 gli atleti arrivati a queste finali nazionali - realizzate con il sostegno di Apt servizi Emilia-Romagna nell'ambito del progetto Sport Regione.
Domani ancora 108 specialità previste nelle pedane e nelle corsie tricolori: tra salti (lungo, alto), lanci (vortex, peso, disco, giavellotto) e corse (sprint, mezzofondo, fondo). In programma anche gli ostacoli per le categorie giovanili (cadetti e ragazzi) e le staffette, in notturna di sabato le due 4x100, giovanile e assoluta. Domenica mattina la staffetta svedese giovanile e la 4x400 assoluta, passeranno idealmente il testimone domenica 11 settembre alla Santa Messa celebrata dall’assistente ecclesiastico nazionale del CSI, don Alessio Albertini, sportivamente come tradizione ciessina all’interno dell’impianto di gara.

Le categorie più popolate in queste finali reggiane sono ovviamente quelle giovanili: ben 339 al via nei ragazzi/e (186 maschi, 153 femmine) e ancora 287 i cadetti/e (159 ragazzi e 128 ragazze). Da regolamento verranno stilate le classifiche generali di società sia per le categorie giovanili (esordienti, ragazzi e cadetti) sia per le categorie assolute (Allievi - Juniores – Seniores - Amatori – Veterani), utilizzando i migliori risultati per società conseguiti tra tutte le gare delle varie specialità.
Tutte le gare del 24° Campionato Nazionale CSI di atletica leggera sono trasmesse in diretta streaming sul canale YouTube del Centro Sportivo Italiano (https://www.youtube.com/centrosportivoitaliano).
 

]]>
<![CDATA[ Atletica Leggera su pista: speciale da Castelnovo ne' Monti ]]> https://www.csi-net.it/p/4878/atletica_leggera_su_pista_speciale_da_castelnovo_ne_monti https://www.csi-net.it/p/4878/atletica_leggera_su_pista_speciale_da_castelnovo_ne_monti

]]>

Dall’8 al 11 settembre 2022 Castelnovo ne' Monti, ospiterà il 24° Campionato Nazionale di Atletica su pista del Centro Sportivo Italiano.

In questa sezione del sito è possibile seguire tutti gli aggiornamenti sui principali momenti della finale arancioblu.

 

Risultati, classifiche e medagliere: http://www.fidalservizi.it/risultati/2022/Csi_2022/Index.htm

 

Fotogallery: https://bit.ly/3B8wMXq

]]>
<![CDATA[ Campionati Nazionali 2023 ]]> https://www.csi-net.it/p/4877/campionati_nazionali_2023 https://www.csi-net.it/p/4877/campionati_nazionali_2023

Ufficializzato il logo che caratterizza la nuova stagione sportiva del Centro Sportivo Italiano ]]>

Ufficializzato il logo che caratterizza la nuova stagione sportiva del Centro Sportivo Italiano

E' stato ufficializzato il logo dei Campionati Nazionali CSI 2023 che caratterizza il percorso di attività sportiva sul territorio: dalle fasi territoriali, fino a quelle regionali e nazionali. "Together. Lo sport di domani" è lo slogan scelto nel nuovo logo.
Il messaggio del CSI coinvolge direttamente tutti i protagonisti del mondo sportivo (atleti, tecnici, dirigenti), chiamati a costruire tutti insieme, attraverso le società sportive, la ripartenza dello sport di base in un contesto complicato come quello che stiamo vivendo.

]]>
<![CDATA[ L'atletica leggera attende i campioni nazionali del CSI ]]> https://www.csi-net.it/p/4876/latletica_leggera_attende_i_campioni_nazionali_del_csi https://www.csi-net.it/p/4876/latletica_leggera_attende_i_campioni_nazionali_del_csi

A Castelnovo ne' Monti dall'8 all'11 settembre oltre 200 titoli in palio sul tartan dello Stadio ai piedi della Pietra di Bismantova. L'incoraggiamento del presidente Bosio ai quasi 1400 finalisti iscritti, di cui il 60% under 14. ]]>

A Castelnovo ne' Monti dall'8 all'11 settembre oltre 200 titoli in palio sul tartan dello Stadio ai piedi della Pietra di Bismantova. L'incoraggiamento del presidente Bosio ai quasi 1400 finalisti iscritti, di cui il 60% under 14.

A pochi giorni dalle medaglie ottenute dall’atletica azzurra agli Europei di Monaco, il tartan italiano torna protagonista con uno dei più importanti meeting giovanili tricolori: il campionato nazionale di atletica leggera su pista del CSI, in programma dall’8 all’11 settembre presso lo Stadio di Castelnovo ne Monti, nell’appennino reggiano, ai piedi della celebre Pietra di Bismantova. Le finali nazionali - realizzate con il sostegno di Apt servizi Emilia-Romagna nell'ambito del progetto Sport Regione - vedranno gareggiare ben 1413 atleti, quasi equiripartiti per genere, con ben 139 tecnici accompagnatori accreditati. Più di tremila atleti nei tre giorni di gare emiliane, con una percentuale di under 14 pari al 60% del totale. Sfileranno in pista 10 regioni, rappresentate dalle oltre cento (104) società sportive, appartenenti a 33 diverse province italiane. Oltre 300 frecce nell’arco della Lombardia e del Veneto, regione molto ben rappresentata dalle tute vicentine (il comitato berico avrà in campo 11 società sportive con 252 suoi atleti). Duecento gli atleti emiliani in gara. Più di cento qualificati anche per il Trentino Alto Adige e per la Toscana. La regione ospitante punta invece su 185 reggiani. Oltre ai locali dell’Atletica Castelnovo Monti, molte speranze nutrono anche Atletica Reggio, Folgore, Pol. L’ Arena, Sampolese e Massenzatico. Da Bologna, Forlì e Piacenza gli altri corregionali in corsa per i titoli.
Saranno più di 200 le gare che assegneranno la maglia tricolore, bordata di arancioblu, i colori del CSI, suddivisi nelle categorie e nelle differenti specialità previste nel programma, tra salti (lungo, alto), lanci (vortex, peso, disco, giavellotto) e corse (sprint, mezzofondo, fondo). In programma anche gli ostacoli per le categorie giovanili (cadetti e ragazzi) e le staffette, in notturna di sabato le due 4x100, giovanile e assoluta, al mattino, di domenica, la svedese giovanile e la 4x400 assoluta, che passerà idealmente il testimone domenica 11 settembre alla Santa Messa celebrata dall’assistente ecclesiastico nazionale del CSI, don Alessio Albertini, sportivamente come tradizione ciessina all’interno dell’impianto di gara.

Quale migliore appuntamento per il CSI per sostenere la campagna #BeActive in vista della Settimana Europea dello Sport, incentivante uno stile di vita sano e attivo, con una corretta alimentazione, se non proprio il campionato nazionale di atletica leggera del CSI, come sempre caratterizzato da una larga predominanza giovanile. In realtà a correre nelle 6 corsie dell’impianto appenninico, lanciare e saltare in pedana parenti, familiari, vedremo atleti di ogni età. Sono 85 le primavere, molte delle quali trascorse con le stringhe ben strette dei due più esperti atleti finalisti: gioca in casa infatti Marialuisa Spinetta della A.S.D. Atletica Castelnuovo Ne' Monti, mentre il coetaneo Daniele Lotti del Gruppo Sportivo “I Passi” arriva da Pisa. Dai due classe ’37 una simbolica carezza carica di passione per l'atletica ai due più piccolini del circuito 2022: Matilde Chiesi dell’Atletica Castelnuovo Ne Monti e Francesco Gromio della Polisportiva Dueville Vicenza, che compiranno 10 anni, tra Natale e Capodanno prossimi.

Immancabile il saluto e la vicinanza del presidente nazionale del Centro Sportivo Italiano, Vittorio Bosio, più che mai felice per tanta partecipazione. «Un anno fa fu l’atletica a dare lo sprint alle molte attività promosse nella nostra associazione. Quest’anno non avremo più nemmeno le mascherine. Abbiamo tanta speranza nel futuro e sono certo che come spesso in passato, in questi nostri incontri, tra i nostri finalisti vi siano delle promesse dello sport italiano. In ogni caso, mi piace ribadirlo, se le medaglie sono importanti, lo è molto più vivere una simile esperienza di vita, con i propri amici e con la propria squadra. E’ sempre bello vedere quanto incoraggiamento vi sia in queste gare da bordo pista, anche ai molti atleti con forme di disabilità che accogliamo ed integriamo nel corso delle giornate delle finali nazionali».

Anche il presidente Fidal, Stefano Mei non vuol far mancare il suo incoraggiamento ai tanti atleti del CSI. Il numero uno federale, dopo i bei successi azzurri negli Europei tedeschi, lunedì 5 settembre interverrà infatti nel corso della trasmissione radiofonica CSI “Sport Salute Educazione” in diretta su Radio Maria a partire dalle ore 12,30 (https://radiomaria.it/puntata/sport-salute-ed-educazione-05-09-2022/)

Da regolamento verranno stilate le classifiche generali di società sia per le categorie giovanili (esordienti, ragazzi e cadetti) sia per le categorie assolute (Allievi - Juniores – Seniores - Amatori – Veterani), utilizzando i migliori risultati per società conseguiti tra tutte le gare delle varie specialità.
Tutte le gare del 24° Campionato Nazionale CSI di atletica leggera saranno trasmesse in diretta streaming sul canale YouTube del Centro Sportivo Italiano (https://www.youtube.com/centrosportivoitaliano).

L’evento sarà presentato alla stampa martedì 6 Settembre alle ore 11.00 presso la sede del CSI Reggio Emilia in via Agosti 4. Alla conferenza stampa sarà presente il capo di gabinetto della Giunta Regionale Emilia Romagna, Giammaria Manghi, il presidente della Provincia Giorgio Zanni, il Presidente della Fondazione per lo Sport Mauro Rozzi e il Presidente Regionale del CSI, Raffaele Candini.

]]>
<![CDATA[ IL CSI AL MEETING DI RIMINI ]]> https://www.csi-net.it/p/4875/il_csi_al_meeting_di_rimini https://www.csi-net.it/p/4875/il_csi_al_meeting_di_rimini

Dal 20 AL 25 agosto il Padiglione “Villaggio dello Sport Regione Lombardia” con più di 10mila metri quadrati dedicati agli sport, con tanti incontri gestiti dai volontari arancioblu ]]>

Dal 20 AL 25 agosto il Padiglione “Villaggio dello Sport Regione Lombardia” con più di 10mila metri quadrati dedicati agli sport, con tanti incontri gestiti dai volontari arancioblu

«Una passione per l’Uomo» il titolo del Meeting di Rimini 2022 sposa molto bene l’attività sportiva proposta dal CSI. Dopo due anni di pandemia quest’anno torna infatti importantisssima l’attività sportiva dal 20 al 25 agosto nella grande fiera riminese. Il Padiglione “Villaggio dello Sport Regione Lombardia” avrà più di 10mila metri quadrati dedicati agli sport, che arricchirà le giornate del meeting, non come elemento secondario o coregorafico. Lo sport ha infatti a che fare proprio con quella passione per l’uomo, con l’educazione, con la libertà, che ciascuno di noi, specie nel CSI, rincorre in una dinamica di lavoro di squadra e di amicizia per generare un desiderio di pienezza e di felicità, in particolare tra i giovani che hanno sofferto la pandemia. Sono tanti i campioni che si affacciano al padiglione nel villaggio sportivo gestito dal CSI con Starbiz. Il primo è stato lo spadista acese, Marco Fichera, argento a Rio 2016, che ha parlato del valore aggregante dello sport. “Eventi come questo, dove tanti ragazzi giocano assieme, credo siano il fiore all’occhiello di una comunità. Perciò dobbiamo far crescere ed investire sempre più nello sport, perché una società più sportiva equivale ad una società inclusiva, libera da pregiudizi, aperta a tutti e che può far sì che, vicini ed insieme si possa vivere con il sorriso, raggiungendo possibilmente i propri obiettivi”. Quindi è stato Francesco Gazzè, presidente della Federazione Italiana Citytennis a spiegare ai presenti le qualità di questa disciplina propedeutica al tennis, semplice e allenante, che si gioca su campi di dimensioni ridotte, rete alta 130 cm, con racchette più piccole e una pallina morbida. Uno sport molto aggregante, divulgato nello spazio del Meeting grazie al Csi.
C’è oltre al sito dettagliato meetingrimini.org una app dedicata che consente di prenotare i campi da gioco. Due sono i play ground di basket 3vs3, due campi di pallavolo e calcio a 5. Un’area dedicata a scherma, scacchi, dama, calciobalilla, tennistavolo. In maglia CSI saranno ben 27 volontari provenienti da 10 regioni e da 16 comitati associativi ad alternarsi dal mattino alla sera a bordo campo e nella gestione dei tornei. Tra le attività sportive in programma al Meeting ogni giorno il camp di calcio giovanile a cura di U.S. Sassuolo Calcio e U.C. Sampdoria, il camp della scherma in collaborazione con la Federazione Italiana Scherma, il 22 ed il 23 agosto il camp della pallamano, in collaborazione con la Federazione Italiana Pallamano, e quello del basket insieme alla Federazione Italiana Pallacanestro. Esibizioni di Baseball e Ginnastica Acrobatica, attività promozionale di dodgeball, ed ancora tornei di biliardino e tennistavolo oltre al classico Memorial Fabbri e Tadei di calcio a 5 e al 3vs3 sotto canestro riservato ad Under 14 e Under 16.
“Per noi lo sport è fondamentale – ha affermato ad inizio Meeting il presidente Bernhard Scholz - e sono felicissimo che dopo due anni di pandemia possiamo riproporre il padiglione dello sport a Rimini. Per i giovani fare esperienza attraverso lo sport è fondamentale sotto vari aspetti: per godersi al meglio la vita, per cominciare a relazionarsi in modo adeguato con gli altri, per riscoprire il proprio talento. Lo sport è una palestra di vita, ed una delle leve educative più importanti, forse trascurata. Sono grato al CSI e a tutti coloro che aiutano il Meeting ad esprimere queste opportunità.”
 

]]>
<![CDATA[ Oltre 400 bikers al campionato di cicloturismo a Cesena ]]> https://www.csi-net.it/p/4874/oltre_400_bikers_al_campionato_di_cicloturismo_a_cesena https://www.csi-net.it/p/4874/oltre_400_bikers_al_campionato_di_cicloturismo_a_cesena

Gara per cicloamatori senza classifiche. Ricchi i ristori. Tra le società, per numero di partecipanti prima la Cesena Bike, davanti al Viserba Bike Team ed al Cc Racing di Cesena. ]]>

Gara per cicloamatori senza classifiche. Ricchi i ristori. Tra le società, per numero di partecipanti prima la Cesena Bike, davanti al Viserba Bike Team ed al Cc Racing di Cesena.

Domenica 31 luglio si è disputata la 7^ Gran Fondo non competitiva ”Città di Cesena”, promossa dal Csi cesenate, regionale e nazionale. La manifestazione, valida come prova unica del campionato nazionale Csi di cicloturismo, è stata anche la settima tappa del “Pedalando con gusto Tour 2022”, inserito nel calendario degli eventi promossi dalla commissione ciclistica del Csi regionale.

Chi pensava che le randonnée non competitive o le cicloturistiche si prendessero un periodo di pausa nel cuore dell'estate si è ricreduto, perché l'evento cesenate si è confermato come una vera e propria festa dello sport, accompagnata da un servizio di ristoro lungo i vari tragitti e al traguardo ed all'arrivo, in collaborazione con la Cooperativa sociale Cils e la Polisportiva Anffas, entrambe di Cesena, nonché da un servizio di custodia delle biciclette, di massaggi defaticanti e docce.

Cinque sono stati i percorsi proposti, partiti tutti dalla Parrocchia di Case Finali di Cesena (colazione alla partenza, e piadina party all'arrivo) e ben segnalati nelle strade che si snodavano attraverso le colline cesenati, incominciando dalla Gran Fondo, solo per cicloamatori, di 125 Km. complessivi ed un dislivello di 2.400 mt., per proseguire con il secondo percorso, lungo 100 Km. ed un dislivello di 1.800 mt., che si rivolgeva solo ai cicloamatori, mentre il terzo, sempre per cicloamatori, presentava una lunghezza di 85 Km. ed un dislivello di 1.500 mt. ed il quarto, che interessava unicamente i cicloamatori, era lungo 75 Km. con un dislivello di 1.200 mt. ed un unico ristoro. L'ultimo percorso, denominato “Giro del buongustaio”, riservato ai possessori della tessera di cicloturista, aveva una distanza più ridotta, 45 Km..

Sono stati 420 i partecipanti, provenienti da varie zone della Emilia-Romagna, tra cui Lugo, Ferrara, Ravenna, e dalle regioni vicine, come Marche e Veneto.

Per quanto concerne il campionato nazionale Csi di cicloturismo, classifica esclusiva per società, al primo posto si è piazzata il Cesena Bike, che ha preceduto nell'ordine il Viserba Bike Team ed il C:C. Racing di Cesena.

]]>
<![CDATA[ Brindisi e Taranto di gran voga ]]> https://www.csi-net.it/p/4873/brindisi_e_taranto_di_gran_voga https://www.csi-net.it/p/4873/brindisi_e_taranto_di_gran_voga

A Giovinazzo vincono il 16° Trofeo dell'Adriatico e dello Ionio due equipaggi della regione ospitante. Il 7 agosto una grande festa di sport ed amicizia ]]>

A Giovinazzo vincono il 16° Trofeo dell'Adriatico e dello Ionio due equipaggi della regione ospitante. Il 7 agosto una grande festa di sport ed amicizia

L’appuntamento più in voga dell’agosto 2022 del Csi non poteva non essere altro se non la Regata dei Gonfaloni, andata in scena domenica 7 agosto, in Cala Porto, a Giovinazzo, alla sua 19ª edizione. Uomini e donne in barca, a contendersi il titolo del Centro Sportivo Italiano e lo scudetto di campioni e campionesse d'Italia della voga a dieci remi, disciplina tanto faticosa quanto affascinante. Al termine delle regate, dopo le batterie e le finali è stato assegnato anche il 16° Trofeo dell'Adriatico e dello Ionio. Le acque pugliesi hanno rinfrescato una spettacolare giornata di sport ed amicizia che ha visto protagoniste le marinerie pugliesi di Molfetta, Taranto e Brindisi, quelle abruzzesi di Vasto ed Ortona, i laziali di Gaeta e i croati, ormai ospiti da tanti anni, sempre in maglia a scacchi biancorossa, del Klub Neptun Dubrovnik. Un totale di 11 squadre e 225 atleti che si sono dati battaglia alla presenza di un folto pubblico presente sul molo. Per la cronaca hanno vinto nel maschile i Remuri di Brindisi, mentre tra le donne hanno prevalso le ioniche del palio di Taranto. Tifo e passione hanno accompagnato le premiazioni, effettuate dalla vicepresidente nazionale del Csi, Marco Calogiuri e Serafina Grandolfo, presidente del Csi Bari, comitato che ha fornito i giudici di gara per l’appuntamento remiero a Giovinazzo. Prima delle regate, celebrata in piazza Porto una Santa Messa in suffragio dell'indimenticato vogatore Massimo Cervone, a cui è stata intitolata l’associazione di vogatori, motrice nell’organizzazione adriatica.

]]>
<![CDATA[ "Ennesima disparità con Federazioni sportive, Vezzali ci spieghi" ]]> https://www.csi-net.it/p/4872/ennesima_disparita_con_federazioni_sportive_vezzali_ci_spieghi https://www.csi-net.it/p/4872/ennesima_disparita_con_federazioni_sportive_vezzali_ci_spieghi

Comunicato degli Enti di Promozione Sportiva al Governo: il contributo per Asd e società sportive per gestione impianti, discrimina quelle affiliate EPS ]]>

Comunicato degli Enti di Promozione Sportiva al Governo: il contributo per Asd e società sportive per gestione impianti, discrimina quelle affiliate EPS

Roma, 2 agosto 2022 - Passano i mesi, cambiano le legislature, ma gli Enti di Promozione Sportiva sono costretti, ancora una volta, a denunciare l’ennesima disparità di trattamento riservata dal Governo alle nostre affiliate ASD e SSD. Il Dipartimento per lo Sport ieri ha pubblicato le modalità e i termini, definiti con il DPCM del 30 giugno 2022, per la presentazione delle istanze per il contributo a fondo perduto in favore delle Associazioni e Società Sportive che abbiano per oggetto sociale la gestione di impianti sportivi, per l’importo complessivo di euro 53.000.000,00.

Un aiuto concreto e apprezzato se non fosse per l’ormai abituale differenza di trattamento riservata agli Eps rispetto alle Federazioni, che peraltro accedono anche ai contributi per la promozione sportiva pur, molte di loro, rifiutando le convenzioni con gli EPS. Come leggiamo dall’articolo 3, lettera b del DPCM in questione, tra i presupposti oggettivi per aver accesso al contributo è necessario “avere un numero di tesserati, presso gli enti di cui all’articolo 2, comma 1, alla data di pubblicazione del presente decreto, pari ad almeno 200 unità se tesserati con EPS o 30 unità se tesserati con FSN”.

Una disparità di trattamento evidente della quale chiediamo spiegazione alla Sottosegretaria Valentina Vezzali e che ci rammarica perché è solo l’ultima di una già lunga lista di ingiustizie da noi subite. A marzo 2021 venivamo colpiti attraverso il divieto di poter organizzare le proprie attività nelle zone rosse d’Italia, mentre le FSN potevano, poi un anno dopo è stata la volta dell’esclusione degli enti di promozione sportiva dal PNRR per le infrastrutture e ora questo. Non da ultimo, la considerazione che le associazioni e società sportive dovrebbero, in pieno agosto, reperire asseverazioni e dichiarazioni da professionisti qualificati e attivare le procedure con gli Organismi Sportivi.

E’ il momento di dire basta, esigiamo rispetto e pari trattamento in quanto dall’inizio della pandemia siamo stati il collante tra le società sportive e le istituzioni. Siamo stati e siamo tutt’oggi il “primo soccorso” al quale si rivolgono le società e gli operatori sportivi in generale. E come Vezzali, anche gli Enti di Promozione Sportiva e le ASD e SSD a loro affiliate, sono da sempre animati da spirito di servizio, dedizione e amore per la pratica sportiva. Quella che ad oggi, con decisioni prese a nostro discapito in maniera impari e discriminatoria rispetto ad altri organismi sportivi nazionali, ci stanno mortificando. La Sottosegretaria metta la parola fine a tutto questo.

 

Antonino Viti – ACSI
Francesco Proietti – CSEN
Bruno Molea – AICS
Vittorio Bosio – CSI
Luca Stevanato – ASC
Andrea Pantano - CSN Libertas
Claudio Barbaro – ASI
Paolo Serapiglia – ENDAS
Luigi Fortuna – CSAIN
Gian Francesco Lupattelli – MSP
Yuri Morico – OPES
Ciro Bisogno – PGS
Tiziano Pesce – UISP
Damiano Lembo – US Acli

]]>
<![CDATA[ Contributi a fondo perduto per gestori di impianti sportivi ]]> https://www.csi-net.it/p/4871/contributi_a_fondo_perduto_per_gestori_di_impianti_sportivi https://www.csi-net.it/p/4871/contributi_a_fondo_perduto_per_gestori_di_impianti_sportivi

Le ASD/SSD affiliate al CSI che gestiscono in via esclusiva una struttura coperta (palestra), cioè ne sono proprietarie, locatarie, concessionarie ecc.; possono richiedere l’assegnazione di un contributo economico dai 15.000 ai 30.000 euro e l’erogazione del contributo è commisurata alla superficie lorda dei locali al chiuso dell’impianto. Fino al 31 agosto è possibile presentare le domande sulla piattaforma online messa a disposizione dal Centro Sportivo Italiano. ]]>

Le ASD/SSD affiliate al CSI che gestiscono in via esclusiva una struttura coperta (palestra), cioè ne sono proprietarie, locatarie, concessionarie ecc.; possono richiedere l’assegnazione di un contributo economico dai 15.000 ai 30.000 euro e l’erogazione del contributo è commisurata alla superficie lorda dei locali al chiuso dell’impianto. Fino al 31 agosto è possibile presentare le domande sulla piattaforma online messa a disposizione dal Centro Sportivo Italiano.

Il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblicato sul sito il 1 agosto il DPCM 30/06/2022 riguardante la concessione di contributi statali a fondo perduto (53 milioni di euro) per la gestione in via esclusiva di impianti sportivi al chiuso (palestre ad uso sportivo per ginnastica, danza, fitness, pesistica o altre discipline, anche di squadra, riconosciute dal CONI e dal CIP).
La richiesta deve essere presentata dalle ASD/SSD interessate, attraverso l’Organismo Sportivo a cui è affiliata (Federazioni, Enti di Promozione Sportiva o Discipline Sportive Associate).
Le ASD/SSD affiliate al Centro Sportivo Italiano che hanno in gestione palestre sportive (sono escluse quelle che affittano "a ore" palestre pubbliche o private ma non le gestiscono direttamente), potranno richiedere l’assegnazione di un contributo economico che andrà dai 15.000 ai 30.000 euro, a seconda delle dimensioni della struttura gestita. Il contributo può essere richiesto da ASD/SSD che già alla data del 2 marzo 2022 risultavano iscritte nel Registro Nazionale del CONI e che, essendo ancora esistenti ed affiliate al CSI ad oggi, abbiano per oggetto sociale anche la gestione di impianti sportivi.

I requisiti per accedere al contributo sono:
a) gestione, in virtù di un titolo di proprietà, di un contratto di affitto, di una concessione amministrativa, di comodato d'uso gratuito o di altro negozio giuridico, regolarmente registrato presso l'Agenzia delle Entrate, che ne legittimi il possesso o la detenzione in via esclusiva, di una o più palestre al chiuso ad uso sportivo per ginnastica, danza, fitness, pesistica o altre discipline, anche di squadra, riconosciute dal CONI e dal CIP; si specifica che per “palestra” si intende un locale, attrezzato per praticare sport al chiuso. Sono esclusi gli impianti natatori. Sono pertanto esclusi gli impianti sportivi all'aperto;
b) aver erogato indennità e/o compensi per prestazioni sportive dilettantistiche ad almeno 4 tecnici, che non siano tra loro coniugi ovvero parenti ed affini sino al terzo grado, per un ammontare complessivo minimo di 10.000 euro, nel periodo che va dal 1 gennaio 2022 al 30 giugno 2022; sono pertanto escluse le collaborazioni amministrativo-gestionali (segreteria ecc.); i tecnici (allenatori, istruttori, maestri ecc.) devono risultare tesserati come tali, secondo le qualifiche riconosciute dal CSI; ; si specifica che la somma dei 10.000 euro è cumulativa tra tutti i tecnici e che i compensi possono essere erogati sotto qualsiasi forma (compensi sportivi, partita iva, lavoro dipendente, collaborazioni occasionali ecc.);
c) presentazione di una dichiarazione asseverata da tecnico abilitato (un ingegnere, un architetto o un geometra) con la quale si attesti che le misure e gli altri requisiti dell’impianto sportivo oggetto della richiesta di contributo siano conformi a quanto dichiarato; il tecnico dovrà asseverare, oltre alla metratura della superficie utile lorda (SUL) complessiva, anche il “tipo” di struttura (se in muratura, in cemento armato prefabbricato o in altro materiale concepito e realizzato seguendo le logiche delle costruzioni civili); si specifica inoltre che per “superficie utile lorda” (SUL) complessiva si intende la metratura delle superfici comprese entro il perimetro esterno delle murature, di tutti i livelli fuori ed entro terra degli edifici (la superficie utile lorda, ai fini della commisurazione del contributo, è quella destinata ad utilizzo sportivo comprensive le strette pertinenze, inclusi cioè i bagni e gli spogliatoi, ma esclusi i luoghi di ristoro o commerciali);
d) presentazione dei documenti attestanti il possesso e la validità del titolo, agglomerati nello stesso PDF della perizia asseverata;
e) presentazione di una dichiarazione di un dottore Commercialista (sono ammessi anche i ragionieri commercialisti, i revisori legali e i consulenti del lavoro) che attesti il numero di tecnici sportivi dilettanti che abbiano ricevuto compensi dalla ASD/SSD e l’ammontare degli stessi ai sensi della lettera b) di cui sopra, contenente la dichiarazione di mancanza di vincolo di parentela/affinità/coniugio tra di loro (è possibile che il dottore Commercialista richieda a ciascun tecnico una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà di mancanza del vincolo con gli altri tecnici, che va allegata alla documentazione), agglomerata nello stesso PDF della perizia asseverata e degli altri documenti;
f) avere un numero di tesserati al 1 agosto 2022, presso il CSI, pari ad almeno 200 unità, riscontrabile dalla piattaforma di Tesseramento Online del CSI (verrà effettuato centralmente un controllo, in caso di non raggiungimento del numero minimo di legge, la richiesta verrà respinta senza ulteriori comunicazioni);
g) nel caso che una ASD/SSD sia titolare di più di una palestra, anche di discipline differenti, per il conteggio dei mq sarà possibile effettuare la sommatoria delle metrature di ogni singola palestra fino al raggiungimento del contributo massimo erogabile per le palestre con superficie utile lorda superiore a 2.000 metri quadrati.

Va ricordato che il riconoscimento legale della qualifica di "Tecnico sportivo" si ottiene con il conseguimento di un Diploma di Laurea in Scienze Motorie o di un Diploma I.S.E.F oppure di un percorso formativo, come disciplinato dalle Federazioni o dagli Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI. 

Le richieste delle ASD/SSD affiliate al CSI dovranno essere presentate alla Presidenza nazionale entro e non oltre le ore 24,00 di mercoledì 31 agosto 2022 attraverso il form online disponibile al seguente link:


https://forms.gle/YKX9hpfQEwwEHuqe9

Il form prevede anche l’upload della perizia asseverata del tecnico abilitato (ingegnere, geometra, architetto o progettista) unita ai documenti attestanti il possesso e la validità del titolo nonché la dichiarazione di un dottore Commercialista che attesti il numero di tecnici sportivi dilettanti che abbiano ricevuto compensi dalla ASD/SSD e l’ammontare degli stessi tra l’1/01 e il 30/06/2022; tutti questi documenti vanno confezionati in un unico file PDF. Pertanto, per ragioni di sicurezza e tracciatura, per poter accedere al form ed eseguire l’upload del file, è assolutamente necessario farlo attraverso un account di Google® (anche privato).
Una volta ricevuta la documentazione dagli Organismi Sportivi, il Dipartimento per lo Sport procede alla definizione del contributo per ciascun avente diritto, in maniera proporzionale al numero complessivo di richieste pervenute ed eroga le risorse ai destinatari ammessi attraverso un bonifico bancario, per tramite della Banca Nazionale del Lavoro, sul conto corrente indicato al momento della richiesta, che deve essere intestato esclusivamente al codice fiscale dell’Associazione o Società Sportiva richiedente e le cui coordinate IBAN vanno indicate nella richiesta.

]]>